Feed RSS

SERIE A: TRENTESIMA GIORNATA


L'analisi di tutte le partite della trentesima giornata di Serie A.

GENOA-CAGLIARI sab. ore 18 

Col pareggio interno contro l'Udinese le chance di qualificazione in Europa per il Genoa sono nulle (10^ a - 9 dalla sesta). 
Il Cagliari, con il ritorno di Zeman in panchina, ha ottenuto un solo punto in 3 partite nonostante le, nel complesso, buone prestazioni contro Empoli, Milan e Lazio. Nella prima ha subito il pareggio dei toscani allo scadere dopo un primo tempo eccellente, a San Siro è stato anche sfortunato con un rigore concesso al Milan sul 2-1 che ha chiuso la gara e la squadra di Pioli, dimostratasi superiore, è la peggiore da affrontare in questo periodo. La posizione occupata è il penultimo posto e i punti di distanza dalla salvezza, ossia l'Atalanta, sono (ancora) 5. 
Rispetto all'ultimo turno negli ospiti non sono a disposizione Pisano, Cossu e Diakitè (quest'ultimo squalificato) e nel Genoa non c'è Tino Costa (nuovo ko dopo il rientro). 
Col boemo il segno gol si verifica spesso e pare probabile che anche in questa gara le reti non mancheranno: il Genoa ha registrato 10 volte il segno gol negli ultimi 13 turni (4 negli ultimi 6), il Cagliari ha fatto e subito gol in 10 delle ultime 11 occasioni (sempre dal ritorno di Zeman). 

PARMA-JUVENTUS sab. ore 18 

Nonostante la mancanza di obbiettivi della squadra i giocatori del Parma stanno giocando con orgoglio e negli ultimi turno hanno pareggiato a San Siro contro l'inter per 1-1 e vinto nel recupero con l'Udinese. 
La Juventus martedì affronterà il Monaco nell'andata dei quarti di finale di Champions League e, dopo l'impresa di giovedì contro la Fiorentina e con 14 punti di vantaggio sulla seconda (cioè con lo scudetto già in tasca), in questa partita vi sarà ampio turnover. 
La squadra di Donadoni difensivamente se la sta cavando mentre il reparto d'attacco e poco competitivo. Con le quote proposte, che vedono i bianconeri nettamente favoriti, si può optare per l'under o per un improbabile ma ben quotato pareggio. 

VERONA-INTER sab. ore 20.45 

Il Verona viene dal clamoroso pareggio per 3-3 contro il Cesena. Dopo il 3-0 di Toni la squadra di Mandorlini ha mollato e le motivazioni degli avversari sono venute fuori con 3 gol in poco più di 10 minuti. 
L'Inter di Mancini è stata fischiata nell'ultima deludente prestazione contro il Parma ed è, con ogni probabilità, fuori dal discorso Europa. Rispetto all'ultimo turno nell'Inter torna a disposizione il centravanti Icardi. 
Il Verona ha registrato 7 segni gol nelle ultime 9 occasioni, confermando il buon potenziale offensivo e la scarsa tenuta difensiva, e l'Inter, da quando c'è Mancini in panchina, ha registrato il medesimo segno in 12 delle 18 gare di campionato, 4 nelle ultime 6. 
La sfida dovrebbe regalare più reti. 

CESENA-CHIEVO dom. ore 12.30 

Il Cesena si è portato terzultimo in solitaria guadagnando un punto nei confronti dell'Atalanta grazie alla rimonta di 3 reti contro il Verona. 
Il Chievo, sedicesimo a + 10 dalla retrocessione, ha perso nell'ultimo turno a Sassuolo dopo una serie di risultati utili (14 punti nelle 7 prestazioni precedenti, 8 nelle 4) che hanno fatto praticamente raggiungere l'obbiettivo stagionale. 
Nel Cesena sono indisponibili i centrocampisti Mudingay e Pulzetti. 
Anche questa partita è difficilmente pronosticabile per quanto riguarda l'esito; il segno più probabile è l'under 2.5, verificatosi sempre nelle ultime 5 gare del Chievo. 

TORINO-ROMA dom ore 15 

Il Torino viene dalla vittoria esterna contro l'Atalanta per 2-1 ed è 7° a - 6 dal Napoli, sconfitto nello scontro fondamentale in ottica Europa dalla Roma. 
La squadra di Garcia è seconda a più 1 dalla Lazio e a più 7 dalla Fiorentina. 
Rispetto all'ultimo turno Ventura perde Basha causa squalifica e Garcia recupera Totti; De Rossi dovrebbe partire dall'inizio nonostante una microfrattura ad una vertebra. 
La Roma in questa sfida ha probabilmente più motivazioni del Torino, che difficilmente potrà recuperare il distacco nei confronti della sesta, ma è meglio non sbilanciarsi sull'esito di questo match. 

UDINESE-PALERMO dom ore 15 

L'Udinese, dopo il pareggio contro il Genoa per 1-1, ha perso in settimana nella gara di recupero contro il Parma per 1-0. 
Il Palermo ha perso la sua terza gara stagionale al Barbera contro il Milan per 2-1. 
Entrambe le squadre coprono una posizione di classifica tranquilla e stanno attraversando una fase di calo, soprattutto gli ospiti. 
Il Palermo non vince da 6 gare, dove è uscito sconfitto in 4 occasioni (sempre nelle ultime 3). 
Nei padroni di casa sono da valutare le condizioni di Pinzi e Kone; negli ospiti è assente l'importante interno di centrocampo Barreto. 

LAZIO-EMPOLI dom ore 15 

La Lazio viene da 7 vittorie consecutive e mercoledì ha sconfitto il Napoli al San Paolo accedendo alla finale di coppa Italia. 
L'Empoli è a più 11 dal Cesena e dopo la vittoria sul Sassuolo è stata sconfitta allo Juventus Stadium. 
Nei padroni di casa è assente il portiere Marchetti, il terzino destro Basta e il difensore centrale Mauricio. Pioli, dato l'impegno infrasettimanale, potrebbe concedere del riposo a Klose schierando Keita dall'inizio. La squadra allenata da Sarri è un avversario ostico per chiunque in Serie A e, nonostante l'esito 1 resti probabile, il nostro consiglio è quello di non puntare su questa gara. 

NAPOLI-FIORENTINA dom ore 15

Il Napoli sta attraversando probabilmente il peggior periodo della gestione Benitez: 0 vittorie nelle ultime 5 di campionato (3 sconfitte tra cui l'ultima decisiva contro la Roma) ed eliminazione dalla Coppa Italia in seguito alla sconfitta contro la Lazio nella gara di mercoledì al San Paolo. 
La Fiorentina ha battuto la Sampdoria per 2-0 e martedì è stata anch'essa eliminata dalla coppa nazionale nonostante la vittoria per 1-2 dell'andata. 
Entrambe le squadre sono impegnate nella rincorsa al terzo posto e giovedì saranno impegnate nei quarti di Europa League. Un punto sarebbe inutile per tutte e due le compagini e per questo motivo il pareggio pare improbabile. 
A parte i lungodegenti Michu e Giuseppe Rossi i tecnici hanno a disposizione l'intera rosa. 
La gara preannuncia spettacolo e dovrebbe sancire definitivamente la fine del sogno Champions per almeno una delle sfidanti. 

ATALANTA-SASSUOLO dom ore 15 

L'Atalanta viene dalla sconfitta contro il Torino e ha un margine di 5 punti nei confronti della terzultima. Dato il momento delicato la squadra è stata mandata in ritiro. 
Il Sassuolo ha vinto di misura contro il Chievo e ricopre una posizione di classifica tranquilla. 
Reja perde Bellini e Pinilla ma recupera A. Gomez e Denis; 
Di Francesco deve fare a meno dei terzini Vrsaliko (al suo posto Gazzola) e Peluso (sostituito da Longhi) ma recupera Cannavaro. 

MILAN-SAMPDORIA dom ore 20.45 

Il Milan ha conquistato un'inaspettata, dato lo scarso rendimento esterno, vittoria a Palermo per 2-1 ed è a 6 punti dal sesto posto. 
La Sampdoria, dopo 4 vittorie consecutive, è stata sconfitta dalla Fiorentina per 2-0 ed è quinta a - 7 dalla Lazio e a più 6 dal settimo posto. 
Nei rossoneri vi è un po' di emergenza a centrocampo: Van Ginkel ha un'infiammazione al ginocchio e Bonaventura si è fermato in settimana per una distorsione alla caviglia. 
Nella Samp è squalificato il terzino sinistro Regini e Mihajlovic sembra intenzionato a schierare la squadra con un 4-2-3-1 al posto del 4-3-3 utilizzato nelle precedenti giornate. 
Il Milan, affidato perlopiù in fase offensiva alle giocate dei singoli (Menez su tutti), incontra molte difficoltà nel creare gioco contro squadre ben schierate che attendono l'avversario e non è improbabile che la Sampdoria conquisti punti mantenendo la propria porta inviolata. 
Il pareggio servirebbe poco a entrambe le squadre, con le quote proposte la vittoria esterna si può provare.


Pubblicato il 11/04/2015

Tags:  seriea 










Contatti
Contatti