Feed RSS

Brasile - Croazia:inizia il Mondiale dei Mondiali


E’ partito il mondiale dei mondiali!

E subito sono emerse tutte le contraddizioni di un paese che da una parte è simbolo di festa, colore ed allegria, dall’altra è attanagliato dalla povertà; dove il boom economico ha interessato solo una piccola parte della popolazione, mentre la maggior parte vive in condizioni disagiate.
E anche questo mondiale ha portato vantaggi solo a pochi, da qui le proteste contro il governo e la stessa Fifa.

Alle 20.30 (ora italiana) è partita la cerimonia che ha dato il via al MONDIALE 2014 !
Cerimonia che è apparsa un po’ sottotono, probabilmente volutamente, durata solo 25’ e senza particolari acuti.
Così nella giornata della festa del calcio, nel paese del calcio, mentre uno stadio gremito festeggiava l’esordio dei Verdeoro, in giro per San Paolo si sono verificati diversi scontri con tre feriti fortunatamente non gravi. E il clima rimane teso, con le proteste che continuano, alcune pacifiche altre un po’ meno, soprattutto dove ci sono delle telecamere.

Ma veniamo al calcio giocato, la partita d’esordio è andata secondo le previsioni con la vittoria del Brasile per 3-1 e doppietta di Neymar, osservato speciale ed autore di un’ottima partita, sempre al centro del gioco, con grande personalità nonostante i soli 22 anni.
Ma se va sicuramente a Neymar la palma di migliore in campo, non è stata certo una passeggiata per i padroni di casa.


La Croazia si è dimostrata una buona squadra, compatta e ben organizzata.
Ha ovviamente pensato più a difendersi, ma nelle ripartenze è sempre stata pungente.
E proprio con una ripartenza sulla fascia è arrivato il gol del vantaggio dopo soli 11’ grazie ad una deviazione nella propria porta di Marcelo.

Dopo la doccia fredda, i verdeoro si sono riorganizzati e hanno trovato il pareggio con un tiro da fuori di Neymar molto angolato ma che non sembrava irresistibile.

Dopo un primo tempo piacevole in cui tutto sommato il pareggio era il risultato più giusto, il Brasile è riuscito a sbloccare il risultato solo grazie ad un bel regalo dall’arbitro giapponese Nishimura, che ha concesso un rigore inesistente e per tutta la partita ha dato l’impressione di non voler rovinare la festa dei padroni di casa.

L’impressione è che il Brasile nonostante sia imbottito di campioni non abbia un gioco ben definito e sia un po’ ballerino in difesa.
Ma ha comunque superato l’ostacolo della partita d’esordio, con tutte le tensioni che si portava dietro per una squadra molto giovane e con l’obbligo di vincere.
La Croazia è sembrata una squadra compatta, organizzata e con delle buone individualità, che può tranquillamente passare il turno nonostante questa sconfitta.

BRASILE-CROAZIA 3-1 (Primo Tempo 1-1)

MARCATORI: 11' (aut.) Marcelo (C), 29' pt Neymar (B); 26' (rig.) Neymar, 46' st Oscar (B)

BRASILE (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, David Luiz, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho (16'st Hernanes), Luiz Gustavo; Hulk (21'st Bernard), Oscar, Neymar (42'st Ramires); Fred. (Jefferson, Victor, Dante, Maicon, Maxwell, Henrique, Willian, Fernandinho, Jo). All. Scolari.
CROAZIA (4-2-3-1): Pletikosa; Vrsaljko, Corluka, Lovren, Srna; Modric, Rakitic; Olic, Kovacic (15' st Brozovic), Perisic; Jelavic (32'st Rebic). (Subasic, Zelenika, Vida, Schindelfeld, Vukojevic, Mocinic, Sammir, Eduardo). All. Kovac.
ARBITRO: Nishimura (Giappone).

NOTE
Pomeriggio sereno, terreno in ottime condizioni.
Spettatori: 62.103.
Ammoniti: Neymar (B), Corluka (C), Lovren e Luis Gustavo (B).
Angoli: 7-3.
Recupero: 2'; 4'.


News da casa italia: visite mediche tutto sommato positive per De Sciglio, si tratta solo di una contratture.
Sicuramente salterà la partita contro l’Inghilterra, ma rimane in Brasile e dovrebbe recuperare in 4/5 giorni.


Pubblicato il 14/06/2014

Tags:  brazil2014 mondiali brasile croazia 










Contatti
Contatti