Feed RSS

Euro 2016 | L'Italia di Conte ai raggi X: la squadra, il modulo, le speranze


Questa sera inizierà il Campionato Europeo di calcio con i padroni di casa della Francia e la Romania che daranno il calcio di inizio alle ore 21.00.

L'Italia di Antonio Conte esordirà lunedì 13 giugno contro il Belgio, alle ore 21.00.





Gli azzurri iniziano la competizione con l'impegno più difficile in un girone in cui figurano anche Svezia e Irlanda.

I Diavoli Rossi di Marc Wilmots si presentano all'Europeo con buone chance di vincere il gruppo E e discrete possibilità di arrivare fino in fondo (quota antepost 10.00 per la vittoria finale).
Freschezza atletica, tecnica e imprevedibilità sono le doti principali dei belgi che però non eccellono nella fase difensiva e per quanto riguarda la tenuta mentale.

L'Italia: il modulo, i punti di forza e i lati deboli


Il Belgio, in sostanza, sembra un collettivo per caratteristiche opposto rispetto all'Italia che, almeno sotto questo aspetto, rispetta la propria tradizione decennale con una difesa piuttosto solida e un'ottima organizzazione tattica.

Gli azzurri hanno vinto il girone di qualificazione piazzandosi davanti alla Croazia e subendo 7 reti, tuttavia la difesa ha chiuso del tutto la saracinesca nelle ultime uscite amichevoli e la squadra ha dimostrato di aver assimilato alla perfezione gli insegnamenti di Conte.
Gli avversari, Scozia e Finlandia, non rappresentavano sicuramente ostacoli insormontabili, ma molte delle favorite dell'Europeo non hanno offerto prove indimenticabili nelle amichevoli di preparazione.

Il reparto arretrato è la base su cui Conte spera di costruire qualcosa di grande in questo torneo.
Il tecnico pugliese avrà sotto la sua guida il trio di fedelissimi juventini composto da Chiellini, Bonucci e Barzagli, che proteggerà la porta dell'immarcescibile Buffon.

Conte spera di cementare l'ordine tattico mostrato recentemente dall'Italia con il modulo a lui caro, il 3-5-2, il più equilibrato per gli uomini che ha disposizione.





La formazione “tipo” presenta più incertezze a centrocampo, ma (forma fisica permettendo) il dinamismo e la forza di Giaccherini, De Rossi e Florenzi, con i due stantuffi Candreva-Darmian formerebbe una buona mediana.
Il duo di attacco, in questo caso, potrebbe esser composto da Pellè (il più sicuro del posto da titolare tra gli attaccanti) ed Eder, anche se la coppai Zaza - Immobile ha fatto bene nell'ultima uscita, e lo juventino sembra tra i piu' in forma.
 
Da escludere, almeno per il momento e soprattutto per la scarsa forma fisica mostrata nelle amichevoli, l'impiego di Thiago Motta dal primo minuto.

Difficile poter fare molti stravolgimenti in un campionato di breve durata, ma a seconda delle eventualità, degli uomini a disposizione e dell'avversario da affrontare Conte potrebbe optare per un 4-4-2 o un 4-3-3.

Nel primo caso Darmian verrebbe scalato come terzino di difesa, Parolo potrebbe dare il suo contributo a centrocampo mentre El Sharaawy occuperebbe la fascia sinistra.
Nel secondo caso la scelta per l'attacco ricadrebbe su Insigne e Candreva alle spalle di Pellè o Zaza, con un possibile centrocampo formato da De Rossi, Parolo e Florenzi e con Darmian spostato sulla corsia difensiva.

In casi estremi non è da escludere un 3-4-3 con Insigne, Pellè e Candreva in avanti, Darmian e Florenzi sulle fasce di centrocampo.

“Questa Nazionale manca in fantasia”.

E' la frase ricorrente di questi giorni e non sembra troppo lontana dalla realtà.
L'impressione ricavata dalle amichevoli è di una squadra che sa sempre ciò che deve fare, che non rischia molto in fase difensiva, ma piuttosto lenta e prevedibile in fase offensiva.

L'assenza di Pirlo, “scartato” forse troppo in fretta da Conte, e gli infortuni di Verratti e Marchisio hanno inevitabilmente abbassato la qualità dell'Italia.

Per colmare il divario di creatività con le formazioni favorite del torneo (l'Italia è data a 15.00, una quota molto alta e insolita per gli azzurri, in una fase finale) la Nazionale di Conte dovrà trovare linfa dai suoi indubbi pregi: il collettivo, la caparbietà e l'occupazione di tutte le zone del campo con estrema sagacia tattica.

Sperando che prima o poi il gol arrivi...


Pubblicato il 10/06/2016

Tags:  euro2016 italia 










Contatti
Contatti