Feed RSS

Il punto sulla Serie A: ventinovesima giornata


Juve, ti basta Cuadrado. Napoli e Roma, pranzo e cena con brividi. La Dea sogna l’Europa, il Milan ci crede ancora.


La ventinovesima giornata di Serie A non ha riservato sorprese significative, tant’è vero che nulla è cambiato sia per la lotta al vertice che per la zona retrocessione.


Aveva avuto ragione Allegri quando, nella conferenza della vigilia aveva affermato, che la partita contro la Sampdoria sarebbe stata più difficile del prossimo doppio impegno col Barcellona. Parole non di circostanza visto che l’allenatore toscano era consapevole del buon stato di forma dei blucerchiati che venivano da sette risultati utili consecutivi oltre al fatto di aver perso in casa appena due volte finora, contro Milan e Lazio, entrambe le volte di misura. Ed, infatti, anche la Juventus alla fine si imporrà di misura, 0-1 il risultato finale, grazie a Cuadrado che, liberissimo, con colpo di testa su cross di Asamoah proveniente da sinistra, di giustezza batte Puggioni e regala i tre punti ai bianconeri.

La Juve fa sua, quindi, una bella partita con vari capovolgimenti di fronte ed equilibrata dal punto di vista delle occasioni: le statistiche finali, infatti, vedranno cinque tiri nello specchio per parte ed un possesso palla di 49% a 51% ma ciò che fa la differenza in questi numeri all’apparenza uguali è, al solito, la grande solidità difensiva dei bianconeri.

Nota stonata della giornata è l’infortunio di Dybala: problema muscolare per lui ma non dovrebbe preoccupare in vista del Barcellona (vincente 4-2 sul Valencia).

Le inseguitrici della Juventus, Napoli e Roma, continuano a sfidarsi per il secondo posto e nessuna delle due cede il passo, essendo state anche oggi vittoriose rispettivamente contro Empoli e Sassuolo, la prima all’ora di pranzo, l’altra all’ora di cena. Vittorie arrivate con qualche brivido visto che il Napoli, avanti di tre gol nel primo tempo grazie alla doppietta di Insigne ed il solito Mertens, si fanno bucare due volte nella ripresa dai toscani con l’ex, El Kaddouri, e Maccarone dal dischetto, gol numero 100 con la maglia dell’Empoli per il “Big Mac”.

I giallorossi, invece, devono rimontare il gol in apertura di Defrel, che interrompe il digiuno della squadra di Di Francesco, mai a segno nelle ultime tre gare. I fischi dell’Olimpico non intimoriscono gli uomini di Spalletti che pareggiano al 16’ con una botta da fuori area di Paredes e timbrano il vantaggio in chiusura di primo tempo con Salah. Nella ripresa, Dzeko, inizialmente in panchina, legittimerà il predominio giallorosso con il 3-1 finale che consegna il secondo posto a Totti e compagni.

Sicuramente più ingarbugliata è la zona Europa League con quattro squadre in cinque punti. Negli anticipi di Sabato, il Milan è riuscito a rosicchiare ben due punti ai cugini nerazzurri, che nel pomeriggio avevano impattato 2-2 contro il Torino, grazie alla vittoria contro il Genoa per 1-0 firmata Mati Fernandez. Stati d’animo opposti per i due allenatori a fine gara: Pioli si dirà amareggiato per un pareggio che sa di resa in chiave terzo posto valido per la Champions, Montella, invece, felice per i tre punti, vede i 70 punti come obiettivo che gli regalerebbe un posto per l’Europa. La classifica per ora recita Inter 55 e Milan 53, in attesa del prossimo turno che le vedrà impegnate, dopo la sosta per le Nazionali, rispettivamente in casa contro la Sampdoria ed in trasferta contro il Pescara di Zeman.

Pescara che oggi ha nuovamente perso contro un’altra squadra che lotta chiaramente per un posto UEFA, ossia la rivelazione di questa Serie A, l’Atalanta di Gasperini. Dopo la batosta presa nel turno scorso a San Siro sponda nerazzurra (7-1), la Dea era chiamata immediatamente a rialzare la testa ed il risultato finale non lascia dubbi a quanto di buono espresso dai giocatori in campo e soprattutto dal suo capitano, il “Papu” Gomez: 3-0 il risultato finale con doppietta per l’italo-argentino ed il gol di Grassi, autore anche dell'assist per il primo gol di Gomez.

Chi pure perde terreno è la Lazio che, a dispetto delle statistiche e delle quote dei bookmakers che la vedevano favorita con piogge di gol, è frenata sullo 0-0 a Cagliari. Un Cagliari abbottonato ed una Lazio meno cattiva del solito sono stati gli ingredienti per una partita poco gradevole. Per la terza volta in stagione il Cagliari non segna davanti al proprio pubblico e per la seconda volta non subisce reti ma è il suo primo 0-0 casalingo dall’inizio del campionato che finora aveva sempre visto sortire al Sant’Elia come minimo il segno Over 1,5.

La goleada arriva, invece, dove non te l’aspetti, ossia tra Bologna e Chievo: 4-1 il risultato finale con i felsinei alla seconda vittoria consecutiva ma che non segnavano in casa da ben tre gare e soprattutto non vincevano da quattro turni interni. Bologna ora praticamente tranquillo da qui in avanti con questi 6 punti pesantissimi, al pari dello stesso Chievo.

Altro spettacolo, invece, al Friuli dove è rispettata la statistica tra Udinese e Palermo. I rosanero, infatti, pur trovandosi nei bassifondi della classifica, sono riusciti quasi sempre a segnare in trasferta, addirittura, con oggi, ben 14 volte su 15. Ma se il Palermo avesse anche una buona difesa non navigherebbe in cattive acque; ed, infatti, dopo il gol iniziale di Sallai, viene ripreso prima del duplice fischio da Thereau. Nella ripresa, la squadra di Delneri dilagherà ed il risultato finale sarà il medesimo del Dall’Ara, ossia 4-1. Il Palermo non riesce nemmeno oggi ad approfittare dei passi falsi dell’Empoli.

Sempre nel pomeriggio di Domenica, s’è giocata anche Crotone – Fiorentina con la squadra di Paulo Sousa che, per la seconda volta consecutiva, vince per 1-0 e sempre con un gol nei minuti finali: sia in casa contro il Cagliari che oggi a Crotone, è Kalinic a firmare il gol vittoria.

Non ci saranno posticipi del Lunedì e la Serie A riprenderà il l’1 e 2 Aprile col big match tra Napoli e Juventus che ci dirà se il campionato sarà definitivamente nelle mani dei bianconeri o se si riaprirà grazie ad un’eventuale vittoria dei partenopei.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 20/03/2017

Tags:  napoli  roma  serie a  juventus  inter  milan  atalanta  montella  cuadrado  papu gomez  pioli 










Contatti
Contatti