Feed RSS

Lazio-Juventus, il match clou di Serie A, precedenti e curiosità


La quindicesima giornata di Serie A si aprirà con Lazio-Juventus alle 20.45 di venerdì sera.





E' una partita che rappresenta un crocevia soprattutto per i biancocelesti e per Pioli, a secco di vittorie in campionato da troppo tempo.
Il tecnico emiliano, uno dei protagonisti dell'ottima stagione 2014/2015, potrebbe essere esonerato in caso di sconfitta contro i bianconeri.

Dall'altra parte c'è una Juventus lanciatissima nella sua rincorsa ai primi posti della classifica che ovviamente scenderà in campo per vincere la sua quinta partita consecutiva in campionato.

Le probabili formazioni di Lazio-Juventus


Problemi di formazione per entrambi gli allenatori in vista di questa sfida.

In casa Lazio Pioli deciderà solo all'ultimo momento se schierare Basta e Lulic (molto improbabile l'impiego di quest'ultimo elemento, operato pochi giorni fa per una frattura alla mano destra).
Konko e Radu sono pronti a sostituirli, mentre al centro della difesa davanti a Marchetti ci sarà Gentiletti che sarà affiancato da uno tra Mauricio (favorito) e Hoedt. A centrocampo Biglia e Parolo sicuri del posto da titolare.

In base al modulo Pioli dovrà scegliere come supportare Klose, l'attaccante favorito per un posto da titolare.
Non è improbabile una nuova esclusione per Felipe Anderson con Kishna o Keita pronti all'occorrenza, mentre Candreva giocherà dal primo minuto.





Per Massimiliano Allegri i problemi riguardano soprattutto la zona centrale del campo.

L'assenza più pesante sarà quella di Paul Pogba per squalifica.
In alternativa il tecnico toscano, oltre a Sturaro e Marchisio, spera di poter schierare Khedira o Lemina a centrocampo, ma non è escluso l'impiego di Padoin.
In avanti tridente con Mandzukic, il confermatissimo Dybala e Cuadrado.

Si prevede una nuova panchina per Alvaro Morata.

Difesa titolare con Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini ed Evra davanti a Buffon.

Precedenti e curiosità di Lazio-Juventus


Sarà il 143esimo confronto nella storia della Serie A tra i capitolini e la Vecchia Signora.
Il bilancio è favorevole ai bianconeri con 74 vittorie a 32 (36 i pareggi).
In casa della Lazio sono stati 71 i confronti e anche in questo caso, grazie soprattutto alle numerose affermazioni degli ultimi anni, la Juventus comanda con 29 vittorie a 24.
I bianconeri, infatti, hanno vinto 7 degli ultimi 10 confronti ufficiali, comprese le finali di Coppa Italia e Supercoppa Italiana.

La Lazio non batte la Juventus dal 29 gennaio 2013 quando con il 2-1 nella semifinale di ritorno all'Olimpico si assicurò l'accesso alla finale di Coppa Italia.

L'ultima vittoria in campionato dei romani risale addirittura al 6 dicembre del 2003 (2-0 con reti di Corradi e Fiore).

Negli ultimi tempi i rapporti tra le due società non sono buonissimi, sopratutto dopo l'infelice battuta di Lotito su Marotta ("Con un occhio gioca a biliardo, con l'altro tiene i punti"), e anche i rapporti tesi tra la Juventus e il presidente federale Tavecchio, (pienamente supportato invece dal presidente biancoceleste) non aiutano, ma la storia dei due club è ricca di aneddoti e di personaggi che hanno vestito le maglie delle due squadre o ricoperto vari ruoli al di fuori del campo.





Dino Zoff, simbolo in campo di una Juventus stellare e punto di riferimento della Lazio di Cragnotti, è uno di questi: la notizia dei giorni scorsi che riguardava il suo stato di salute ha messo in apprensione tutti gli sportivi e i due club hanno salutato con un sospiro di sollievo le sue rassicurazioni.

Il passaggio di Pavel Nedved alla Juventus nel 2001 fu vissuto come un trauma dai tifosi laziali.
Il ceco era il miglior giocatore dei biancocelesti e il suo addio segnò un punto di svolta per il club che si apprestava ad entrare in una difficilissima fase economica.
Nedved si ambientò subito a Torino e divenne uno degli idoli della tifoseria juventina.

Il suo legame con i colori bianconeri si è rafforzato ulteriormente con il ruolo di vicepresidente che ricopre dal 23 ottobre del 2015.





Chiudiamo la rassegna con due grandissimi calciatori che hanno vestito le maglie di Lazio e Juventus: Michael Laudrup e Alen Boksic.

Il talentuoso danese fu acquistato nel 1983 dalla Juventus e arrivò a Roma in prestito biennale perché i bianconeri non potevano schierare un altro straniero.
Discorso diverso per l' “Alieno” (il soprannome coniato dai tifosi laziali): Boksic miltò dal 1993 al 1996 alla Lazio prima di passare alla Juventus per una stagione in cui vinse lo Scudetto, la Coppa Intercontinentale e la Supercoppa Europea.

Poi fece ritorno a Roma dove rimase per altre tre stagioni in cui conquistò con la maglia biancoceleste svariati titoli, tra cui lo Scudetto del 2000.


Pubblicato il 03/12/2015

Tags:  serie a  seriea juventus lazio 










Contatti
Contatti