Feed RSS

Il punto sulla Serie A: tredicesima giornata


Il turno appena trascorso di Serie A ha regalato davvero tante emozioni.


Chi trae profitto dai risultati propri ed altrui è la Juventus, sempre più capolista e sempre più in fuga.



Dopo il 3-0 interno sul Pescara, nell’anticipo di Sabato, sono ora 33 i punti totalizzati in 13 gare, frutto di 11 vittorie (per gli amanti della cabala: la Juventus non pareggia in campionato da oltre 20 gare), e sono 7 i punti accumulati sulle inseguitrici, al momento Roma e Milan.

I giallorossi, infatti, sono caduti a Bergamo per 2-1, seppur al 90’ con un rigore fischiato in favore dei bergamaschi, contro la sempre più sorprendente Atalanta di Gasperini, già ribattezzata come la “Leicester d’Italia”.

Il Milan, invece, avrebbe potuto rosicchiare altri e due punti se non si fosse fatto beffare in pieno recupero dal gol di Perisic: 2-2 è, infatti, terminato il tanto atteso derby n° 264 di Milano, che ha visto l’esordio in panchina di Stefano Pioli dopo l’esonero di De Boer dall’Inter.
Un derby, tutto sommato, equilibrato che ha visto una buona Inter (effetto cambio allenatore o reale ripresa?) e l’imprescindibilità di Suso, autore di una doppietta, nel gioco di Montella, bacchettato a fine gara dall’ancora patron rossonero, Silvio Berlusconi, reo di aver difeso il risultato troppo presto.

Chi segue il passo delle primissime in classifica è il Napoli, che espugna Udine grazie ad i primi gol stagionali di Insigne, e la sorprendente Lazio, attuale quarta, che, con Inzaghi in panchina sta disputando un ottimo campionato, al di là delle aspettative della vigilia.
Il 3-1 sul Genoa ha confermato come l’Olimpico sia un fortino per i biancocelesti quest’anno: solo Juventus e Bologna hanno finora preso punti qui.

Sempre nelle zone alte, abbiamo già accennato dell’Atalanta: è quarta assieme alla Lazio ed è la squadra al momento più in forma della Serie A, al suo ottavo risultato utile consecutivo (7 vittorie ed il pareggio a Firenze).

È doveroso, poi, parlare del Torino che non ha mai nascosto ambizioni europee e, trascinato dai gol di Belotti, doppietta per lui ieri a Crotone nello 0-2 finale, non è detto che queste non si concretizzino già quest’anno.

Chi sta risalendo la china è la Fiorentina di Paulo Sousa, vittoriosa per 0-4 nel derby toscano contro l’Empoli ed alla terza vittoria consecutiva in trasferta.

Sempre a centro classifica, fondamentali le vittorie interne di Sampdoria e Bologna, rispettivamente contro Sassuolo e Palermo.
Per la squadra di Di Francesco, apparso anche piuttosto nervoso nel post partita, la situazione di classifica sta iniziando a diventare preoccupante e sta evidentemente pagando il doppio impegno campionato/Europa League, oltre all’assenza di uomini chiave, su tutti il bomber Berardi.

In fondo alla classifica, restano le due promosse Crotone e Pescara ed il Palermo di Zamparini.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 21/11/2016

Tags:  seriea 










Contatti
Contatti