Feed RSS

Russia 2018 - Italia v Spagna 6 Ottobre 2016: analisi e pronostico.


Per il secondo turno dei gironi di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, l’Italia ospita allo Juventus Stadium la Spagna.

Pare passato chissà quanto tempo, eppure Italia e Spagna si affrontano a pochi mesi di distanza dalla scorsa sfida agli Europei di Francia, partita che vide trionfare gli uomini di Antonio Conte, ora sulla panchina dei Blues del Chelsea, per 2-0, con una prestazione entusiasmante da parte di Buffon e compagni.





Dicevo, di tempo ne è passato poco, eppure sono cambiate tante cose. Innanzitutto gli allenatori: sulla panchina dell’Italia s’è seduto Giampiero Ventura (e questo lo si sapeva da prima che iniziasse l’Europeo), mentre a “Don” Vicente Del Bosque è subentrato Julen Lopetegui, spagnolo ed ex portiere ritiratosi nel 2002 dopo alterne fortune nella sua carriera da estremo difensore.

Chi è Julen Lopetegui


Da allenatore, dopo aver iniziato nel Rayo Vallecano (esonerato dopo la retrocessione) ed aver proseguito nel Real Madrid Castilla, intraprende anche la carriera di commentatore tv con i seguenti risultati:




Dopodiché, dal 2010 al 2014, fa tutta la trafila delle nazionali giovanili spagnole, Under 19, Under 20 e Under 21, vincendo l’Europeo di categoria nel 2013, e, dopo essere stato esonerato dal Porto alla sua seconda stagione, approda quest’estate sulla panchina delle Furie Rosse.

La situazione del Gruppo G


Per la Spagna, l’esordio nel girone è stato col botto: 8-0 al Liechtenstein (ma, appunto, era il Liechtenstein).
Anche l’esordio di Ventura è stato più che positivo: 1-3 nella prima gara in Israele, con buona parte del secondo tempo giocata in 10 per l’espulsione di Giorgio Chiellini (che, quindi, sarà assente).
Le squadre sono, pertanto, a pari punti con l’Albania, vincente contro la Macedonia per 2-1.
La sfida è alquanto delicata poiché, con la nuova formula prevista, soltanto le prime qualificate dei 9 gironi approderanno direttamente in Russia mentre le migliori 8 seconde si sfideranno nei play-off da cui usciranno altre e 4 squadre.

Probabili formazioni


Al centro dell’attacco azzurro agirà sicuramente Pellè (peraltro, a segno nel 2-0 del Giugno scorso). Convocati anche Jorginho e Sansone mentre ha fatto discutere l’esclusione di Mario Balotelli, nonostante il suo ottimo inizio di stagione con la maglia del Nizza, dove ha già realizzato 6 gol in 4 partite, tra campionato ed Europa League.
Tra l’altro, l’attaccante pare aver accettato di buon grado la scelta di Ventura.

L’attacco della Spagna fa paura solo a sentire i nomi: Morata, Diego Costa, Nolito, Silva, Callejon (che torna in nazionale dopo 2 anni).

Nella rifinitura odierna, Ventura ha provato Daniele De Rossi in cabina di regia, ma restano favoriti Verratti, Parolo e Bonaventura a centrocampo con Candreva e De Sciglio sulle fasce. Out Romagnoli, alla vigilia del match Milan – Sassuolo, che doveva sostituire il già citato Chiellini; pronto Angelo Ogbonna a formare il terzetto difensivo con Bonucci e Barzagli.
In attacco il succitato Pellè che farà coppia con Eder. In porta l’eterno Buffon.

Per la “Roja”, ballottaggio Morata – Diego Costa ma alla fine dovrebbe essere il giocatore del Chelsea a partire titolare.

La probabile formazione della Spagna: De Gea; Roberto, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Busquets, Koke; Vitolo, Thiago Alcantara, David Silva; Diego Costa.

Il pronostico


Come detto, la gara sarà delicata ed anche le quote lasciano intendere che sarà gara da 1X2. Tuttavia è davvero strano poter pensare che le squadre possano fare calcoli di convenienza alla seconda giornata del girone.
Ventura ha sempre dato un atteggiamento propositivo alle sue squadre, basti ricordare i tempi del Bari dei giovani Bonucci e Ranocchia, fino alla scorse stagioni col Torino. Ed anche nella prima uscita ufficiale, tale atteggiamento è stato confermato.
Dal lato opposto, il potenziale offensivo è davvero notevole ed, inoltre, il nuovo tecnico ha abbandonato la cultura del “Tiki Taka” spagnolo e punta il suo gioco molto di più sulle ripartenze. Considerato ciò, può essere considerato di valore il segno GOL proposto da molti bookmaker, addirittura a @2,10 da PaddyPower e SportYes.

Se, però, diamo uno sguardo alle statistiche, in particolar modo ai precedenti tra Italia e Spagna, notiamo il predominio azzurro con 7 vittorie contro 4 degli spagnoli (8 i pareggi al 90’). C’è, inoltre, l’interessante statistica che vuole l’Italia mai sconfitta nelle gare interne di qualificazione ai Mondiali: ben 49 (43 vittorie e 6 pareggi).
Di conseguenza, per la frequenza, sarebbe da considerare anche il segno 1 DNB a @2,04 (rimborso in caso di pareggio).


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 05/10/2016

Tags:  nazionale italia spagna 










Contatti
Contatti