Feed RSS

Quarta giornata di Serie A


Dopo l'ottima vittoria di Manchester la Juve è alla ricerca della sua prima vittoria in campionato.
La partita clou del week-end è il big match tra Napoli e Lazio.




La quarta giornata di Serie A apre con l'anticipo alle ore 18 tra Udinese e Empoli.

I friulani vogliono tornare a correre dopo le 2 sconfitte vs Palermo e Lazio, precedute dalla vittoria allo Juventus Stadium.
In tutte le gare disputate, soprattutto nell'ultima all'Olimpico, la squadra è parsa spesso troppo rinunciataria e nell'1-0 vs i la Vecchia Signora la buona sorte ha fatto la sua parte.

L'Empoli, al contrario, gioca un calcio propositivo e ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato: 1 punto in 3 gare, ottenuto nell'ultimo turno vs il Napoli (2-2). La stagione di Merkel, costretto a un intervento chirurgico in seguito alla lesione al crociato del ginocchio destro, rischia di essere già finita. L'assenza del tedesco naturalizzato kazako si aggiunge a quella di Guilherme e Widmer. Negli ospiti Giampaolo recupera Buchel (andrà in panchina), sempre out Mchedlidze e Cosic.

Alle 20.45 partita fondamentale per il Milan, che dopo 3 punti in altrettante gare (perlopiù guadagnati fortunosamente vs l'Empoli) spera di riscattare subito la sconfitta del derby. Non sarà sicuramente una passeggiata, il Palermo è ancora imbattuto ed a + 4 dai rossoneri.
Mihajlovic dovrebbe confermare gli 11 sconfitti dall'Inter; l'unico dubbio riguarda il trequartista, con il probabile avanzamento di Bonaventura e l'inserimento di Poli come interno. In tal caso andrebbe in panchina Honda.
Negli ospiti torna a disposizione e tra i titolari Rigoni. In avanti Iachini dovrebbe confermare Quaison e Vazquez alle spalle di Gilardino.

La domenica calcistica inizia una sfida al vertice: il Chievo Verona, reduce dal pareggio esterno vs la Juventus e a quota 7 punti, ospita l'Inter, capolista solitaria a punteggio pieno.
Maran dovrebbe confermare gli 11 imbattuti a Torino, con Rigoni al fianco di Hetemaj in mezzo al campo e Meggiorini favorito su Mpoku per un posto in attacco con Paloschi.  
Mancini punta a recuperare Miranda, ancora alle prese con la distrazione al legamento rimediata con la Nazionale brasiliana. Il difensore si sta allenando a parte, come Juan Jesus infortunatosi nel derby. Da non escludere una chance per Ljajic, con il contemporaneo riposo di Jovetic in vista del turno infrasettimanale di mercoledì prossimo.

Alle 15 si svolgono 5 gare: Atalanta-Verona, Bologna-Frosinone, Genoa-Juventus, Roma-Sassuolo e Torino-Sampdoria. L'Atalanta, a quota 4, viene dallo spettacolare pareggio a Sassuolo (2-2).
Il Verona ha pareggiato sempre per 2-2 vs il Torino ed è alla ricerca della prima vittoria stagionale. Squalificato Pinilla, ci sarà Denis al centro dell'attacco.
Reja deve far fronte all'emergenza in corsia sinistra: Dramè ha mal di schiena e Brivio è alle prese con un brutto mal di gola. Se nessuno dei due dovesse farcela potrebbe cambiare fascia Bellini, con Masiello terzino destro. Mandorlini dovrebbe attuare un turnover in vista delle sfide vs Inter e Lazio. In panchina scalpita Pazzini, che potrebbe far rifiatare Toni.

Al Dall'Ara si affrontano Bologna e Frosinone per uscire dai bassifondi della classifica.
Il Bologna cerca i primi punti in campionato, il Frosinone vuole ripetere la buona prestazione fornita vs la Roma (nonostante il risultato finale sia stato di 0-2). Giaccherini è fuori per almeno due settimane dopo lo stiramento all'adduttore. Non ci saranno neppure Brighi, Krafth e Zuculini, ancora infortunati. Allarme per Donsah: se non ce la fa, gioca Diawara.
Negli ospiti da valutare le condizioni di Carlini e Gucher.

Il Genoa vuole dare continuità al proprio rendimento interno e per farlo ci vorrà una prestazione quasi perfetta.

Al Ferraris arriva una Juventus arrabbiata, incredibilmente ancora a quota 1 punto ma con un entusiasmo ritrovato grazie alla vittoria in Europa sul campo del Manchester City.
Gasperini, sempre senza Perin, Munoz, Gakpè e Pavoletti, deve rinunciare anche a T. Costa, infortunatosi nella sconfitta a Firenze. In avanti Lazovic è favorito su Perotti e D. Capel per un posto nel tridente.
Paul Pogba è alle prese con un leggero stato influenzale, ma c'e' ottimismo sul suo recupero. Allegri ha provato il 4-4-2 con Cuadrado e Alex Sandro esterni. In attacco sempre 2 posti per Mandzukic, Morata e Dybala (l'argentino è partito in panchina in Champions).

All'Olimpico va in scena una sfida che promette spettacolo: la Roma, a - 2 dall'Inter e reduce dal pareggio (che vale una vittoria) vs i marziani del Barcellona, ospita il Sassuolo, anch'esso a quota 7 punti.
Garcia dovrebbe attuare un po' di turnover: Maicon per Florenzi, Vaniqueur per Keita e Iturbe per Iago sono i cami più probabili. Di Francesco conferma i titolarissimi con Gazzola al posto dello squalificato Vrsaliko.

Altra sfida, quella all'Olimpico di Torino, tra 2 compagini ancora imbattute e appaiate al secondo posto in classifica.
Dopo la tegola Avelar, Ventura schiererà Molinaro sulla sinistra. Ballotaggi tra Peres e Zappacosta, Acquah e Benassi e e tra Belotti e Maxi Lopez. Difficile il rientro di Gazzi, alle prese con una distorsione alla caviglia.
Nella Sampdoria da valutare le condizioni di Cassani, qualora non ce la facesse spazio e a Pereira. Recuperato Cassano, è tra i convocati.

Alle 18 il Carpi sfida la Fiorentina. La squadra di Castori ha fatto passi in avanti e nell'ultimo turno ha sfiorato la vittoria al Barbera, totalizzando comunque il primo punto nella massima serie. I viola hanno perso giovedì in Europa League vs il Basilea e in campionato sono terzi a 6 punti.
Negli emiliani torna dalla squalifica Cofie, che potrebbe esser schierato nell'undici titolare al posto di Bianco. In attacco ballottaggio tra Borriello e Mbakogu. In porta Benussi è in vantaggio su Brkic. Per archiviare la sconfitta in Europa Paulo Sousa si affida a Giuseppe Rossi. A centrocampo potrebbe essere impiegato Vecino.




Napoli-Lazio chiude la giornata. I partenopei avranno il dente avvelenato vs la squadra nella scorsa stagione gli ha strappato il pass per i preliminari di Champions, battendoli al San Paolo nell'ultimo turno.
Entrambe sono reduci dagli impegni in Europa League: il Napoli ha sconfitto il Bruge 5-0, la Lazio è stata raggiunta oltre lo scadere dell'ultimo minuto di recupero dal Dnipro, concludendo la trasferta ucraina sull'1-1. I partenopei non hanno ancora vinto e Sarri spera nei 3 punti per far quietare un ambiente già preoccupato.
Nei padroni di casa Jorginho è in vantaggio su Valdifiori, quest'ultimo non al meglio. Pioli è ancora alle prese con le assenze pesanti di De Vrij, Biglia, Klose e Djordevic, a cui si aggiunge quella probabile di Morrison. In avanti sicuri del posto Keita e Candreva, risparmiati nella sfida europea.


Pubblicato il 18/09/2015

Tags:  seriea 










Contatti
Contatti