Feed RSS

94esimo campionato italiano di basket


Con la prima giornata già in archivio il campionato italiano di pallacanestro si appresta ad entrare nel vivo.




Nel primo turno Sassari e Reggio Emilia hanno rispettato il pronostico vincendo le rispettive gare contro Vanoli Cremona e Manital Torino, mentre è subito caduta in trasferta l'Olimpia Milano sul campo della Dolomiti Energia Trentino.
Ha perso anche l'Umana Venezia in casa della Virtus Bologna.

Le favorite per il titolo


Sono le quattro squadre già citate in apertura, sorprese permettendo. In realtà i valori di questo campionato sono ancora indecifrabili e l'incertezza che ha contraddistinto l'ultima stagione consiglia molta prudenza nei pronostici.

Milano vuole riprendersi lo scettro conquistato nella stagione 2013/2014 puntando anche su Cinciarini, mentre i campioni in carica della Dinamo Sassari proveranno a difendere il titolo ripartendo da una certezza come David Logan.
Reggio Emilia si affida alla linea italiana (nessun americano nella rosa), mentre Venezia sarà guidata ancora una volta da un allenatore esperto come Recalcati.





Le outsider


Brindisi guida il lotto delle outsider che potrebbero dar fastidio in zona play off.
Come Trento la squadra di Bucchi sarà, però, impegnata anche in Eurocup correndo il rischio di pagare dazio in termini di forma fisica.
Brindisi si affida soprattutto alla coppia Reynolds-Banks, all'estroso Harris e a Kenny Kadji, campione d’Italia con Sassari.
Da tenere d'occhio anche un possibile exploit di Trento che richiama in Italia Peppe Poeta e ingaggia Julian Wright.
La Virtus Bologna di Allan Ray e Diego Flaccadori sogna di tornare a fare la voce grossa in campionato, così come Varese, entrambe nel limbo delle 16 squadre di Serie A.
Pistoia e Cremona sono in attesa di un esame di laurea da grande squadra, mentre si guarda con curiosità alla neopromossa Torino.
Linea verde, invece, per Cantù di coach Corbani, che ha puntato sui giovani.

La probabile zona retrocessione


Riuscirà nuovamente Pesaro a salvarsi?

I marchigiani di coach Paolini confidano nella freschezza atletica di un gruppo in cui il più vecchio ha 25 anni.

In lizza per la salvezza c'è anche Capo d’Orlando che ha costruito una squadra eterogenea tra giovani (cinque under 20, tra cui Laquintana) e più esperti (Nicevic, Basile) più la punta di diamante Stojanovic.
Avellino ha pescato alcuni elemeni da Cantù (Sacripanti in panchina, Leunen e Buva in campo), mentre Caserta (ripescata dopo la retrocessione di Roma per mancanza di fondi) si affida soprattutto a Peyton Siva, campione Ncaa nel 2013 con Louisville.

Basket, Lega Serie A1 2015/2016: le quote antepost dei bookmakers


Scorrendo le quote della lavagna Snai (e dei principali siti di scommesse) dedicata alle scommesse antepost, si può notare una certa fiducia dei bookmaker italiani nei confronti dell'Olimpia Milano, il cui valore è fissato a 1.85.
La squadra di Jasmin Repesa è seguita a debita distanza da Reggio Emilia e Sassari, entrambe quotata a 5.00.
La vittoria finale di Venezia vale invece 10 volte la scommessa, più staccata Brindisi la cui quota è fissata a 15.00.

Decisamente meno probabile il trionfo di Avellino e Cantù, secondo Snai (33.00 e 40.00).
Ancor più indietro Pistoia e Trento (66.00), mentre Bologna, Caserta e Varese stazionano a quota 100.00.

Chiudono il lotto delle squadre Capo d'Orlando, Torino, Pesaro e Cremona, tutte a quota 200.00.


Pubblicato il 09/10/2015

Tags:  basket legaseriea 










Contatti
Contatti