Feed RSS

SERIE A: TRENTUNESIMA GIORNATA


La Juventus attende la Lazio, in quella che potrebbe essere la partita scudetto. Derby di Milano tra poveri, ma anche se i punti sono pochi le motivazioni saranno sicuramente altissime.

SAMPDORIA-CESENA sab. ore 18

La Sampdoria viene dal pareggio esterno vs il Milan che ha tenuto a distanza i rossoneri, escludendoli di fatto dalla corsa alla qualificazione in Europa, mantenendo invariato il distacco nei confronti del Torino, a - 6 (mercoledì il Genoa ha sconfitto il Parma nel match di recupero ed è ora settimo a - 5 dai rivali). 
Nel primo tempo il Milan ha giocato meglio pur non rendendosi troppo pericoloso, nel secondo parziale è uscita la Samp che ha trovato il vantaggio per poi essere recuperata sfortunatamente da una deviazione di un proprio giocatore su un tiro in acrobazia di De Jong. 
Il Cesena ha perso in casa il delicato anticipo della domenica contro il Chievo per 1-0 e, con la vittoria nel pomeriggio dell'Atalanta sul Sassuolo, la salvezza è sempre più lontana (-7). 
Rispetto all'ultimo turno Mihajlovic recupera il terzino sinistro Regini, Di Carlo perde l'interno di centrocampo Carbonero causa squalifica e le condizioni dell'attaccante Defrel, miglior cannoniere della squadra insieme a Brienza, sono da valutare. 
La vittoria interna è molto probabile ma con le quote proposte è secondo noi preferibile puntare sul mancato gol degli ospiti; il Cesena è rimasto a secco in 3 delle ultime 5 occasioni, è senza il proprio miglior attaccante e, con la poca qualità complessiva, la fase offensiva è spesso affidata ai lanci lunghi per la torre Djuric (che potrebbe partire dalla panchina).

JUVENTUS-LAZIO sab. ore 20.45

La Juventus, con la testa già alla sfida di Champions, ha perso sabato al Tardini e martedì ha sconfitto il Monaco per 1-0 nell'andata dei quarti di finale. Mercoledì sarà impegnata nella decisiva gara di ritorno e, con 12 punti di vantaggio sulla Roma, è probabile che Allegri terrà a riposo alcune pedine importanti. 
La Lazio ha ottenuto l'ottava vittoria consecutiva battendo agevolmente l'Empoli per 4-0 e ha effettuato lo sperato sorpasso in classifica sui rivali concittadini. 
Un dato significativo: dalla quattordicesima giornata in poi, ovvero in più della metà delle gare disputate fin qui, i biancocelesti hanno totalizzato 2 punti in più della Juventus; dopo le prime 13, dove la squadra di Pioli non aveva ancora un gioco così collaudato e con Felipe Anderson che non si esprimeva ai livelli attuali, il distacco era di 14 punti. 
Nei bianconeri è squalificato il difensore Ogbonna, nella Lazio sono squalificati Cavanda e Novaretti e sono indisponibili il difensore centrale De Vrij e la mezzala Parolo. 
La partita preannuncia spettacolo e le reti non dovrebbero mancare.

SASSUOLO-TORINO dom. ore 12.30

Il Sassuolo ha perso 2-1 a Bergamo contro un'Atalanta affamata ed è 12° alla pari del Chievo a 35 punti. 
Il Torino ha pareggiato 1-1 contro la Roma rimanendo a - 6 dal sesto posto (col Genoa di mezzo in seguito alla vittoria nella gara di recupero contro il Parma). 
Di Francesco recupera Peluso a sinistra e perde Missiroli a centrocampo causa squalifica (sempre assenti Manganelli e Vrsaliko). 
Nel Toro rientra Basha mentre El Kaddouri è squalificato; nella formazione iniziale sono in dubbio i diffidati Quagliarella e Maksimovic. 
Gli ospiti per continuare a sperare in un posto in Europa League devono provare a vincere e un pareggio sarebbe inutile ai fini della classifica. All'andata vinsero gli emiliani col risultato di 0-1.

ROMA-ATALANTA dom. ore 15

La Roma ha pareggiato 1-1 a Torino dopo essere passata in vantaggio durante il secondo tempo ed è ora terza a -1 dalla Lazio e a + 7 dal Napoli.
L'Atalanta ha potuto finalmente sorridere dopo la prima vittoria della gestione Reja che ha portato la squadra a + 7 dalla salvezza.
Garcia non ha a disposizione il difensore Manolas e De Rossi, entrambi squalificati.
Reja deve fare a meno di Biava e Cigarini (oltre e Pinilla già squalificato nel precedente turno) e dovrebbe schierare Baselli al fianco di Carmona in mezzo al campo.

CHIEVO-UDINESE dom. ore 15

Il Chievo, dopo la sconfitta a Sassuolo preceduta da ottime prestazioni (14 punti nei 7 turni precedenti), è tornato alla vittoria sul campo del Cesena per 1-0. La squadra di Maran ha confermato la straordinaria solidità difensiva mantenendo la propria porta inviolata per la quinta volta nelle ultime 6 occasioni.
L'Udinese, dopo la sconfitta esterna nella sfida di recupero contro il Parma, ha perso al Friuli per 3-1 contro il Palermo (che in trasferta ne aveva vinta solo una). Con questi risultati, e con un gioco non troppo definito e convincente, la conferma di Stramaccioni per la prossima stagione pare improbabile. 
Entrambe le squadre ricoprono una posizione di classifica tranquilla ma, nonostante ciò, è probabile che l'attenzione tattica prevarrà sullo spettacolo; col Chievo in campo il segno over (+ di 2 reti) si è verificato appena 5 volte nelle ultime 22 prestazioni, una nelle ultime 6. 
Stramaccioni ha qualche problema in difesa dove, con ogni probabilità, non sono a disposizione Domizzi e Wague (oltre a Hertaux già assente nell'ultimo turno); a centrocampo è squalificato Guilherme. 

PALERMO-GENOA dom. ore 15

Il Palermo ha ottenuto la sua seconda vittoria esterna stagionale contro l'Udinese per 3-1 e è 11° a 38 punti. Il Genoa, pur con un po' di sofferenza nel primo parziale, ha sconfitto il Cagliari nel weekend per 2-0 e ha battuto il Parma, nella gara infrasettimanale di recupero, col medesimo risultato. Gasperini deve provare a conquistare 3 punti per continuare a sperare in una qualificazione in Europa e non si accontenterà di un eventuale pareggio. 
Iachini dovrebbe confermare l'undici di Udine, con Vitiello favorito su Terzi in difesa. 
Nel Genoa sono squalificati il difensore Roncaglia e il centrocampista Kucka e sono indisponibili Bertolacci e Boriello. 
Con gli ospiti che cercheranno a tutti costi la vittoria e con l'eccellente rendimento al Barbera del Palermo il segno gol ci pare probabile. 

EMPOLI-PARMA dom. ore 15

L'Empoli è stato sconfitta nettamente dalla Lazio per 4-0 ed è quindicesima a + 11 dalla terzultima (che significa salvezza praticamente già raggiunta). 
Il Parma, nonostante l'attuale situazione societaria e la mancanza di obiettivi (se non individuali), sta giocando da squadra e, prima della sconfitta in settimana al Ferraris, ha battuto Juventus e Udinese. 
Sarri ha l'intera rosa a disposizione, Donadoni deve rinunciare a Jorquera. 
La vittoria interna è molto probabile ma le quote proposte sono tutt'altro che invitanti; si può provare l'1 più no gol.

CAGLIARI-NAPOLI dom. ore 18

Il Cagliari ha perso l'ennesima partita nonostante un bel primo tempo contro il Genoa dove ha colpito 3 legni nel giro di 15 minuti. Con la vittoria dell'Atalanta contro il Sassuolo i punti da recuperare per rimanere nella massima serie sono ben 8. 
Il Napoli, dopo un serie di prestazioni deludenti, ha asfaltato al San Paolo la Fiorentina per 3-0 e in Germania il Wolfsburg, nei quarti di finale di Europa League, per 4-1. 
La squadra di Benitez è quarta a - 7 dalla Roma e deve assolutamente vincere per sperare in una rimonta. Anche per il Cagliari un punto si rivelerebbe inutile ai fini dell'obbiettivo stagionale. 
Il Napoli, come spesso scritto, è una squadra predisposta al gioco offensivo e sbilanciata in partenza. 
Il Cagliari ha registrato il segno gol in 10 delle ultime 12 occasioni. E' probabile che la poco competitiva retroguardia rossoblu subirà le forti individualità in attacco della squadra partenopea.

INTER-MILAN dom. ore 20.45

Derby della madonnina. 
L'Inter è tornata alla vittoria contro il Verona dopo 3 pareggi (tra cui Parma e Cesena) e 2 sconfitte ed è ad appena un punto dai rossoneri. 
Il Milan ha pareggiato contro la Samp dopo un primo parziale discreto e un brutto secondo tempo. 
Mancini è senza gli interni di centrocampo Guarin e Brozovic, entrambi squalificati; Inzaghi può contare sugli stessi dell'ultimo turno. 
Le 2 squadre sono oramai fuori dal discorso Europa, l'Inter cerca il trionfo per sorpassare i rivali e regalare una minima soddisfazione ai propri tifosi all'interno di una stagione deludente: per entrambe le squadre c'è in palio l'orgoglio.

FIORENTINA-VERONA lun. ore 20.45

La Fiorentina ha perso nettamente a Napoli per 3-0 e ha pareggiato giovedì in Ucraina contro la Dinamo Kiev per 1-1. La squadra è quinta alla pari della Sampdoria a - 8 dalla Roma e più 5 dal Genoa. 
Il Verona viene dalla sconfitta per 3-0 e ha 11 punti di margine sulla salvezza. 
Montella ha l'intera rosa a disposizione (a parte il lungodegente Giuseppe Rossi), nel Verona sono da valutare le condizioni della mezzala Ionita. 
Il Verona ha mantenuto la propria porta inviolata una sola volta nelle ultime 10 occasioni registrando 7 volte il segno over 2.5 e 7 volte il segno gol. 
La partita dovrebbe regalare più reti e i viola, nonostante gli impegni infrasettimanali disputati e in programma, dovrebbero uscire vincitori.


Pubblicato il 17/04/2015

Tags:  seriea 










Contatti
Contatti