Feed RSS

JUVENTUS-BARCELLONA


Finalmente ci siamo, domani sera all'Olympiastadion di Berlino alle 20.45 avrà inizio la partita più importante del panorama calcistico europeo, la finale di Champions League 2014-15.

La vincitrice tra Barcellona e Juventus parteciperà alla Supercoppa Uefa e alla Coppa del Mondo FIFA 2015.



Il Barcellona detiene 4 Champions League, di cui 3 alzate negli ultimi 9 anni.
I blaugrana non perdono una finale dal 1993-94, poi 3 vittorie su 3 contro Arsenal (2005-06) e Manchester United (2008-09 e 2010-11).
Il campione Lionel Messi, attuale capocannoniere della competizione alla pari di C. Ronaldo con 10 reti, potrebbe diventare il primo giocatore nella storia a segnare in 3 finali di Champions (dopo le reti nelle recenti finali contro il Man. Utd).
Il metronomo Xavi Hernandez, dopo 17 anni con la casacca rossoblu, spera che la sua ultima presenza coincida con il 25° trofeo blaugrana e sogna di poter alzare la coppa, per poterla dedicare a tutta la squadra.
Gli acquisti estivi ter Stegen, Rakitic e Luis Suarez (oltre a Neymar) si apprestano a disputare la loro prima finale di Champions, ma difficilmente risentiranno dell'emozione.

La Juventus in bacheca ha 2 Champions (84-5 e 95-6) e ha perso 5 finali, tra cui l'ultima del 2002-03 contro il Milan ai calci di rigore.
Il percorso nella fase a eliminazione diretta dei bianconeri è stato più abbordabile di quello del Barcellona, che si è assicurato la qualificazione ai turni successivi già nelle gare di andata, sconfiggendo con naturalezza e disinvoltura Manchester City, Psg e infine Bayern Monaco.

La squadra di Luis Henrique ha migliorato il proprio rendimento nella seconda parte di stagione e, come la Juventus di Allegri, ha vinto fin qui tutto ciò che poteva vincere.

La Juve ha incontrato squadre più alla portata: un Borussia Dortmund in decomposizione, un team gregario come il Monaco e un Real Madrid in fase calante, penalizzato dall'assenza di interditori a centrocampo e soprattutto del centrocampista croato Modric.

Con questo non si vuole sminuire il lavoro di Allegri, anzi: la Juventus veniva da brutte annate in ambito europeo e i trionfi hanno accresciuto gradualmente l'autostima della squadra, quella stessa autostima che a sua volta alimenta nuovi risultati e obbiettivi.
Il tecnico toscano ha saputo apportare le proprie modifiche (la più evidente è il passaggio alla difesa a 4) sull'ottima base lasciata da Conte, senza però sconvolgerne inizialmente l'assetto.

Il Barcellona arriva alla finale a ranghi completi, dopo il recupero lampo di Andres Iniesta.
Qualche problema in casa bianconera, con Chiellini costretto a saltare la gara dell'anno per un problema muscolare al polpaccio a sinistro. Al suo posto giocherà Barzagli che, negli ultimi 2 allenamenti, ha dato garanzie dal punto di vista fisico e farà coppia con Bonucci nella difesa a 4.
La difesa a 3, come nelle precedenti gare europee, sarà presa in considerazione solo a partita in corso, a maggior ragione qualora ci sia da gestire un risultato positivo.



I numeri delle 2 squadre di questa edizione della Champions non lasciano dubbi su chi sia il favorito per i bookmakers: 10 vittorie e 2 sconfitte (in gare ininfluenti) per i blaugrana contro le 7 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte per la Juve; 28 gol fatti e 10 subiti rispetto ai 16 realizzati e ai 7 presi dai bianconeri, che incontrano maggiori difficoltà nel produrre gioco ma che risultano superiori per solidità difensiva.

Probabili formazioni

Juventus: (4-3-1-2) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra; Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal; Tévez, Morata
Indisponibili: Chiellini, Cáceres, Asamoah*, Rômulo* *Estromesso dalla lista UEFA a gennaio
Barcellona: (4-3-3) Ter Stegen; Alves, Piqué, Mascherano, Alba; Rakiti?, Busquets, Iniesta; Messi, Suárez, Neymar.
Indisponibili: nessuno


Pubblicato il 05/06/2015

Tags:  championsleague ucl juventus 










Contatti
Contatti