Dopo la spettacolare impresa del Leicester rimangono aperti solo la Liga spagnola e la Eredivisie olandese. Negli altri campionati spazio alla rincorsa all’Europa.

LIGUE 1

Due giornate alla fine per il Campionato francese e si gioca tutti al sabato alle 21:00.

Nell’ultimo turno

hanno perso punti pesantissimi in chiave Champions St Etienne e Nizza, che il calendario beffardo ha messo

di fronte nella stessa giornata in cui si incontreranno le due che si giocheranno il secondo posto: Lione-Monaco.
Sarà ovviamente questo il match più atteso del giorno, con il Lione che, in teoria avrebbe a

disposizione due risultati su tre, ma che proverà ovviamente a vincere per non avere sorprese all’ultima

giornata.

Il Lilla dal canto suo ha buone opportunità di agganciare la zona Europa League confermandosi la

squadra più in forma del momento, Psg escluso ovviamente che fa un campionato a sé.

Per la zona bassa

alla fine saranno in tre a giocarsi un posto buono, Ajaccio, Reims e Tolosa, con quest’ultimo che può

sfruttare l’incontro casalingo con il Troyes già retrocesso da tempo.

EREDIVISIE

Domenica alle 14.30 è l’ultima giornata del campionato Olandese, che vede ancora a pari punti Ajax e Psv,

ma con l’Ajax virtuale campione e assai probabile campione.

Tra il titolo e i lanceri c’è infatti il Graafschap,

ormai già sicuro di dover affrontare lo spareggio per rimanere in Eredivise e non certo un avversario

complicato da affrontare.
Il Psv invece giocherà a Zwolle e assai probabilmente vincerà, ma il grosso rischio

è che non sarà sufficiente.

Altri punti in palio decisivi ci sono per l’ultimo posto per gli spareggi di Europa

League tra Zwolle, Groningen e Nijmegen, con uno che rimarrà deluso, e per capire chi sarà l’altra squadra

implicata nei play out tra Excelsior e Willem II

BUNDESLIGA

In Bundesliga ne mancano due, e giocheranno il sabato alle 15.30.

Emozionatissime le lotte per il quarto

posto e per la salvezza, con tante squadre ancora coinvolte.

Come si diceva in occasione della precedente

giornata, per il quarto posto sono in lizza quattro squadre che non stanno volando, ma il Gladbach ha preso

un punto d’oro a Monaco contro il Bayern che gli darà morale per affrontare il Leverkusen in casa.
Lo

Schalke per una volta non ha deluso vincendo ad Hannover e insieme ad Herta e Mainz sarà coinvolto in tre

testa-coda contro tre pericolanti; scontri dai quali la classifica potrebbe subire sconvolgimenti clamorosi.

Tutte quelle in basso hanno delle partite difficili, con l’unica eccezione per l’Hoffenheim, che può anche

puntare al pareggio in trasferta.

Giornata che si prospetta palpitante.

PREMIER LEAGUE

L’incredibile impresa del Leicester è stata celebrata in tutte le parti del mondo, ma la Premier non è

solo questo, anzi.

Bisogna innanzitutto stabilire chi farà compagnia a Leicester e Tottenham nella prossima

Champions League, e la partita di domenica Manchester City-Arsenal ci dirà molto in questo senso, con lo

United che proverà a mettersi in scia andando a far visita ad un Norwich che si sta giocando la permanenza

in prima serie.

Anche qui infatti è tutto da capire, con il Newcastle che in questo momento è salvo ma con

una partita in più e con una trasferta a Birmingham contro l’Aston Villa che sarà da vincere a tutti i costi,

visto che oltre al Norwich di cui abbiamo detto, anche il Sunderland in casa contro il Chelsea non avrà vita

facile

.

LIGA

Anche in Spagna, il campionato più forte del mondo, mancano due giornate alla chiusura, con le chance di

vittoria del Barcellona che rimangono inalterate, visto che nessuno si illude che Atletico e Real si

distrarranno dalla finale Champions che si giocheranno il 28 maggio.

Il Barcellona sarà però atteso dal derby

con l’Espanyol, che sarebbe la partita perfetta per il sorpresone, ma il parziale di 16-0 nelle ultime tre

partite fa capire con questa determinazione i blaugrana scenderanno in campo.

Delicatissima la lotta per

sapere chi rimarrà in Liga, con quattro squadre in 1 punto e un Getafe-Gijon che avrà i contorni della

tragedia, sportiva ovviamente: chi perde ha un piede in seconda divisione, chi vince sarà messo bene, ma

non sarà al sicuro.

13.869 comments on "Il weekend in Europa"