Feed RSS

SERIE A: TRENTASEIESIMA GIORNATA


A tre giornate dal termine rimane aperta la corsa per un posto in Europa; scudetto e retrocessioni sono già state decise.

INTER-JUVENTUS sabato 18 

L'Inter è in piena lotta per un posto in Europa League grazie alla vittoria all'Olimpico contro la Lazio. 
La Juventus è campione d'Italia e mercoledì affronterà la Lazio nella finale di Coppa Italia. 

Senza Hernanes (squalificato) e Guarin (indisponibile), Mancini deve apportare qualche modifica rispetto agli 11 che hanno battuto i biancocelesti. Sulla trequarti dovrebbe ritrovare spazio Shaqiri (51 minuti negli ultimi 6 turni), con Brozovic interno di centrocampo. 
Allegri si presenta a Milano senza Buffon, Chiellini, Evra, Pirlo, Vidal e Tevez, risparmiati in vista dell'importante sfida di Coppa. Asamoah torna a disposizione dopo il lungo infortunio, l' unico ancora fermo ai box è Caceres. 

Per i nerazzurri questa gara è sicuramente più importante ma l'assenza di Hernanes, attualmente in grande forma, potrebbe pesare. 
La Juventus ha dimostrato determinazione e aggressività anche con le seconde linee in campo e a nostro parere l'1-1 è il risultato più probabile. 
In alternativa si può puntare sulla vittoria con un gol di scarto dei nerazzurri. 

Inter: (4-3-1-2) Handanovic; D'Ambrosio, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Brozovic, Medel, Kovacic; Shaqiri; Icardi, Palacio 
Juventus: (4-3-1-2) Storari; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Padoin; Romulo, Marchisio, Sturaro; Pereyra; Llorente, Morata 

SAMPDORIA-LAZIO sabato 20.45 

La Sampdoria ha ritrovato la vittoria al Friuli dopo 5 turni ed è sesta a 54 punti. 
La Lazio è terza e, dopo il proprio passo falso, ha potuto sorridere con la mancata vittoria del Napoli a Parma, attualmente a - 3 (-4 per via degli scontri diretti). 

Mihajlovic recupera Duncan, che però dovrebbe andare solo in panchina per far posto a Obiang, al rientro dalla squalifica. Con lo spagnolo saranno De Silvestri e Romagnoli, assenti a Udine, le altre due novità. Pioli deve fare a meno degli squalificati Marchetti e Mauri; in difesa potrebbe giocare Novaretti, con De Vrij preservato in vista della finale di mercoledì. A centrocampo dovrebbe rifiatare Biglia, Ledesma pronto a sostituirlo, mentre il recuperato Lulic partirà come interno di sinistra. 

Il segno gol, registrato da entrambe in 3 degli ultimi 4 turni, ci pare il consiglio più sensato. 

Sampdoria: (4-3-1-2) Viviano; De Silvestri, Romagnoli, Silvestre, Regini; Obiang, Palombo, Acquah; Soriano; Muriel, Eto'o 
Lazio: (4-3-3) Berisha; Basta, Novaretti, Ciani, Radu; Parolo, Ledesma, Lulic; Candreva, Klose, Felipe Anderson 

SASSUOLO-MILAN domenica 12.30 

Il Sassuolo ha ritrovato la vittoria dopo 5 turni; il Milan ha sorprendentemente battuto la Roma per 2-1 ed è decimo a 46 punti. Negli emiliani torna Magnanelli dopo quasi due mesi e Di Francesco dovrebbe schierarlo subito titolare: al capitano dovrebbe far posto Taider (in ballottaggio con Biondini) con lo spostamento di Missiroli nel suo ruolo naturale di mezzala. Davanti spazio a Berardi, Zaza e Sansone. Inzaghi proverà a recuperare Rami e Antonelli e rispetto alla vittoria con la Roma dovrebbe proporre dall'inizio Mexes al posto di Alex al centro della difesa e Bocchetti a sinistra. 

Con le quote proposte, che vedono il Milan favorito, puntiamo sulla doppia chance interna (a San Siro vinse il Sassuolo per 2-1). 
In alternativa si può valutare il segno gol. 

Sassuolo: (4-3-3) Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Missiroli, Taider; Berardi, Zaza, Sansone 
Milan: (4-3-3) Diego Lopez; Abate, Paletta, Mexes, Bocchetti; Poli, De Jong, Van Ginkel; Honda, Destro, Bonaventura 

VERONA-EMPOLI domenica 15 

Il Verona ha pareggiato 2-2 nel derby dell'Arena; l'Empoli è stato sconfitto, anche con una buona dose di sfortuna, dalla Fiorentina per 3-2. 
Nel Verona rientrano Marquez in difesa e Sala a centrocampo, Nico Lopez è pronto a sostituire Jankovic (squalificato). 
Sarri ha tutti a disposizione, a parte il terzino Mario Rui, e potrebbe preferire Barba a Rugani in difesa. Entrambe le squadre ricoprono una posizione di classifica tranquilla e dovrebbero affrontare la gara a viso aperto; inoltre l'allenatore Mandorlini ha dichiarato che la squadra proverà in tutti i modi a far vincere la classifica cannonieri al proprio bomber Luca Toni, attualmente secondo a - 1 da Tevez. 

Verona: (4-3-3) Benussi; Moras, Marquez, Gui.Rodriguez, Pisano; Sala, Obbadi, Hallfredsson; N. Lopez, Toni, J. Gomez 
Empoli: (4-3-1-2) Sepe; Laurini, Tonelli, Rugani, Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Saponara; Maccarone, Pucciarelli 

ATALANTA-GENOA domenica 15 

L'Atalanta ha dato continuità all'ottima prestazione fornita contro la Lazio vincendo al Barbera per 3-2. 
Il Genoa ha sconfitto nettamente il Torino per 5-1 nel posticipo ed è settima, a - 1 dai rivali della Samp. 

Rispetto all'ultimo turno Reja deve fare a meno degli squalificati Avramov, Biava e Zappacosta. D'Alessandro si è fermato per un fastidio al tallone ma è probabile che recuperi e che venga confermato come esterno d'attacco destro nel 4-3-3. 
Brutte notizie per Gasperini: Niang si è procurato una distorsione al ginocchio sinistro e la sua stagione può dirsi conclusa. L'assenza del francese si aggiunge a quella di Perotti, Ariaudo, Marchese, De Maio e Costa (questi ultimi 2 squalificati). Da valutare le condizioni di Tambè, alle prese con un problema alla caviglia. Lestienne dovrebbe trovare posto nel tridente d'attacco. 

Gli ospiti hanno maggiori motivazioni ma le varie assenze potrebbero influire; il pareggio risulterebbe con ogni probabilità inutile per i rossoblu e il segno gol, registrato in 9 delle ultime 5 occasioni delle 2 squadre, pare probabile. 

Atalanta: (4-3-3) Sportiello; Bellini, Stendardo, Cherubin, Dramè; Carmona, Cigarini, Migliaccio; D'Alessandro, Pinilla, A.Gomez 
Genoa: (3-4-3) Perin; Roncaglia, Burdisso, Izzo; Rincon, Kucka, Bertolacci, Bergdich; Falque, Borriello, Lestienne 

TORINO-CHIEVO domenica 15 

In seguito alla sconfitta al Ferraris, le chance di qualificazione in Europa per il Toro sono quasi nulle. 
Il Chievo ha pareggiato nel derby cotntro il Verona registrando il sesto risultato utile consecutivo. 

Tolta la squalifica a Padelli, dovrebbe essere lui a giocare domenica e non Ichazo. Ventura dovrà fare a meno anche degli squalificati Amauri e Bruno Peres, e degli infortunati Quagliarella e, con ogni probabilità, Bovo. 
Maran recupera Frey e Birsa mentre perde Hetemaj e Schelotto. Il terzino sinistro Zukanovic ha buone possibilità di recuperare. 

La partita non preannuncia spettacolo e il segno under 2.5, registrato nelle 5 prestazioni precedenti all'ultima dei clivensi, pare probabile. 

Torino: (3-5-2) Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Benassi, Gazzi, El Kaddouri, Molinaro; Maxi Lopez, Martinez 
Chievo: (4-4-2) Bizzarri; Frey, Cesar, Dainelli, Zukanovic; Birsa, Izco, Radovanovic, Botta; Paloschi, Meggiorini 

CAGLIARI-PALERMO domenica 15 

Il Cagliari è a un passo dalla retrocessione e viene dal pareggio allo Juventus Stadium. 
Il Palermo ha incassato la quarta sconfitta interna stagionale ed è 11° a 41 punti. 

Nel Cagliari è out il solo Ceppitelli; Festa ritrova Mpoku, assente per squalifica nell'ultimo turno. 
Iachini sembra intenzionato a tornare al 3-5-2, con Quaison in vantaggio su Rispoli per la fascia destra e con la conferma Belotti-Vazquez in attacco (Dybala ancora in panchina). 

Il Palermo è solito partire molto aggressivo; il Cagliari è discreto dal centrocampo in su ma il reparto difensivo, peggiore della Serie A insieme al Parma con 64 reti al passivo, concede spesso troppo agli avversari. 
Anche in questo match il segno gol pare probabile. 

Cagliari: (4-3-1-2) Brkic; Balzano, Diakitè, Rossettini, Avelar; Dessena, Crisetig, Ekdal; M'Poku; Cop, Farias 
Palermo: (3-5-1-1) Ujkani; Andelkovic, Vitiello, Gonzalez; Quaison, Rigoni, Jajalo, Chochev, Lazaar; Vazquez; Belotti 
 
ROMA-UDINESE domenica 20.45 

La Roma ha perso fornendo una pessima prestazione contro il Milan ma è ancora seconda in classifica, a + 1 dalla Lazio e + 4 dal Napoli. 
L'Udinese ha perso 4-1 contro la Samp ed è 13^ a 41 punti. 

Nella Roma dovrebbe recuperare Keita, in svantaggio su Pjanic. Garcia deve fare a meno di Florenzi (squalificato) e sembra intenzionato a riproporre Totti dal 1', con Ibarbo e Ljaic probabili esterni d'attacco; la stagione di Gervinho si è conclusa. 
La presenza di Di Natale è in dubbio per via di un fastidio all'aduttore, non dovesse farcela è pronto Perica. 
L'esito 1 è si probabile ma, con il recente gioco espresso dai giallorossi e soprattutto con le quote offerte, è improponibile (lo si può provare aggiungendoci l'under 3.5). 

Roma: (4-3-3) De Sanctis; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Ibarbo, Totti, Iturbe 
Udinese: (4-3-1-2) Karnezis; Widmer, Danilo, Domizzi, Piris; Allan, Pinzi, Badu; Guilherme; Thereau, Di Natale 

FIORENTINA-PARMA lunedì 19 

La Fiorentina è stata eliminata dall'Europa League giovedì dal Siviglia e in campionato è quinta a + 2 dalla settima. 
Il Parma, dopo le sconfitte esterne contro Lazio e Cagliari, ha ritrovato punti al Tardini contro il Napoli. 

Montella cambierà molto rispetto a giovedì: nel tridente offensivo probabile spazio per Bernardeschi, Gomez e Salah, quest'ultimo in ballottaggio con Ilicic. 
Donadoni pare intenzionato a giocarsela con il 4-5-1, con Palladino unica punta. Il centrocampista Lila è squalificato. 

Si può optare per il parziale/finale 1/1 o, dovesse venire confermato questo schieramento degli ospiti, per il mancato gol del Parma (quotato al raddoppio). 

Fiorentina: (4-3-3) Tatarusanu; Rosi, Tomovic, Basanta, Pasqual; Kurtic, Badelj, Aquilani; Bernardeschi, Gomez, Ilicic 
Parma: (4-5-1) Mirante; Cassani, Mendes, Lucarelli, Feddal; Varela, Mauri, Jorquera, Nocerino, Gobbi; Palladino 

NAPOLI-CESENA lunedì 21

Il Napoli è stato eliminato a sorpresa nella semifinale di Europa League dal Dnipro e ora l'unico obbiettivo è quello di recuperare punti nei confronti delle 2 romane. 
Il Cesena è stato sconfitto per 3-2 dal Sassuolo ed è aritmeticamente retrocesso. 

Hamsik, in panchina in Ucraina, partirà dall'inizio con probabilmente Callejon e Mertens (il migliore giovedì) ai suoi lati. 
Di Carlo ha tutti a disposizione, a parte i lungodegenti, e potrebbe rilanciare Djuric dall'inizio. 

Sarà importante vedere i risultati delle 2 romane; in caso di passi falsi i partenopei arriverebbero motivati, consapevoli delle buone chance di qualificazione, al contrario la squadra potrebbe far fatica a rialzarsi dopo l'ennesima delusione stagionale. 

Napoli: (4-2-3-1) Andujar; Henrique, Albiol, Koulibaly, Strinic; David Lopez, Gargano; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain 
Cesena: ( 4-3-1-2) Agliardi; Perico, Capelli, Krajnc, Renzetti; Carbonero, Mudingayi, Cascione; Brienza; Defrel, Djuric


Pubblicato il 16/05/2015

Tags:  seriea 










Contatti
Contatti