Feed RSS

12. Come interpretare le variazioni percentuali delle quote.


Nello scorso articolo, ti ho iniziato a parlare degli elementi secondari da considerare nella valutazione ed analisi di un evento calcistico.



In particolare, ho posto l’accento sull’analisi statistica delle frequenze e dei ritardi, portandoti qualche esempio e sottolineandoti la necessità di contestualizzare tali statistiche. 

Oggi ti voglio parlare del secondo elemento secondario, vale a dire delle variazioni percentuali delle quote. 
Il fatto che ne parli dopo le frequenze ed i ritardi non vuol dire che sia un elemento meno importante di questi; dipende semplicemente dall’evento e dal contesto di riferimento. 

Questo è un articolo che nasce soprattutto dalla necessità di chiarire diversi aspetti che ho potuto riscontrare nelle domande pervenuteci nella chat della pagina Facebook di Bettinglife.it. 
Sarà, allora, un articolo che vi vedrà più che mai protagonisti proprio perché è grazie alla vostra interazione che è stato possibile pensarlo ed inserirlo nel piano editoriale di Scuola di Betting. 

Parto col dire che, come già accennato in altri articoli, le quote date dai bookmakers sono quelle che più di ogni altre rispecchiano la realtà; ciò perché nessuno come i bookmakers dispone di algoritmi, dati ed informazioni talmente dettagliati da poter stilare quote più reali. 
Si disse anche, però, che i bookmakers tendono a presentare le quote tenendo anche presente le idee della massa. 
Mi spiego: squadre come il Real Madrid, il Barcellona, il Manchester City, la Juventus, il Bayern Monaco od il PSG, saranno SEMPRE sovrastimate dai bookmakers, vale a dire le quote corrispondenti alle loro vittorie saranno sempre basse o comunque tali squadre saranno sempre date come favorite. 

 Questo perché? 
Perché, appunto, la massa, che spesso è disinformata e si basa solo sul nome e sul blasone, si aspetta che tali squadre vincano sempre e, quindi, il bookmaker, per avvalorare tale pensiero, “accontenta” la massa e gli propone la “quotina” che il giocatore inesperto inserirà in una multipla oppure giocherà come banker. 

Sia ben chiaro: naturalmente anche le “quotine” sono veritiere; ma sono anche per così dire “pompate” al ribasso per convincere lo scommettitore che sono “sicure”. 

Fatto tale richiamo, iniziamo a capire perché ci sono le variazioni di quota
Le ragioni sono due: 
1) per eventi improvvisi e non preventivabili alla vigilia come un incidente, un infortunio dell’ultim’ora di un giocatore importante: questi fanno immediatamente correggere le quote da parte dei bookmakers poiché gli stessi prevedono che le puntate andranno nella direzione opposta e, quindi, devono tutelarsi e garantirsi un aggio che gli dia profitto; 

2) per leggi di mercato: se un bookmaker riceve molte puntate sul segno “1” di un evento, questi sarà costretto a pagarlo di meno ed alzare le quote della “X” e del “2” al fine di invogliare lo scommettitore a provare di vincere di più con gli altri segni e, quindi, bilanciare il mercato e garantirsi, anche in questo caso, l’aggio. 

Molti scommettitori mi dicono: “Ehi, io ho giocato il segno 2 perché la quota era scesa del 20% ma poi ha vinto la squadra di casa! Come mai?”. 

Beh, se ho inserito le variazioni quota negli elementi secondari per l’analisi di un pronostico, ci sarà un motivo.
 Conoscere le variazioni è sì importante ed è ancora più importante capire il perché di quella variazione. 
Ed è ciò che ho provato a spiegare ad alcuni di voi in chat od in generale nei post condivisi sui social. 
La conversazione tra il sottoscritto e Matteo V. penso le riassuma al meglio. 

Il 15 Dicembre 2016 scorso Matteo V. ci scrive dicendoci: 

“Ciao! Io sono circa 3 anni che seguo le variazioni su Bettinglife ma i risultati non arrivano! Anche se molte volte ho visto quote abbassarsi di tanto (parlo dal 40% in poi) e quindi credevo in un partita compromessa alla fine non si è rivelata tale perdendo la scommessa! Vorrei avere qualche consiglio visto che sicuramente lei ha più esperienza su come regolarsi su queste partite! Certe volte vedo che abbassano le quote degli under ed aumentano quelle del gol! Sicuramente i bookmakers fanno queste trappole proprio a noi che cerchiamo sempre di scommettere su queste partite compromesse all'apparenza! Come difendersi?”

La mia risposta fu la seguente: 

“Salve Matteo, riguardo le variazioni, esse avvengono per tanti motivi: stato di forma delle squadre, notizie di calciomercato, assenze, infortuni, impegni ravvicinati e così via... 
Naturalmente non è detto che il risultato dell'evento poi rispecchi necessariamente l'andamento del mercato. 
Le faccio l'esempio di Inter - Fiorentina di qualche settimana fa (fine Novembre, ndr): il mercato andava nettamente a favore della Fiorentina, complice, a mio modo di vedere, la sconfitta dell'Inter in Europa League, l'incertezza su Pioli e così via. 
Tant'è vero che l'1 dell'Inter è passato da 1,95 a 2,15 circa. 
Nonostante ciò, poi l'Inter ha vinto nettamente per 4-2. 
Quindi, per concludere, le variazioni di mercato sono sì importanti da monitorare, tuttavia non sono l'unico fattore da tenere in considerazione per un pronostico od una scommessa, altrimenti sarebbe davvero molto facile così! 
Il consiglio è dargli il giusto peso e soprattutto capire se le motivazioni che possono stare all'origine della variazione, sono effettivamente così importanti da giustificarla. Talvolta non bisogna andare necessariamente con la massa ed, anzi, una variazione di quota può rappresentare un'opportunità di maggiore vincita se giocata “contro quota”. 
Le riporto un altro esempio: riguardo la partita del Milton Keynes, il crollo di quota c'è stato poiché l'allenatore del Charlton aveva dichiarato che avrebbe fatto giocare 7-8 elementi della primavera, ed infatti l'1 s'è verificato. Ma non sempre le notizie sono così di dominio pubblico; il più delle volte bisogna capire il perché la massa va in un certo senso anziché nell'altro.  
In ultimo, riguardo l'under che cala ed il gol che sale è perché se ci si aspetta che la partita abbia poche marcature (quindi l'under scende) allo stesso tempo ci si aspetta anche che almeno una delle due squadre non segni (e quindi il GOL sale).” 

Come detto, si è poi cercato di dare importanza all’argomento anche con post su Facebook. 
Ne riportiamo qualcuno riguardante eventi recenti: 

5 Febbraio 2017: VARIAZIONI QUOTE MILAN – SAMPDORIA

Decisamente la variazione di quota più interessante oggi è quella che sta interessando la partita di Serie A TIM tra A.C. Milan e U.C. Sampdoria.  

La quota dell'1 è salita nettamente mentre la X ed il 2 stanno decisamente scendendo. 
L'orientamento del mercato, in questo caso, è facilmente spiegabile: oltre che le ultime prestazioni, sconfitta del Milan ad Udine e vittoria casalinga dei blucerchiati contro la AS Roma, stanno influendo tantissimo le notizie di formazione dei rossoneri che faranno a meno di diversi titolari a causa degli infortuni, tra tutti Giacomo Bonaventura e Mattia De Sciglio. 

Quindi, occhio!!  

In quell’occasione la variazione della quota al ribasso dell’X2 fu profittevole poiché la Sampdoria vinse 0-1. 

8 Febbraio 2017: COME INTERPRETARE LA VARIAZIONE QUOTA DI CROTONE - JUVENTUS?

Poiché spesso ci viene chiesto come fare, proviamo ad interpretare le variazioni di quota che stanno subendo i segni 1X2 della partita di Serie A TIM tra F.C. Crotone e Juventus.  

I più attenti avranno notato che la quota del 2 è salita, in alcuni casi del 70% e, di conseguenza, i segni 1 ed X sono scesi di una bella percentuale, rispettivamente attorno al 30% ed al 25%.  

Ciò che significa, che il Crotone è diventato improvvisamente favorito? 
Certo che NO!  
Interpretiamo tali variazioni. 
Il 2 della Juventus è partito molto basso, attorno a @1,20 ed ora è attorno a @1,30 circa. 
Quote che partono molto basse, rilevano sensibili variazioni percentuali anche se si discostano di poco dalla quota di partenza. 
Al contrario, quote partite già alte, hanno bisogno di notevoli movimenti di quota affinché rilevino una ragguardevole variazione percentuale.  

Infatti, il minimo movimento del 2 da 1,20 ad 1,30 rileva una variazione del 50% circa (che potrebbe far pensare di non giocare il 2 poiché salito del 50%), mentre l'1 del Crotone sceso da 16,00 circa a 12,00 circa fa rilevare una variazione del 33%.  

Ecco allora che molti potrebbero cadere nel tranello e fare questo ragionamento: "Il 2 della Juve è salito del 50% (sensazione di incredulità, panico)! 
Giochiamo 1X!"  Oppure: "L'1 del Crotone sta andando a picco!! Da quota 16 a quota 12!! 
Corriamo a giocarlo prima che scenda ancora!" (sensazione di chi sta facendo il colpo della vita). 

Lo scommettitore razionale, che non gioca in base ad impulsi emotivi, si ferma un attimo e ragiona.
 E pensa: "Come mai la massa si sta muovendo verso l'1X?". E si risponde che la Juve, in vista della UEFA Champions League, farà un mini turn-over. A questo punto ci si chiede: "Tale motivazione è sufficiente affinché possa tentare il colpaccio e giocare 1X? Oppure la Juventus, sebbene presenti qualche riserva (riserve che sarebbero titolarissimi altrove, attenzione!) è comunque in grado di battere il Crotone, penultimo?" 

Solo dandosi una risposta a ciò, potrà decidere cosa giocare e non dopo aver guardato solamente dei numeri senza averli prima interpretati! 

Anche qui, l’interpretazione fu giusta poiché, a dispetto del rialzo del 2, la Juventus vinse 0-2 senza troppe difficoltà. 

19 Febbraio 2017: VARIAZIONI QUOTE BOLOGNA – INTER

La variazione di quota più significativa di questo turno di Serie A TIM sta interessando la partita tra Bologna Fc 1909 ed F.C. Internazionale Milano.  
La quota del 2 ha subito un decremento di circa il 20% su molti bookmakers. 
Stavolta la spiegazione è facilmente intuibile ed è, infatti, attribuibile agli opposti stati di forma: il Bologna è reduce da 3 sconfitte consecutive che hanno del clamoroso (1-7 contro il SSC Napoli, 0-1 contro il Milan in 9 contro 11 e 3-1 a Marassi contro la U.C. Sampdoria) e mancherà anche Mattia Destro, mentre l'Inter ha collezionato ben 8 vittorie nelle ultime 9 gare di campionato. 

Il 2 è attualmente quotato ad @1,80 circa ed è una quota da prendere seriamente in considerazione.  Qualche controindicazione? Attenzione al ritardo statistico della X: l'Inter, infatti, non pareggia in campionato dall'esordio di Pioli, ossia dal 2-2 del Derby del 21 Novembre. 

Variazione veritiera anche in questo caso in quanto l’Inter vinse 0-1

Infine: 

22 Febbraio 2017: VARIAZIONI QUOTE CHAMPIONS LEAGUE 

Analizziamo le variazioni delle quote che stanno interessando le odierne partite di UEFA Champions League. 

 -  Sevilla FC v Leicester City Football Club

 L'1 ha subìto un crollo significativo nell'ordine del 35% circa ed è attualmente offerto alla quota massima di @1,40 su William Hill. 
Il perché di questa variazione di quota è presto detto: 

1) stati di forma opposti nei rispettivi campionati: il Siviglia è terzo ne LaLiga mentre il Leicester rischia di retrocedere, trovandosi appena un punto sopra la terz'ultima. 
2) prestazioni casa/trasferta: il Siviglia in casa ha praticamente sempre vinto, cedendo il passo solo alla Juventus ed al FC Barcelona. Il Leicester, al contrario, non ha mai vinto se escludiamo lo 0-3 rifilato al Club Brugge K.V. e l'1-2 all'Everton Football Club in FA Cup. 

Il mercato, quindi, è praticamente convinto che la squadra di Claudio Ranieri non abbia scampo. Ci sono controindicazioni? La forte motivazione mostrata in campo internazionale dal Leicester e...basta! Forse un po' poco per tentare un azzardo con l'X2! 

 -  FC Porto v Juventus 

Al momento non si verificano significativi movimenti di quota con la vittoria del Porto offerta da GazzaBet a @3,65, il pareggio a @3,20 da Unibet e la vittoria dei bianconeri pagata @2,30 da Enjoybet. Peserà a favore del Porto la decisione da parte di Massimiliano Allegri di lasciare in tribuna Leonardo Bonucci?  

Come correttamente analizzato, il Siviglia ha poi vinto 2-1 mentre il 2 della Juventus s’è alzato a ridosso del match, probabilmente per le notizie di formazione che escludevano Bonucci. 

Spero che quest’articolo abbia finalmente chiarito le idee a molti ed abbia fatto capire come dapprima conoscere e poi analizzare le variazioni delle quote siano un’opportunità da sfruttare sia per seguire l’andamento del mercato, sia anche per lucrare maggiormente e giocare contro tendenza. 

Ovviamente, avrete capito che la parola d’ordine quando si ha a che fare con le variazioni di quota è: INTERPRETARE! 

Io ti invito a voler approfittare dell’occasione che ti riserva Bettinglife.it, vale a dire poter testare il nuovo servizio alert mail riguardante proprio le variazioni di quota. 

Se vuoi usufruirne scrivici in pagina Facebook oppure invia una mail a: info@bettinglife.it o direttamente compilando il form che trovi qui: https://www.bettinglife.it/contatti 

Io ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato e ti invito a lasciare un “Mi piace” all’articolo od anche a commentarlo con le tue osservazioni o domande. 

 Alla prossima!


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 23/02/2017

Tags:  bettinglife  juventus  inter  quota  bettingschool  variazionequote 










Contatti
Contatti