Feed RSS

Coppa d'Africa: i gironi


Sta per iniziare la Coppa d'Africa 2017, torneo che mai come quest'anno vedra' in campo molti protagonisti della Serie A. 
Vediamo insieme cosa aspettarci dai 4 gironi.




COPPA D"AFRICA: GIRONE A 


Il Girone A è quello che aprirà la competizione Sabato 14 Gennaio, con il Gabon padrone di casa e il Camerun che è, di fatto, una delle favorite per la vittoria finale; entrambe dovrebbero passare il turno giocandosi il primo posto. 
Il condizionale è d’obbligo perché se la Guinea Bissau non accamperà grosse pretese, il Burkina Faso ha le potenzialità per fungere da velenoso terzo incomodo e la prima partita contro il Camerun sarà molto indicativa in tal senso. 

Camerun che resta comunque la squadra più solida, la più organizzata, anche se, come individualità, pure il Gabon, capeggiato da Aubameyang e dallo juventino Lemina, può mettere in campo dei guizzi più ficcanti. 
Le due si sono incontrate lo scorso Settembre in Camerun e prevalsero i padroni di casa 2-1 allo scadere, ma non è solo per questo dato che la lotta per vittoria del girone si prospetta decisamente sottile. 

COPPA D'AFRICA: GIRONE B 


Il Girone B prenderà il via Domenica 15 Gennaio e avrà lo stesso identico scenario del Girone A, con due favorite logiche, una terza pronta ad inserirsi e una grossissima sorpresa. 
La cenerentola della situazione è lo Zimbabwe, ma occhio, perché nelle ultime dodici partite ne ha persa una sola e qualche problema potrebbe crearlo, mentre la favorita principale resta il Senegal, compagine ricchissima di talento che ha come punti fermi il difensore del Napoli, Koulibaly, l’attaccante della Lazio, Keita, e, tra gli altri, il fortissimo Mane del Liverpool. 
La grande rivale sarà l’Algeria, rappresentata in Italia da Ghoulam del Napoli, Taider del Bologna e Mesbah del Crotone, e che ha un attacco molto forte con i due del Leicester Mahrez e Slimani, più un altro elemento ricco di inventiva come Bentaleb. 
La Tunisia ci proverà, non ha grandissimi nomi, ma si è dimostrata una squadra ben strutturata. 

COPPA D'AFRICA: GIRONE C 


Il Girone C entrerà in scena Lunedì 16 Gennaio ed è quello dalla valutazione più semplice. 
Sarà, infatti, tutto nelle mani della Costa D’Avorio, la grande favorita per la vittoria finale a quota 4,5 e nettamente la squadra più forte del girone. 
È l’occasione per testare ulteriormente la crescita dell’interessantissimo centrocampista dell’Atalanta, Kessiè, già colonna portante della sua nazionale. 
Oltre a Kessiè, nel girone ci saranno altri due “italiani”: lo juventino Benatia, raggiunto in extremis da El Kaddouri del Napoli, entrambi impegnati nel Marocco, la seconda più indicata per il passaggio del turno davanti al DR Congo. 
Marocco che ha perso il suo ultimo incontro un anno fa, 1-0 in casa proprio contro la Costa D’Avorio, e che difficilmente delude nelle sue prestazioni. 
Per il DR Congo non sarà semplice contro queste due rivali, ma negli ultimi anni sta crescendo e sarà comunque un’occasione per incrementare la proprio esperienza. 
Ancor più dura si prospetta la vita per il Togo, con il campo il genoano Gapkè, nonostante sia uscito a testa alta dalla recente sconfitta contro il Marocco. 

COPPA D'AFRICA: GIRONE D 


L’ultimo girone a partite sarà il D, Martedì 17 Gennaio, quello più duro, quello più complicato. 
Ghana ed Egitto si presentano, infatti, con credenziali assolutamente pari, con il Mali che, sia pur un gradino sotto, non pare davvero troppo lontano nella valutazione. 
È chiaro che, in un simile raggruppamento, per l’Uganda non sarà semplice mettersi in luce, ma non sarà affatto una squadra-materasso e potrebbe costringere le più quotate avversarie a perdere qualche punto. 

Tanti anche i giocatori che militano in Serie A, a cominciare dal Ghana con Acquah del Torino e Badu dell’Udinese, con quest’ultima che dovrà rinunciare anche a Wague del Mali, con l’egiziano della Roma, Salah, su tutti, una delle stelle più attese di tutta la competizione
Atteso sarà anche lo stesso Egitto, che si è mostrato particolarmente pimpante nelle ultime due partite di qualificazione per i prossimi Mondiali, anche se, come rosa, il Ghana resta superiore, nonostante gli ultimi risultati non siano stati particolarmente positivi.


Pubblicato da Il Budino il 13/01/2017

Tags:  gabon2017  caoppadafrica 










Contatti
Contatti