Feed RSS

Euro 2016: il girone D


Dopo il disastroso mondiale la Spagna e' chiamata al riscatto, come favorita del girone D, abbordabile ma che nasconde qualche insidia.

GIRONE D




SPAGNA


Fa davvero pensare il fatto che la Spagna alla vigilia sia solamente la terza favorita per i bookmakers, che la offrono a 6,5, quota che senza dubbio tenterà tantissimi scommettitori.

Impressionante la vastità delle possibili scelte per Vicente del Bosque, saggio timoniere nel mare della qualità della sua squadra, che può giocare in mille moduli differenti e sempre con formazioni ultracompetitive.
Questa può infatti essere la vera arma delle furie rosse, la loro grande versatilità tattica unita ad una tecnica sopraffina, verosimilmente la migliore dell’intero torneo.

Anche se le altro squadre non sono male, la Spagna come vincitrice del suo girone è la base perfetta per impostare i multipli per impostare le scommesse di questo tipo.

CROAZIA


Dietro la Spagna può spuntare la Croazia, in linea teorica la seconda squadra più ricca di talento e qualità del girone. In teoria, si badi bene, perché questa resta una squadra capace di tutto, sia nel bene che nel male, come si è visto chiaramente nel girone di qualificazione dell’Italia.

Il centrocampo è molto forte, capeggiato dai top players Modric e Rakitic con Kovacic pronto ad esplodere e con i solidissimi Perisic e Brozovic a supporto.
L’attacco non si discute con Mandzukic seguito dai Kalinic e Kramaric, mentre sull’effettiva tenuta della difesa contro attacchi di un certo tipo qualche dubbio sussiste.




REPUBBLICA CECA


I cechi solitamente sanno giocare a calcio.

Pavel Vrba lo sa e i suoi li fa giocare, e il semplice fatto che siano stati tanti i marcatori nella partite di qualificazione lo dimostra chiaramente.

Una squadra che ha un solo grande campione, e in porta, ma Petr Cech riesce ad incutere grande sicurezza, e il fatto che questi giocatori si conoscono bene è un altro dato a favore di una nazionale che potrebbe passare a sorpresa se la Croazia dovesse indugiare troppo rimanendo troppo davanti allo specchio.

Per molti di questi giocatori c’è aria di congedo dopo questo Europeo, e vorranno chiudere bene la loro esperienza in nazionale.

TURCHIA


Curiosamente il sorteggio ha messo nuovamente di fronte Turchia e Rep Ceca, già incontratesi nel girone di qualificazione, vinto dai cechi e con i turchi terzi.
Turchia che è andata un po’ a corrente alterna, ma che ha qualità nella sua rosa, visto che Arda Turan e Hakan Calhanoglu non hanno niente da invidiare a nessuno.

Il bomber Burak Yilmaz ha sempre risposto presente quando chiamato dalla Cina e i due centrocampisti del Fenerbahce Tufan e Topal hanno offerto garanzie.

Insomma tecnicamente la squadra ci sarebbe e la speranza è che le fasi buie spariscano confidando nella carica che la maglia della nazionale regala a iosa tra i giocatori turchi.


Pubblicato il 07/06/2016

Tags:  euro2016 










Contatti
Contatti