Concludiamo oggi gli articoli di Scuola di Betting che riguardano la valutazione degli elementi per la realizzazione di un pronostico.


Già negli ultimi articoli s’è parlato di quegli elementi che abbiamo definito come “minori” per la valutazione di un evento.
Nell’articolo odierno, raggruppiamo altri elementi che, a seconda della situazione, potremmo definire come importanti o poco importanti.
Partiamo dalle assenze/infortuni. Le assenze vanno necessariamente contestualizzate per numerosi motivi; proviamo ad elencarli:
1) non tutti i giocatori di una squadra hanno il medesimo peso all’interno della squadra stessa;
2) molto dipende dallo stile di gioco dell’allenatore: se egli è bravo a dare un’idea di gioco alla squadra, le assenze potranno essere più o meno
determinanti mentre se basa il suo gioco in funzione di alcuni giocatori “chiave”, allora l’assenza sarà sicuramente più importante e determinante;
3) è importante anche sapere se le assenze sono fresche o datate; nel primo caso, infatti, esse rappresenteranno una vera incognita da ben valutare
nell’analisi di un pronostico, mentre nel secondo caso è molto probabile che la squadra abbia, per così dire, assorbito l’assenza del giocatore.
In generale, nell’ottica della valutazione di un pronostico, assenze di giocatori chiave in difesa avvaloreranno l’idea di un segno GOL o di
un OVER. Contrariamente, assenze importanti in attacco potranno essere fondamentali nel pronosticare un NO GOL o un UNDER.
Un altro elemento spesso considerato dagli scommettitori è il clima meteorologico. Ci si chiede, infatti, se esso può influenzare davvero l’esito
delle partite e le previsioni degli scommettitori. La mia personale risposta è: sì!
In particolare, è probabilmente la pioggia il fenomeno atmosferico che più di tutti può influenzare un risultato. Essa, infatti,
rende il terreno scivoloso e, di conseguenza, rende più veloce lo scivolamento della palla. Una condizione direi favorevole a quelle squadre che
prediligono il gioco “palla a terra” od il cosidetto “tiki-taka” di scuola spagnola.
Se, però, la pioggia dovesse essere talmente battente da rendere il terreno pesante, ecco che potrebbero essere avvantaggiate quelle squadre che fanno
della fisicità il loro punto di forza, contrariamente a quelle più tecniche.
Senza contare che la pioggia ed il conseguente terreno potrebbero causare problemi ai portieri soprattutto dai tiri dalla distanza, sempre difficili
da neutralizzare in casi come questi. Per cui, anche il fattore pioggia puà essere determinante a seconda delle caratteristiche delle squadre
e, più in generale, per pronosticare partite da OVER o da GOL.
Anche il vento potrebbe penalizzare quelle squadre che fanno, ad esempio, dei lanci lunghi la loro tattica favorita.
Analizziamo anche il fattore riguardante i precedenti storici. Sorrido quando alcuni scommettitori fanno la loro analisi in questo modo: gli ultimi 5 precedenti
tra le squadre hanno sempre visto l’esito OVER, quindi è OVER!
Ovviamente, un pronostico non si può basare solo ed esclusivamente sui precedenti storici. Personalmente bado molto poco a tale fattore in quanto
nelle partite precedenti, le condizioni e le variabili in gioco erano differenti! Quindi, li si possono considerare più che altro per un discorso di
ritardi statistici e di cabala ma non certo come fattore determinante. Diverso è, invece, se il precedente vede coinvolti gli stessi giocatori e gli stessi
allenatori. In quel caso ha sicuramente più peso che non un precedente riferito a 2-3 anni prima.
Ultimo fattore che voglio qui riportare è il fattore motivazionale. Per molti scommettitori vale il seguente assioma: la squadra A deve vincere
assolutamente! Quindi vincerà!
Il più delle volte ciò non accade. Personalmente non sono troppo incline nel dare i cosiddetti “pronostici motivazionali”. Anche perché, ricordiamo
noi tutti episodi in cui squadre che non avevano nulla da perdere hanno poi infranto i sogni di gloria di squadre dalle maggiori motivazioni: penso
alla “Fatal Verona” per il Milan, all’infinito pomeriggio di Perugia – Juventus che costò il tricolore ai bianconeri od al Lazio – Inter 4-2 con Ronaldo in lacrime.
Spero di averti dato qualche spunto di riflessione in quest’articolo fatto più che altro da pareri soggettivi e sicuramente opinabili.
Termina anche la serie di articoli dedicati a come elaborare un pronostico. Dal prossimo articolo affronteremo il discorso sul Money Management, ossia sul come gestire la cassa quando si scommette. Vedremo le tecniche più utilizzate e soprattutto impareremo a gestire fogli excel quali il Masaniello ed il Roserpina.

Al solito ti ringrazio per aver dedicato del tempo alla lettura dell’articolo e ti invito a commentarlo sui nostri social od a condividerlo con gli
amici. Ti invito anche a seguirci sempre su Facebook, Twitter, G+ e ti invito ad unirti al nostro canale Telegram per rimanere sempre informato sul mondo
di Bettinglife.it.

Grazie ed alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *