Feed RSS

Gli stadi del Mondiale brasiliano


A meno di un mese dall’inizio della manifestazione sportiva più affascinante al mondo, che si terrà in terra brasiliana, scopriamo quali saranno gli stadi che ospiteranno le spettacolari partite ed incoroneranno la nazione regina del Mondo calcistico.

Gli impianti che saranno utilizzati sono in totale 12, tutti ristrutturati per essere splendidi, accoglienti e all’avanguardia, ma anche allo scopo di favorire le feste dei tifosi che di certo non mancheranno, conoscendo lo spirito allegro dei carioca.

Partiamo dallo stadio più celebre, il Maracanà di Rio de Janeiro, il quale dopo una massiccia ristrutturazione, ha visto nettamente ridimensionata quella che era la sua capienza storica che l’aveva reso il più grande al mondo, in favore di un maggior comfort per il pubblico. Infatti, lo stadio è passato dagli storici 150.000 accessi (anche se molti documenti riportano la presenza, in alcuni incontri, di ben 200.000 tifosi brasiliani) agli attuali 78.838. Un aneddoto curioso di questo impianto riguarda il fatto che possiede 20.000 posti coperti nel primo anello e che tali posti furono venduti nel 1950, quindi chi acquistò quel diritto ancora oggi può andare allo stadio gratis anche quando gioca la nazionale, fino alla scadenza dei 100 anni della durata del contratto. Infine, al Maracanà, stadio in cui solitamente si fa festa e si inneggia al Flamengo e al Fluminense, si disputeranno ben 7 partite con la chicca della finale che assegnerà il trofeo, il 13 luglio.



Un altro stadio affascinante è il Mineirão, situato a Belo Horizonte, i cui albori risalgono al 1965 e la cui capienza è di 62.547 posti, esso ospiterà 6 partite ed una semifinale. Questo stadio è una delle roccaforti della nazionale di casa, infatti i verdeoro vi hanno disputato già diversi incontri di cartello e quindi chiamato a rappresentare un amuleto portafortuna per il Brasile, come lo è stato già durante la Confederations cup dell’anno scorso.

Davvero imponente è l’Estadio Nacional di Brasilia, infatti l’arena dopo essere stata totalmente ricostruita può contenere fino a 70.000 spettatori ed è il secondo stadio della competizione per capienza complessiva, possiede inoltre una copertura totale e un terreno di gioco rinnovato. La sua prima inaugurazione risale al 1974, con una partita in cui Vaguinho del Corinthias realizzò la prima rete a beneficio della storia di questo stadio.

Il Castelao di Fortaleza, già teatro di diversi match della Confederations cup giocata lo scorso giugno 2013, promette un tifo caldo e appassionato, grazie ad una ristrutturazione studiata nei dettagli, l’aggiunta di un tetto ampio e di un parcheggio sotterraneo la cui capienza è di 4.200 posti, mentre nel complesso l’impianto può contenere 67.063 spettatori. Come per il Maracanà, anche in questo stadio documenti storici, più in particolare del 1980, riportano la presenza record di 118.500 persone in occasione di una partita fra Brasile e Uruguay.

L’Arena Amazonia, è un impianto da 42.000 posti ispirato alla foresta pluviale che circonda la città di Manaus, per questo lo scenario è senz’altro particolare, dato che in questa zona, situata molto vicina all’equatore, potrebbe esserci un caldo ed un’umidità elevatissima, capace di condizionare gli incontri che vi si disputeranno (l’Italia ci giocherà la prima partita opposta all’Inghilterra). La particolarità dell’arena è il criterio di sostenibilità con cui è stata realizzata, infatti sarà capace di elevati standard “green”, raccogliendo l’acqua piovana, da destinare a bagni ed irrigazioni e mantenendo il calore solare, che assieme alle pareti vegetali, genererà energia pulita e rinnovabile, con una sensibile riduzione dei costi di gestione.



Pubblicato il 19/05/2014

Tags:  brazil2014 mondiali 










Contatti
Contatti