Feed RSS

Leicester campione, il sogno dei coraggiosi scommettitori si avvera


Quando Claudio Ranieri è stato ingaggiato dalla dirigenza del Leicester molti tifosi delle Volpi hanno mugugnato.
Qualcuno si è anche spinto oltre, criticando aspramente sulla pagina Facebook del club inglese la scelta di affidare la panchina al tecnico italiano.




Le previsioni dei principali siti di scommesse non erano certamente delle più rosee e molti bookmakers ipotizzavano una rapida retrocessione del Leicester.
La quota per il titolo del Leicester era stata fissata a 5mila, quasi uno sberleffo per il Leicester.

Ranieri e il suo team non si sono persi d'animo e ha costruito, mattoncino dopo mattoncino, un'impresa che rimarrà sicuramente nella storia del calcio mondiale.
Un club che ha sempre viaggiato sull'altalena tra Premier League e serie minori, con un Palmares misero rispetto alle più quotate pretenndenti al titolo (3 coppe di Lega e una Community Shield).

Il Leicester di Morgan, Vardy, Kanté e Mahrez ce l'ha fatta sovvertendo tutti i pronostici immaginabili, in un calcio fatto di grandissimi investimenti in cui questo tipo di storie incredibili non si avverano neanche nei sogni.
Ma nel bel mezzo delle spietate previsioni di allibratori e addetti ai lavori a inizio stagione più di qualcuno ha deciso di puntare forte sul Leicester.

La tipica audacia di scommettitori e tifosi è stata ripagata dopo il fischio finale di Chelsea-Tottenham, partita terminata 2-2 che ha consegnato il titolo al Leicester.
Oltre alla rivelazione di Tom Hanks pochi giorni fa in questo spazio abbiamo parlato più volte di altri scommettitori che hanno puntato sul Leicester campione d'Inghilterra ad agosto.




Le ultime notizie d'Oltremanica riferiscono di un anonimo tifoso del Warwickshire che in estate ha puntato ben 50 sterline, ma prima della partita col Watford ha accettato 72mila sterline rincunciando alla prospettiva di vincerne 250mila.

Il 59enne tifoso John Pryke si è concesso lo sfizio di puntare 20 sterline, ma poi ne he riscosse “solo” 29mila riscosse prima del tempo (71mila sfumate).

C'è anche chi ha avuto il coraggio di aspettare l'epilogo del campionato come Leigh Herbert: 5 sterline giocate e 25mila vinte.

Il Sun, invece, racconta un'altra storia, ma non a lieto fine come le precedenti.
E' il caso di John Micklethwaite, direttore dell'agenzia di stampa Bloomberg, che, per la prima volta dal 1996, non ha giocato le consuete 20 sterline sul Leicester vincitore del titolo di Premier League. "È il mio rito di ogni fine estate ma l'anno scorso mi sono trasferito a New York per lavoro e me ne sono scordato..."


Pubblicato il 03/05/2016

Tags:  leicester premierleague 










Contatti
Contatti