Feed RSS

Il weekend in Europa


La Premier League rimane con la Serie A il campionato piu' aperto, mentre gli altri campionati europei sembrano ormai chiusi.




LIGUE 1


In Francia a 7 giornate dalla fine tiene banco la lotta Champions, con Lione-Monaco che alla penultima giornata potrebbe essere decisiva.

Il condizionale è però d’obbligo visto che il Monaco, con la grande vittoria a Parigi, ha blindato i suoi 5 punti di vantaggio sulle inseguitrici, Nizza, Lione e Rennes.
Inoltre il calendario questa volta dice male al Nizza, che dovrà lui fare visita al PSG, che punto dall’orgoglio non vorrà farsi battere in casa per la seconda volta di fila.

Il Lione invece sarà ospitato dal Lorient, squadra ostica, mentre il Rennes è quello messo meglio, affrontando il Reims tra le mura amiche.

Il Monaco stesso non sembra avere un impegno gravoso contro il Bordeaux, nobile decaduta che veleggia a metà classifica anonimamente.

In fondo, oltre al Troyes già spacciato, il Tolosa è alle prese con una sorta di ultima spiaggia nel match casalingo con il Caen assolutamente da vincere se vuol tenere in vita la speranza, mentre per Guingamp e Montpellier l’occasione è buona per tirarsi fuori dalle sabbie mobili.




BUNDESLIGA


Il Bayern pare essersi lasciato alle spalle il momento di crisi mantenendo intatto il margine di vantaggio sul Dortmund, che dal canto suo non demorde; difficile che le cose cambino in questo turno con Bayern-Francoforte e Dortmund-Brema che sulla carta non sono partite insidiose.

Decisamente più avvincenti le situazioni per i posti europei e per i posti salvezza, parecchie le squadre coinvolte.

È infatti proprio per il terzo posto il big-match del turno, Gladbach-Herta, l’occasione perfetta per i padroni di casa per rientrare nei giochi, e per gli ospiti per legittimare le proprie ambizioni.

Attesissima anche Leverkusen-Wolfsburg, chi perde è quasi fuori, e se il Mainz ha la possibilità di rimettersi in carreggiata in casa contro l’Augsburg, quello messo meglio è lo Schalke, che troverà un Ingolstadt in crisi.

Un calendario amico nella parte bassa della classifica per l’Hoffenheim lanciatissimo, che in casa con il Colonia darà tutto cercando di limare punti d’oro alle rivali tutte alle prese con partite complicate.




EREDIVISIE


Per qualcuno la Eredivise è finita con la vittoria dell’Ajax a Eindhoven contro i grandi rivali del Psv, senza contare che questi ultimi dovranno vedersela fuori casa contro Alkmaar, mentre i nuovi capoclassifica ospiteranno il più comodo Zwolle.

Tutto deciso a 6 turni dalla fine?
Forse, ma è da questa giornata che lo capiremo, dalla reazione del Psv.

Una cosa a due anche per il terzo posto, con il Feyenoord ormai pienamente recuperato dopo il terribile ed inaspettato inizio 2016 shock che tuttavia non potrà cullarsi nel sonno con l’Alkmaar distante 2 punti.

Per quanto riguarda la salvezza di lotte ce ne sono due dopo che il Roda si è tirato fuori dalla stessa probabilmente in via definitiva, per il penultimo posto che vale lo spareggio e per il quartultimo che vale il traguardo.
In questo turno avremo la prima risoluzione con il delicatissimo Graafschap-Cambuur.




LIGA


Anche se i giochi sono fatti, andrà in scena la partita più attesa: il classico, Barcellona-Real Madrid.
Motivi a bizzeffe ovviamente, con i blaugrana che vorranno infliggere l’ennesima batosta dell’anno ai rivali, che dal canto loro hanno l’occasione di raddrizzare una stagione al di sotto delle attese, magari puntando di nuovo al secondo posto diventato possibile dopo l’inaspettato tonfo dei cugini dell’Atletico a Gijon.

Quel che è certo è che non mancherà lo spettacolo.

Si diceva dell’Atletico Madrid, che in casa contro il Betis può tenersi a distanza di sicurezza potendo legittimamente sperare di guadagnare qualcosa sul Real, mentre per il quarto posto il Villareal avrà il morale alle stesse dopo la rimonta sul 2-2 contro il Barcellona e trasferta contro l’Eibar non sembra più così preoccupante.

Celta, Sivilglia e Bilbao giocano tutte in casa e non si daranno per vinti.

Frizzante anche la coda, con sei squadre in 4 punti per tre posti buoni.




PREMIER LEAGUE


La Premier League è sempre stato il campionato più seguito, e figuriamoci quanto lo possa essere ora, con tutto il mondo che tifa per il grande sogno del Leicester, mai come in questo momento realizzabile incredibilmente.

Questo turno è fondamentale, perché è vero che per gli uomini di Ranieri non sarà facile battere in casa il Southampton, squadra mai facile e in forma, ma il Tottenham, il grande avversario, dovrà andare a Liverpool, giocando prima del Leicester e con una pressione terribile da buttargli eventualmente addosso in caso di vittoria.

Ma l’interesse non si ferma qui perché mentre l’Arsenal è sicuro del suo posto- Champions pur avendo per l’ennesima volta ceduto nel momento risolutore, per il quarto posto è ancora tutto da decidere tra le due squadre di Manchester che dovranno vedersela anche con il sorprendente West Ham, che non ne vuole sapere di abbandonare la carrozza.
Inoltre questo turno è favorevole agli hammers, impegnati in casa con il Palace, mentre il City balbettante del periodo andrà a Bournemouth e lo United ospiterà l’Everton.

Norwich-Newcastle invece è una partita drammatica per non scivolare in Championship.


Pubblicato il 31/03/2016

Tags:  bundesliga liga premierleague eredivisie ligue1 










Contatti
Contatti