Feed RSS

Il punto sulla Serie A: trentesima giornata.


Napoli – Juve, un punto che serve solo ai bianconeri. Atalanta e Lazio, Europa ad un passo. Milan, “Paperumma” non solo su Topolino.


La giornata appena trascorsa poteva dire tanto o nulla. Ha detto tanto in zona salvezza, qualcosa per la zona Europa, nulla per la lotta scudetto.

Partiamo proprio da quest’ultima. C’era Napoli- Juve, partita per la quale s’è parlato più per il ritorno di Gonzalo “core ingrato” Higuain al San Paolo che non per il fatto che potesse riaprire il campionato o definitivamente chiuderlo. Ancora una volta i partenopei hanno pregato e sperato, hanno vissuto intensamente l’avvicinarsi del match, così come in Champions contro il Real Madrid. Il risultato? Lo stesso. Tanto orgoglio, bella partita ma finale, se non uguale, molto simile.

Per la cronaca, infatti, il match è terminato 1-1, risultato che, ovviamente, consolida, qualora ce ne fosse ancora bisogno, il primato della Juve che è, sì, avvicinata dalla Roma, ma 6 punti di vantaggio ad otto giornate dal termine non preoccupano chi sta davanti, semmai logorano chi insegue.
La partita s’è messa subito in favore dei bianconeri, in vantaggio dopo manco dieci minuti con Khedira che gela il San Paolo concludendo un triangolo con Pjanic e mettendo alle spalle di Rafael. Il resto della gara è colorato più d’azzurro che di bianconero ed al minuto 60’ i partenopei trovano il pari grazie ad Hamsik, settima rete in carriera alla Juve ed undicesima in questo torneo, che trafigge Buffon sul filo del fuorigioco dopo un bello scambio con Mertens.
Nonostante le altre occasioni, il Napoli non riuscirà a conquistare i tre punti che, più che riaprire il campionato, gli avrebbero permesso di non far allontanare troppo la Roma, ora a +4.
Napoli e Juventus si affronteranno nuovamente mercoledì per il ritorno della semifinale di Coppa Italia: si partirà dal 3-1 dello Juventus Stadium.

Se per il campionato il discorso è virtualmente chiuso, pare si stia definitivamente delineando anche la corsa all’Europa League. Chi continua, appunto, a correre sono Lazio ed Atalanta. Gli uomini di Inzaghi, nell’anticipo del tardo pomeriggio del Sabato, hanno espugnato il Mapei Stadium battendo il sempre temibile Sassuolo per 1-2 e si sono portati a 60 punti, a -4 dal Napoli.
L’Atalanta, invece, ha strapazzato a domicilio il Genoa, infliggendogli uno 0-5 che non dà spazio a repliche. Le due vittorie, peraltro egregiamente pronosticate dal nostro tipster “Alex”, consolidano le rispettive posizioni delle due squadre che, al momento, appaiono davvero quelle maggiormente meritevoli del piazzamento, se non altro per la continuità di rendimento dimostrata in queste prime trenta giornate di campionato.

Chi ridimensiona, e non poco, le sue ambizioni europee è ancora una volta il Milan che inciampa a Pescara pareggiando per 1-1. Sono i padroni di casa a passare in vantaggio, o meglio, è il Milan a passare in svantaggio visto che il gol lo confezionano Paletta e Donnarumma. Al minuto 10’, infatti, il difensore centrale rossonero, pressato da un attaccante abruzzese, effettua un retropassaggio troppo forte e non rasoterra che Donnarumma non riesce a stoppare e che può solo accompagnare in rete con lo sguardo. Visto l’episodio, è inevitabile e quanto mai casuale il riferimento al prossimo numero dello storico settimanale “Topolino” che vede proprio l’estremo difensore del Milan protagonista di una storia a fumetti nei panni di “Paperumma”.

Tornando alla partita, il leit motiv dei restanti ottanta minuti è il Milan che cerca di creare gioco ed il Pescara che riparte in contropiede. Rossoneri che pareggiano in chiusura di primo tempo, grazie a Pasalic che raccoglie di giustezza un pallone vacante in area scaraventandolo alle spalle di Fiorillo. Solito valzer di sostituzioni nella ripresa ma il Milan, oltre al palo colpito da Romagnoli, non sarà in grado di creare pensieri all’undici di Zeman.
Un pareggio che vale quanto una sconfitta per i rossoneri che avrebbero dovuto sfruttare il calendario per rimanere in corsa per un posto Uefa. Il derby pre Pasquale probabilmente dirà molto in tal senso.

Milan che deve anche guardarsi le spalle; infatti, la Fiorentina, alla terza vittoria consecutiva per 1-0, tra l’altro l’unica vittoria casalinga di questa domenica, è ora a -3 dai rossoneri dopo aver liquidato in casa un tranquillo Bologna grazie al gol partita di Babacar.

Il turno ha detto molto per quanto riguarda la bagarre per la zona rossa, quella che vedrà tre squadre retrocedere in Serie B.
Il Pescara, come detto, prende un punto ma la posizione occupata è sempre l’ultima e le distanze dalla quart’ultima, l’Empoli, restano tantissime, ben nove.

Il Palermo incassa la quarta sconfitta consecutiva ad opera di un tranquillissimo Cagliari che è corsaro al “Barbera” per 1-3.

Chi risorge e spera è, invece, il Crotone: contro tutti i pronostici della vigilia, va a vincere a Verona, sponda Chievo, per 1-2, inaugurando finalmente la casella delle vittorie in trasferta e, cosa fondamentale, portandosi a cinque punti dall’Empoli, in crisi totale con otto sconfitte nelle ultime dieci giornate, l’ultima Sabato sera contro la Roma all’Olimpico per 2-0.
Ad otto giornate dalla fine il miracolo calabrese è possibile.

Per dovere di cronaca, segnaliamo anche lo spettacolare 2-2 nel Lunch Match della Domenica tra Torino e Udinese maturato tutto nel secondo tempo: doppio vantaggio degli uomini di Delneri e pareggio granata firmato Moretti ed il solito Belotti che raggiunge così Dzeko a 23 gol nella classifica cannonieri.

La trentesima giornata si chiuderà stasera con il posticipo tra Inter e Sampdoria con i nerazzurri che vorranno approfittare del passo falso dei cugini rossoneri. Blucerchiati senza pressioni e soprattutto senza Muriel.

Nel prossimo turno il big match sarà quello a tinte azzurre tra Lazio e Napoli, mentre Juventus e Roma avranno sulla carta impegni relativamente semplici rispettivamente in casa contro il Chievo ed in trasferta contro il Bologna.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 03/04/2017

Tags:  napoli  roma  serie a  juventus  inter  milan  atalanta  higuain  belotti  donnarumma 










Contatti
Contatti