Feed RSS

Presentazione del week-end calcistico dei maggiori campionati europei: 18-20 Novembre.


Dopo la sosta per le nazionali, che ha visto tra l'altro la buona prova degli azzurri contro i tedeschi, finalmente ripartono i campionati.




FRANCIA, LIGUE 1


Il ritorno all’attività in Ligue 1 ci consegna un Nizza ancora in testa ma con il vantaggio dimezzato a 3 punti su Monaco e Psg che non si sono fatti scappare l’occasione seppellendo di gol i propri malcapitati avversari.
Il problema è che per la capolista ci sarà da affrontare la dura trasferta di St. Etienne, campo sempre molto ostico, nonostante i bianco-verdi non stiano attraversando un momento brillantissimo.

Trasferta anche per il Monaco, ma contro il Lorient ultimissimo in classifica, mentre il Psg non avrà problemi ospitando il Nantes, squadra in crisi e in piena lotta per la salvezza.

Il Marsiglia non decolla, ma contro il Caen in casa propria ha una buona occasione, mentre il Lione può confermare la sua ripresa definitiva andando ad espugnare il campo del Lilla, altra compagine dalla quale ci si aspettava di più.

La partita di fatto più interessante è invece Guingamp-Bordeaux, con i padroni di casa che vogliono e possono mantenersi ai piani alti.






OLANDA, EREDIVISIE


Il turno prima della sosta aveva regalato sorprese a non finire in Eredivisie, con nessuna delle prime sei della classe in grado di vincere e con Ajax e Psv che non hanno saputo approfittare della prima sconfitta in campionato del Feyenoord, battuto clamorosamente 1-0 dal Go Ahead Eagles.
Passi per l’Ajax, che in trasferta con l’Alkmaar non era alle prese con una passeggiata, ma non passi per il Psv, inchiodato in casa sull’1-1 dal Twente.
Lo stesso Heerenveen è stato riportato sulla terra dallo Sparta Rotterdam che, insieme all’Utrecht in forma, si è riportato sotto.

Il Feyenoord ha raccolto 2 punti in tre partite e contro lo Zwolle in casa può ripartire, ma lo stesso possono fare l’Ajax in casa con il Nijmegen e il Psv, atteso dal Willem II, penultimo.
L’Heerenveen potrebbe a sua volta riscattarsi contro il Vitesse che non vince da quattro partite, mentre in Twente-Utrecht ci sono in palio punti europei.






GERMANIA, BUNDESLIGA


In Bundesliga si prospetta una giornata tostissima.

Ci sarà una serie di partite della verità che può ulteriormente scompaginare una classifica impensabile; tra queste spicca Borussia Dortmund-Bayern Monaco, che non poteva arrivare in un momento più delicato.
Il Bayern è, infatti, reduce da tre pareggi in cinque partite, l’ultimo dei quali senza appello contro l’Hoffenheim, mentre il Dortmund, attualmente quinto, non può lasciare troppi punti a quelle davanti che non perdono un colpo: partita assolutamente da non perdere che regalerà il solito grande spettacolo.

Ma il bello deve ancora arrivare visto che la super sorpresa Lipsia, prima a pari punti col Bayern, sarà attesa a Leverkusen per un altro partitone che promette scintille.

L’Hoffenheim ha, quindi, una ghiotta chance di guadagnare qualcosa affrontando tra le mura amiche il derelitto Amburgo, e pure l’Hertha Berlino, andando in Baviera contro l’Augsburg, non è alle prese con una sfida impossibile.

Ma non finisce qui perché c’è lo scontro tra le grandi deluse Wolsfburg-Schalke 04, che sono tuttavia in ripresa, e nelle zone basse sarà caldissimo il match Darmstadt-Ingolstadt, una specie di ultima chiamata per gli ospiti.






SPAGNA, LA LIGA


La Liga perde una sua pretendente, l’Atletico Madrid, due volte battuto nelle ultime tre, mentre Real Madrid e Barcellona se ne vanno via.
Ma forse non tutto è perduto perché nelle prossime tre giornate ci sono il derby di Madrid e il “Clasico”, e, se i risultati dovessero girare a favore, i giochi potrebbero riaprirsi.
Massima attenzione, quindi, per Atletico-Real, a dir poco incandescente, con il Barcellona che se ne starà alla finestra aspettando al Camp Nou il Malaga, che, come se non bastasse, in casa rende molto meglio che in trasferta.

Tutta da vedere anche Atlethic Bilbao-Villarreal, che per i baschi può significare un ritorno in chiave Champions, mentre per il sottomarino giallo può essere una solidissima conferma del suo ottimo terzo posto.

Il Siviglia dopo aver sfiorato l’impresa contro il Barcellona andrà a La Coruna, e sarà in trasferta, a Gijon, anche la squadra più in forma del momento, la Real Sociedad.






INGHILTERRA, PREMIER LEAGUE


Il Liverpool è il nuovo leader di Premier League, un ruolo preso con le manieri forti rifilando un 6-1 al Watford.
Una lunghezza il margine sul Chelsea che si è rialzato alla grande dalla batosta contro l’Arsenal inanellando cinque vittorie di fila.
E se il pareggio nel derby di Londra tra Arsenal e Tottenham ci poteva stare, il passo falso, grave, lo ha marcato il Manchester City, che si è fatto raggiungere nel recupero dal Middlesbrough.
Middlesbrough che sarà ancora sulla strada di un’altra pretendente al titolo ospitando il Chelsea, mentre il Liverpool andrà a Southampton, campo mai facile.
Il City di Guardiola sarà di scena a Londra contro il Crystal Palace tentando di superare la fase poco brillante che recita 6 punti nelle ultime sei partite, e sempre a Londra, sarà di scena un altro derby, Tottenham-West Ham, con entrambe che devono assolutamente fare punti, o per un motivo o per l’altro.

Tutte le attenzioni, però, saranno rivolte all’Old Trafford per un Manchester United-Arsenal che non sarà una partita adatta ai deboli di cuore; per Mourinho e soci una sconfitta sarebbe un definitivo addio alle speranze di vittoria finale, una ghiottissima opportunità invece per Wenger di tirare la mazzata definitiva al suo grande nemico, senza contare il fatto che per i suoi gunners sarebbe una bella botta al morale.


Pubblicato da Il Budino il 18/11/2016

Tags:  liga  bundesliga  premierleague  ligue1  eredivisie 










Contatti
Contatti