Feed RSS

Il weekend in Europa


Campionati apertissimi in Spagna e Inghilterra, lotta per l'Europa in Francia e Germania.




LIGUE 1


Molto pepe nel campionato francese, con quattro squadre in 4 punti per la zona Champions e tre squadre in 3 punti per la lotta per la salvezza, con un solo posto buono.

Partiamo dall’alto, dopo una giornata in cui il Monaco è risorto vincendo il derby del Sud col Marsiglia e sfruttando nel contempo il pari delle due concorrenti diretti Lione e Nizza.
Ne ha approfittato anche il St.Etienne, che vincendo anche a Bastia ha allungato a quattro i successi di fila e se ci credeva prima figuriamoci ora.

Non ci sono scontri diretti, ma il calendario assegna partite teoricamente facili a quelli più dietro, Nizza e St.Etienne, che giocheranno in casa contro il pericolante Reims e il tranquillo Lorient, mentre il Monaco deva andare a Rennes contro una squadra in crisi ma che ha l’ultimissima occasione per tenersi in corsa per l’Europa League, mentre il Lione dovrà vedersela a Tolosa contro un avversario in forma e con il coltello tra i denti.

Del Reims si è già detto infatti, e l’altra squadra coinvolta nella zona calda, l’Ajaccio, è attesa al derby corso contro il Bastia.




BUNDESLIGA


Giochi aperti anche in Germania per le posizioni che valgono l’Europa e con gruppone ammassato in coda.

Il Leverkusen non sta sbagliando un colpo e col successo sul Francoforte ha preso 3 punti a tutte e sei le squadre che lo seguivano in classifica, tutte sconfitte.
Queste ultime hanno a loro volta il loro momento negativo: l’Herta ha perso contro l’Hannover che ha un piede in B, il Gladbach ne ha perse due di fila, il Mainz ha vinto una volta nelle ultime sette partite e anche lo Schalke non riesce a cambiare marcia.
Proprio quest’ultimo sarà ‘avversario del Leverkusen, in un caldissimo classico della Bundesliga che è l’ultimo treno per i padroni di casa e il trampolino decisivo per il terzo posto per gli ospiti.

In coda ci sono sei squadre in 4 punti e solo una sarà condannata, a meno di recuperi che sarebbero clamorosi da parte di Hannover e Francoforte.

Il derby del Nord tra Amburgo e Brema sarà il match più atteso della parte bassa.




PREMIER LEAGUE


Solo sette partite nel turno spezzettato, ma ci saranno le due in lotta per il titolo, Leicester e Tottenham.
Il margine adesso è di 5 punti ed entrambe hanno in programma incontri casalinghi in teoria comodi, ma in pratica solo per il Tottenham, che non dovrebbe avere problemi con il West Brom.
Il Leicester di Ranieri invece, oltre ad essere privo di Vardy, affronterà uno Swansea pericoloso che Guidolin ha rimesso in piedi e chissà cosa si diranno i due allenatori italiani quando si stringeranno la mano.

Insomma, un turno che potrebbe regalare sorprese.

Giocheranno anche Arsenal e Manchester City ancora in lotta per il terzo posto aspettando lo United e giocheranno due delle tre in lotta per la salvezza, Suderland e Newcastle, con il Norwich che starà alla finestra a gufare.
Gufi grossi tra l’altro, perché il Newcastle andrà a Liverpool contro i Reds, mentre il Sunderland ospiterò proprio l’Arsenal: partite drammatiche.




LIGA


Le otto sberle rifilate in trasferta al La Coruna hanno rimesso in piedi il Barcellona, che per lo meno ha reagito a questo clamoroso scombussolamento.
Mancano quattro partite ed è tutto nelle sue mani, anche perché Atletico Madrid e Real dovranno cominciare a preparare le loro semifinali di Champions e giocoforza perderanno un po’ di concentrazione, oltre a qualche uomo per il turn over.

Dovrebbe essere una giornata tranquilla, con qualche piccola insidia in più per il Real che giocherà il derby con il Vallecano, che dopo le vittorie di tre concorrenti per la salvezza nel turno infrasettimanale non può più dormire sonni tranquilli.

Tre vittorie in coda che rendono ancor più avvincente la bagarre, con il Levante che dopo aver perso lo scontro diretto contro il Granada dovrà fare un piccolo miracolo.
Villareal e Siviglia invece hanno staccato la spina pensando alle loro semifinali di Europa League.


Pubblicato il 22/04/2016

Tags:  ligue1 bundesliga premierleague liga 










Contatti
Contatti