Feed RSS

Brasile 2014: una vetrina importante per i giovani talenti


Quest'estate in Brasile non assisteremo solo alla conferma di giovani talenti gia' affermati come Marco Reus, Mario Gotze, Thibaut Courtois, Ciro Immobile, Mateo Kovacic e altri giocatori che hanno raggiunto, nonostante l'età, un'importante fama internazionale.

L'importante palcoscenico dei mondiali di calcio potrebbe farci conoscere diversi giovani talenti che si sono distinti questi ultimi anni nelle rispettive giovanili.
Ci sono squadre come il Belgio, composta da numerosi giovani talentuosi che hanno già dato importanti svolte alla propria carriera (come Hazard e Lukaku): andiamo a scoprire quei ragazzi che dovranno lottare per una maglia da titolare nelle proprie nazionali.

Bernard (Brasile), classe 1992: il più classico dei jolly offensivi che, visto l'imbarazzo della scelta in quella zona di campo da parte del ct Scolari, dovrà darsi da fare per ritagliarsi un po' di spazio.
Un brevilineo dotato di un destro sublime capace di ispirare i compagni di reparto, con i quali dialoga in qualità di perfetto uomo squadra.
Una pedina decisamente importante per il futuro che quest'estate potrebbe muovere il mercato internazionale. 


Alen Halilovic (Croazia), classe 1996: un trequartista amante del dribbling capace di magie eccezionali con il proprio mancino che si è già fatto conoscere dai tifosi della Dinamo Zagabria con anche un esordio in Champions League all'attivo.
I suoi movimenti palla al piede ricordano molto quelli dei classici trequartisti degli anni '90 in grado di ubriacare intere difese.
Non a caso il Barcellona si è già garantita il cartellino del giovane croato.

Son Heung-Min (Corea del Sud), classe 1992: attaccante mobile dotato atleticamente, attualmente in forza al Bayern Leverkusen per il quale quest'anno ha segnato 12 reti.
Giocatore completo capace di gonfiare la rete di testa oltre che con entrambi i piedi; incarna perfettamente la figura del centravanti moderno.
E' considerato da molti esperti il giocatore asiatico di maggior talento. 


Adnan Januzaj (Belgio), classe 1995: centrocampista offensivo, preferibilmente ala, rapido e tecnico ha già esordito con la prima squadra del Manchester United.
Ottimo mancino che fa dei tocchi di fino la sua miglior arma.
I “Red Devils” farebbero bene a tenerselo stretto. 


Luke Shaw ( Inghilterra), classe 1995: abile terzino sinistro che garantisce il giusto equilibrio tra spinta offensiva e copertura difensiva.
Titolare con il Southampton , rappresenta insieme a Chamberlain e Sterling l'esempio che l'Inghilterra sta puntando sulla crescita dei giovani talenti.

José Marìa Giménez (Uruguay), classe 1995: difensore centrale dell'Atletico Madrid, ha già trascinato la nazionale Under 20 durante i mondiali.
E' un difensore roccioso, molto duro nei contrasti, potente fisicamente, bravo in tutti i fondamentali difensivi.
Ha tutte le carte in regola per diventare uno dei centrali più forti al mondo e la sua forte personalità, unita all'indiscutibile talento, ne è prova.

Memphis Depay (Olanda), classe 1994: attaccante mobile che preferisce giocare sull'esterno, appartiene alla “scuola” del PSV che generalmente in quanto giovani non sbaglia mai.
Fa dell'atletismo la sua arma migliore, facendosi notare per le sue volate sulla fascia che, insieme a diversi calci piazzati, fanno di lui un discreto marcatore.
L'ennesimo talento sfornato dagli Orange.


Il panorama del calcio mondiale può contare sulla gioventù delle generazione post '90 che, tra giocatori già affermati e talenti che devono ancora sbocciare , fa ben sperare per il futuro di questo sport.


Pubblicato il 17/06/2014

Tags:  brasile2014 talenti 










Contatti
Contatti