I tifosi del Watford sono rimasti estasiati nel vedere la propria squadra fare il ritorno in Premier League e segnare 3 gol in 60 minuti contro una formazione certamente più forte quale l’Aston Villa.

Peccato per loro che, finora, il miglior Watford s’è fermato proprio a quell’ora di gioco lì: infatti, la gara è poi terminata per 3-2 e gli Hornets non sono riusciti a fare altri punti nelle due successive gare contro Brighton e Tottenham, peraltro senza segnare.

Del resto, il Watford ha puntato molto sulla fase difensiva per il suo ritorno nella massima serie ed il suo approccio pare, fin qui, essere rimasto lo stesso visto che al momento è la squadra con il secondo peggior coefficiente di “expected goals” (gol attesi), dopo l’Arsenal, con una media di 0,80.

Oggi a Vicarage Road arriverà il Wolverhampton che, orfano di Nuno Espirito Santo, passato al Tottenham, non ha ancora trovato punti e gol sotto la gestione di Bruno Lage, anch’egli portoghese.
Lo zero sia nella colonna dei punti che in quella dei gol, tuttavia, non deve trarre in inganno: i Wolves, infatti, hanno fin qui avuto un calendario da girone infernale, avendo incontrato in ordine Leicester, Tottenham e Manchester United.

Tutte e tre le gare sono state perse di misura, per 1-0, ma in tutte e tre i Wolves avrebbero meritato di raccogliere qualcosa. In particolare, contro lo United, i ragazzi di Lage erano partiti fortissimi, riuscendo a creare tre nitide palle gol in meno di un quarto d’ora. Solo a fine primo tempo i Red Devils si sono affacciati nell’area avversaria ma ancora nella ripresa i Wolves sono andati vicinissimi al gol e c’è voluto un monumentale De Gea per impedire la rete dei padroni di casa.
Alla fine è arrivato il gol di Greenwood, sul quale c’è anche qualche responsabilità del portiere, ma arriviamo a dire che anche un pari sarebbe andato stretto ai Wolves, figuriamoci una sconfitta.

Del resto, le nostre impressioni, già di per sé oggettive, sono confermate anche dal già citato parametro dei “goal attesi”: il Wolverhampton è, infatti, quarto in questa speciale classifica, dietro solo a City, Liverpool e West Ham, ed addirittura terzo se si tiene conto della differenza tra il parametro “goal attesi a favore” e “goal attesi contro” (il secondo dà un’idea, quindi, di quanto una squadra concede agli avversari).

Contro un Watford che, a parte l’ora giocata contro l’Aston Villa, non ha fin qui fatto vedere chissà che in termini di produzione di gioco, crediamo che il Wolverhampton possa avere l’occasione giusta per iniziare a fare gol e punti, a patto che la squadra continui a produrre occasioni da rete come sin qui fatto.

Per quanto visto in termini di immagini e di numeri, ci sentiamo di dar fiducia alla squadra di Lage. La quota è abbastanza alta da permettere la copertura col segno X.

Pronostico: 2 (con copertura del segno X)
Quota: 2,35
Probabile risultato: 0-1 / 0-2

ATTENZIONE:
Questo sito confronta le quote dei bookmakers in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e, pertanto, aiuta l’utente ad effettuare una scelta consapevole tra le varie offerte.
Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità. E’ altresì possibile che, per le normali regole di mercato, le quote indicate nei pronostici siano suscettibili di modifica e, pertanto, non se ne assicura l’esatta corrispondenza nel momento in cui l’utente va a verificarle.
Infine, ti ricordiamo che questo sito fornisce periodicamente pronostici, suggerimenti ed anteprime su alcune delle principali competizioni sportive e che, nonostante gli sforzi nel produrre informazioni il più precise possibile, questa attività comunque non garantisce il conseguimento di alcuna vincita.