Feed RSS

I principali campionati Europei, weekend del 16-18 dicembre


Come ogni venerdi vediamo insieme le partite più importanti dei principali campionati europei.




FRANCIA, LIGUE 1


Il grande match del turno passato di Ligue 1, Psg-Nizza, si è concluso con un 2-2 che ha fatto contento solo il Monaco, che non si fatto scappare l’occasione passando come un treno a Bordeaux con un 4-0 che parla da solo.
Un pareggio, quello di Parigi, che, però, ha certificato una volta per tutte che il Nizza può davvero essere una contendente seria per il titolo e la partita casalinga con il Dijon sarà probabilmente la prova del nove per ribadirlo.
Il Psg, invece, continua a viaggiare a corrente alternata e contro il Guingamp, in trasferta, non potrà cullarsi sugli allori.

Ma tutte le attenzioni saranno rivolte a Monaco-Lione, piatto forte, fortissimo del giorno.
Del Monaco si è già detto, soprattutto del rendimento casalingo terrificante con sette vittorie e un pareggio in otto gare e 31 gol all’attivo, mentre per il Lione questa può davvero essere la partita giusta per rientrare in gioco.
La vittoria con il Rennes è stata preziosissima e non bisogna dimenticare la partita da recuperare contro il Metz, anche se era sotto 1-0.

Metz che sarà protagonista dell’incontro più delicato nella parte bassa contro il Caen.





GERMANIA, BUNDESLIGA


In Bundesliga è finita la marcia trionfale del Lipsia
, caduto dopo otto vittorie di fila proprio nel momento più inatteso contro l’Ingolstadt.
Ma sbaglia chi pensa che questo sia il primo segnale di un sogno che sta per finire, perché non si sono contate le occasioni da gol sprecate e il gioco espresso è sempre stato valido.

Solo il Bayern ne ha approfittato, travolgendo il derelitto Wolsfburg ed appaiandosi in classifica, con l’Hertha che ha addirittura perso in casa con il Brema, mentre i pareggi tra Francoforte-Hoffenheim e Colonia-Dortmund non hanno provocato scossoni nella parte alta della classifica.

Si prospetta, comunque, un turno scoppiettante, con il Lipsia che affronterà proprio l’Hertha, con l’occasione di portare a 9 i punti di vantaggio, e con Hoffenheim-Dortmund che, classifica alla mano, è il big-match della giornata.

Tutto a favore del Bayern, che non dovrebbe avere troppi problemi a sbarazzarsi del Darmstadt, sia pur fuori casa.

Movimento anche in coda, con Brema e Amburgo che ne hanno vinte due di fila e con lo stesso Ingolstadt che ha fatto 7 punti in quattro partite.





OLANDA, EREDIVISIE


Il turno scorso della Eredivisie aveva tutti i crismi del botto, e così è stato.

Dopo venti risultati utili consecutivi, infatti, l’Ajax è uscito sconfitto dal campo del Twente, facendosi riavvicinare dal Psv e soprattutto perdendo terreno dal Feyenoord.

Quest’ultimo è passato in tromba con un roboante 4-0 contro l’Alkmaar che ha confermato il definitivo superamento del suo momento di decelerazione e la partita casalinga contro una squadra in forma come il Vitesse sarà l’ultimo test.
Una partita assolutamente da vincere per mettersi alla finestra e vedere cosa verrà fuori dal grande classico olandese Ajax-Psv, super sfida che non ha bisogno di ulteriori spiegazioni.

Una partita che conta soprattutto per il Psv: se vince torna in piena corsa per il titolo, mentre una sconfitta avrebbe il sapore di una resa quasi definitiva.

Capovolgendo la classifica, quelle in basso fanno tutte molta fatica e Den Haag-Sparta è lo scontro più delicato in tal senso.





SPAGNA, LA LIGA


La Liga è sempre più nelle mani del Real Madrid, che è partito sereno per il mondiale per club in Giappone dopo aver vinto in rimonta all’ultimo minuto contro il La Coruna.

Restano, quindi, 6 i punti di vantaggio sul Barcellona che, dal canto suo, non ha passeggiato a Pamplona contro l’Osasuna nonostante il 3-0 finale e che sarà atteso dal derby contro l’Espanyol che, oltre ad essere in gran forma, l’ha già beffato un paio di mesi fa in amichevole.

Continua, invece, la grande crisi dell’Atletico Madrid, sconfitto 3-0 dal Villarreal e sprofondato a meno 5 dal Siviglia, sempre più convincente e sempre più terzo in classifica.

Se la lotta per il titolo è meno incandescente, non lo è certo quella per le posizioni europee, dove proprio il Siviglia avrà l’impegno più semplice ospitando il Malaga, mentre Villareal e Real Sociedad andranno fuori casa contro due pericolanti come Gijon e Granada, assolutamente vive nonostante la classifica.





INGHILTERRA, PREMIER LEAGUE


La Premier League nel periodo natalizio entro nel suo momento più caldo e lo fa dopo un turno infrasettimanale in cui c’è stato un solo pareggio in dieci gare e soprattutto dove il Chelsea ha blindato la sua leadership.
Gli uomini di Conte sono, infatti, passati a Sunderland e hanno approfittato della sconfitta dell’Arsenal contro l’Everton, portando a +6 il vantaggio sulla seconde.

Il Liverpool, infatti, ha raggiunto l’Arsenal passeggiando a Middlesbrough, con le due squadre di Manchester e il Tottenham a loro volta vittoriose.

Il week-end propone due scontri caldissimi: il derby di Liverpool e Manchester City-Arsenal, un vero e proprio scontro della verità per capire chi potrà cercare l’inseguimento.

Il Chelsea ha un match sulla carta più agevole, il derby minore contro il Crystal Palace che, tuttavia, non sarà una semplice formalità.

Lo United, in serie positiva, se la vedrà con un West Bromwich incredibilmente settimo, mentre il Tottenham potrebbe trarre vantaggio ospitando il Burnley.


Pubblicato da Il Budino il 16/12/2016

Tags:  liga  bundesliga  premierleague  ligue1  eredivisie 










Contatti
Contatti