Feed RSS

7. L’analisi dello stato di forma delle squadre


 L’articolo della settimana scorsa è stato dedicato alla messa in evidenza di tutti i fattori da tenere in considerazione per l’analisi di un pronostico e, quindi, dell’eventuale individuazione di una value bet.


Iniziamo, quindi, ad entrare più nello specifico analizzando il primo fattore, probabilmente il più importante o, comunque, tra i più importanti: lo stato di forma delle squadre.




Come accennato nelle puntate precedenti, ci sono almeno tre modi per considerare lo stato di forma di una squadra:

 - andando a vedere solo la prestazione dell’ultimo incontro, distinguendo se si tratta di una partita di campionato o di coppa e se la formazione è la stessa;

- considerando gli ultimi 5 incontri, in particolare i gol fatti e subiti e le squadre affrontate, nonché assenze ed infortuni;

- prendendo in esame un periodo più esteso, diciamo almeno 10 gare, per capire se c’è un trend consolidato oppure se si alternano momenti di forma a momenti di stanchezza; anche qui è fondamentale delineare statisticamente i segni GG/NG nonché gli OVER/UNDER per capire l’atteggiamento di base della squadra, sia in casa che in trasferta, nonché le avversarie incontrate.

Non c’è un modo più importante di un altro, personalmente ritengo che vadano analizzate tutte e tre le situazioni.

Sulla base di quanto detto, proviamo ad elaborare un pronostico con un esempio reale.

Prendiamo in considerazione la partita di Sabato 21 Gennaio in Premier League tra West Bromwich e Sunderland.

Riportiamo le quote dei maggiori segni (1/X2, GG/NG, OVER/UNDER) per capire, successivamente, se qualcuna di esse rappresenti una value bet.

1 = @1,70
X2 = @2,20 (prendiamo direttamente l’X2 e non i segni separati X e 2 poiché non ci interessano quote di molto superiori a @2,00 circa)
GG = @1,96
NG = @1,85
OVER = @1,99
UNDER = @1,82

Ricordando che l’obiettivo è scommettere su quote attorno alla pari, per i motivi spigati nei primi articoli, notiamo che, chi più chi meno, tutte le quote sono valide per essere prese in considerazione.

Valutiamo, come detto, l’ultima prestazione delle squadre.

Il West Bromwich ha perso la sua ultima uscita in casa del Tottenham in maniera netta per 4-0, subendo l’iniziativa dei padroni di casa praticamente dall’inizio alla fine, come testimoniano gli highlights del match.

Chiediamoci ora: questa sconfitta quanto può influenzare la prossima gara?

Diciamo che, considerato il periodo di forma del Tottenham (ultime 5 gare tutte vinte, di cui una contro la capolista Chelsea per 2-0 in casa), era una sconfitta abbastanza preventivabile.
Anche le quote, infatti, davano la vittoria dei padroni di casa a @1,30.

Spingiamoci allora a considerare le ultime 5 gare: 2 vittorie e 3 sconfitte per il West Bromwich.
Le vittorie sono arrivate una in casa contro l’Hull City (che pure lotta assieme al Sunderland per la salvezza) e l’altra in trasferta in casa del Southampton che aveva perso prima di affrontare il WBA ed ha perso anche le successive due.
Quindi, una squadra decisamente in crisi.
Ha perso invece contro tre “squadroni”: il Tottenham, a Londra di misura contro l’Arsenal ed in casa contro il Manchester Utd, “Red Devils” che vengono da una striscia positiva di 10 risultati utili consecutivi.

Il WBA quando ha perso non ha mai segnato, mentre quando ha vinto ha subìto gol in entrambe le occasioni, per un totale di 5 gol realizzati e 9 incassati, di cui 4 solo in una gara.

La tendenza del WBA, quindi, non è ben chiara, nel senso che ha sì perso tre delle ultime cinque gare ma ciò era in tutti e tre i casi abbastanza scontato.
L’unica cosa che finora possiamo dedurre è che la difesa spesso prende gol.

Allunghiamo, quindi, il periodo di riferimento a dieci giornate.




Ciò che balza all’occhio è la differenza tra il rendimento interno ed esterno.

Nelle ultime 5 gare in casa, 4 vittorie ed una sconfitta, 13 gol fatti e 5 presi.
Di queste 4 vittorie, 3 sono anche terminate col segno GOL e tutte sono terminate col segno OVER.
Le vittorie sono state ottenute contro squadre che, al momento, si trovano tutte al di sotto del WBA stesso e due di queste, Swansea e Hull City (e non a caso le quote contro avutesi contro l’Hull sono le medesime che si hanno ad oggi contro il Sunderland), si giocano la permanenza in Premier con lo stesso Sunderland.
Di quelle in trasferta, una vittoria, un pareggio e tre sconfitte.

Ricapitolando, quindi, in base esclusivamente a questa analisi di stato di forma della squadra di casa, abbiamo:

- l’80% di segno “1” nelle ultime 5 gare in casa;

- il 60% di segno GOL;

- il 100% di segno OVER.

Passiamo ora agli ospiti.

Nell’ultima gara, sconfitta interna per 1-3 contro lo Stoke City dove s’è evidenziata una difesa davvero disastrosa, capace di prendere gol in qualsiasi momento ed in qualsiasi situazione ma anche delle buone azioni offensive arrivate a risultato acquisito dagli ospiti.
Già tali considerazioni potrebbero far trarre qualche conclusione, visto che lo Stoke City si trova appena due punti sotto il WBA.

Ma andiamo oltre e prendiamo in esame le ultime 5 gare: una vittoria, un pareggio e tre sconfitte, 6 gol fatti e 12 incassati.
Tutte le partite sono state contro squadre più in alto in classifica e, tra queste, c’è da segnalare il 2-2 conquistato in casa contro il Liverpool e l’1-0, sempre in casa, contro il Watford.
Nelle tre sconfitte, c’è da dire che il Sunderland è riuscito sempre a segnare.
Si segnalano sia il segno GOL che il segno OVER presenti 4 volte su 5.

È evidente, allora, la tendenza nel momento attuale a subire davvero tanto ma, allo stesso tempo, essere sempre in partita come dimostrano appunto i 6 gol realizzati e distribuiti quasi equamente nelle gare prese in esame: 4 volte 1 gol, 1 volta 2 gol, tra l’altro con la squadra sulla carta più forte, quasi a voler rimarcare una certa imprevedibilità del Sunderland, per lo meno in casa.

Forse già tali considerazioni basterebbero a valorizzare segni come il GOL o l’OVER.

Ma proviamo anche qui a considerare le ultime 10 gare.




Anche qui è netta la differenza tra risultati in casa ed in trasferta: 3 vittorie su 6 in casa, 4 sconfitte su 4 in trasferta.
Sunderland che, quindi, possiamo dire dimostrarsi difficile da superare in casa nel periodo considerato (unica sconfitta contro il Chelsea capolista avvenuta di misura) ma che stenta e tanto in trasferta: significativo è il 3-0 subìto dalla diretta concorrente alla salvezza, Swansea.
Solo due gol realizzati nelle ultime 4 trasferte, 12 incassati. 2 segni GOL, 3 segni OVER.

In base a tali numeri abbiamo:

- il 100% di segno “1” nelle ultime 4 trasferte;

- il 50% di segno GOL nelle stesse gare;

- il 75% di OVER sempre nelle ultime 4 partite fuori casa.

Ciò che dobbiamo fare, ora, è incrociare tali dati al fine di averne una media indicativa.

Da notare come, in questo caso, prendiamo in considerazione solo i segni maggiormente sortiti ma avremmo potuto scrivere le percentuali relative a tutti i segni.

I seguenti calcoli non vogliono avere la pretesa di essere universalmente validi; sono soltanto un metodo possibile per una stima percentuale dei segni da prendere in considerazione.

Si ha, quindi:

Segno “1” = (80% + 100%)/2 = 90%

Segno “GOL” = (60% + 50%)/2 = 55%

Segno “OVER” = (100% + 75%)/2 = 87,5%

Convertiamo tali percentuali in quote:

90% = 1/0,90 = 1,11

55% = 1/0,55 = 1,81

87,5% = 1/0,875 = 1,14

Se confrontiamo tali quote con quelle proposte dai bookmakers, ci accorgiamo come queste ultime rappresentino tutte e tre delle value bet poiché superiori alla quota da noi calcolata.

Ma ricordiamoci che l’analisi fin qui effettuata è assolutamente un’analisi incompleta!

Quindi, non c’è da meravigliarsi se il valore individuato è a dir poco esagerato come nel caso dell’1 (1,70/1,11 = 1,53 quindi il 53% di valore in più rispetto alla quota calcolata) e dell’OVER (1,99/1,14 = 1,7456 ossia il 74% di valore in più), poiché tanti fattori ancora non sono stati presi in considerazione.

In definitiva ecco gli aspetti che sicuramente sono balzati all’occhio prendendo in considerazione solo ed esclusivamente lo stato di forma delle due squadre: il West Bromwich fa davvero bene in casa quando affronta squadre alla sua portata, quindi di media-bassa classifica.
Il Sunderland, invece, stenta molto in trasferta a prescindere dall’avversario.

I padroni di casa sfruttano molto bene il fattore campo e vanno sempre a segno ma subendo spesso gol.
Di contro, il Sunderland prende sempre gol fuori casa (almeno due a partita nelle ultime 4 trasferte) ma a volte riesce anche a segnare.

È evidente che, sia dai numeri percentuali riportati, sia dalle considerazioni di carattere verbale, i segni “1” ed “OVER” rappresentano delle chiare value bet.
L’1, però, si discosta al ribasso dalla quota attorno alla pari che dobbiamo sempre tenere presente per le nostre valutazioni.
L’OVER, invece, pare perfetto con una quota di @1,99 che, stando alle valutazioni fatte, va sicuramente provata senza rimpianti.

Qualcuno potrà dire: perché preferisci l’OVER al GOL che pure pare essere una value bet?


Quando entrambi i segni sono possibili di sortita, mi faccio semplicemente questa domanda: potrebbe terminare 3-0 o 0-3?
In questo caso la risposta è: sì!
Infatti, il West Bromwich nelle 4 vittorie in casa prese in considerazione, ha segnato tre volte 3 gol ed una volta 4.
Di contro, il Sunderland, nelle 4 trasferte considerate nel periodo, ha preso una volta 4 gol, due volte 3 gol ed una volta due. Ed in un’occasione ha perso appunto per 3-0.
Non si può escludere, quindi, che ciò possa accadere di nuovo.

Lo ripeto ancora una volta: questa è solo un’analisi parziale per la formulazione di un pronostico e l’individuazione di una value bet.
Tuttavia, ed il parere è di chi scrive, è anche il punto di partenza e fattore più importante per il pronostico stesso.

Spero abbiate avuto la pazienza per leggere tutto l’articolo e vi ringrazio per questo!

Come sempre, vi ricordo di seguire tutti i canali social di Bettinglife.it (FacebookTwitter (@betting_life) e Google+ (Bettinglife.it) e Telegram (telegram.me/bettinglife_it).) nonché di farci domande relative agli articoli sia nei commenti che tramite la chat di Facebook.

Nel prossimo articolo parleremo delle statistiche generali ed home/away delle squadre.

Alla prossima!


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 19/01/2017

Tags:  bettingschool 










Contatti
Contatti