Feed RSS

Il punto sulla Serie A: trentunesima giornata.


Bum-bum Higuain: il Barcellona è avvisato! Rimescolata la zona Europa League. Il Crotone ci crede davvero!


La trentunesima giornata di Serie A ha regalato gol, spettacolo e qualche sorpresa.

Complice l’impegno che vedrà impegnati i bianconeri Martedì contro il Barcellona, la Juventus ha giocato Sabato sera allo Juventus Stadium contro il Chievo. Solito “allenamento” quello bianconero quando in casa affronta squadre di medio/basso calibro. Ci ha pensato Gonzalo Higuain a regolare i clivensi grazie ad una doppietta per il 2-0 finale, un’altra dopo quella rifilata agli ex compagni del Napoli in Coppa Italia qualche giorno prima.
Poco da dire sulla partita che ha rispettato i pronostici della vigilia: Juve che riesce ancora una volta a chiudere in vantaggio il primo tempo per poi controllare il match e chiuderlo. Solo certezze, quindi, per Massimiliano Allegri (e, tra l’altro, pare una certezza anche la sua permanenza in bianconero, così come dichiarato da Marotta) in vista del quarto di Champions: l’attacco vede un Higuain in stato di grazia che ha affinato maggiormente l’intesa con Dybala e la difesa è blindatissima. Chievo che pare quasi in vacanza dopo aver praticamente raggiunto la quota salvezza: è alla quarta sconfitta nelle ultime cinque giornate.

I punti di distacco sulla Roma restano comunque sei visto che i giallorossi, nel pomeriggio di Domenica, hanno espugnato il Dall’Ara battendo il Bologna con un rotondo 0-3. Si è vista una Roma poco brillante, complice forse il primo vero caldo stagionale, ma cinica. Il Bologna, anch’esso praticamente salvo, ha retto fin quanto ha potuto ossia fino al gol di Fazio al minuto 25’ su azione da calcio d’angolo. C'è stato poi il raddoppio di Salah in chiusura di primo tempo che praticamente ha chiuso la partita. Nel secondo tempo non è mancato il solito gol di Dzeko che porta a ventiquattro le sue marcature in Serie A e continua la sua personale sfida con Belotti.

Il “Gallo” è, infatti, anche oggi andato a segno nello scoppiettante Cagliari – Torino, che sapeva già di amichevole di fine stagione, terminato per 2-3. Ci avevano visto bene i bookmakers che avevano proposto l’Over a nemmeno @1,60. Ed, infatti, il primo tempo si conclude già sul risultato di 1-2. Ha aperto le danze Borriello su rigore; poi, subito il pareggio di Ljajic e successivamente grande incornata di Belotti che, come Dzeko, fa ventiquattro in campionato. Nella ripresa Acquah fa 1-3 e nel recupero Han entra nella storia per essere il primo nordcoreano che riesce a segnare in Serie A.

Lo spettacolo non è mancato nemmeno a Marassi dove, nel Lunch Match domenicale, Sampdoria e Fiorentina hanno pareggiato per 2-2. A Bruno Fernandes, che ha portato i doriani in apertura di match, ha risposto nella ripresa Rodriguez; poi nuovo vantaggio blucerchiato con Alvarez e pareggio finale di Babacar a pochi minuti dal termine. Prosegue, quindi, il momento positivo dei blucerchiati che hanno raccolto 10 punti nelle ultime 5 partite, perdendo solo in casa contro la Juventus col minimo scarto ed a testa alta. Alla Fiorentina rimangono poche speranze per l’Europa, tuttavia la squadra di Paulo Sousa, a -7 dall’Atalanta, deve continuare a crederci.

Atalanta che, a dispetto delle quote dei bookamkers che ne davano la vittoria interna ad 1,50 circa, frena in casa contro il Sassuolo. Un pareggio alquanto inaspettato per gli uomini di Gasperini, soprattutto dopo le prestazioni maiuscole delle ultime domeniche contro Pescara e Genoa (3-0 e 0-5) e considerato anche lo stato di forma del Sassuolo che era reduce da tre sconfitte consecutive. Nerazzurri comunque che occupano ancora il quinto posto, l’ultimo utile per l’Europa League, ma sono avvicinati dal Milan.

I rossoneri passeggiano in casa contro un derelitto Palermo, ormai con un piede e mezzo in Serie B. Padroni di casa che non sono stati mai impensieriti dai rosanero e che hanno chiuso la pratica sin dai primi minuti di gioco: Suso, al rientro dopo l’infortunio, pennella un pallone delizioso su punizione per l’1-0, poi Pasalic raddoppia al 20’ raccogliendo un cross proprio dello spagnolo. Il 3-0 è firmato Bacca che, di testa, incrocia di testa un cross perfetto di Calabria. Nel secondo tempo, Deloufeu chiuderà i giochi con un bel gol per il 4-0 finale.
La settimana scorsa titolammo che per il Milan l’Europa League era cosa ormai persa dopo il clamoroso 1-1 di Pescara. Ma non sapevamo ancora il risultato di Inter – Sampdoria, finita poi 1-2, e, soprattutto, mai ci saremmo aspettati, e nemmeno gli interisti stessi, il crollo dei nerazzurri a Crotone.

Inter “arrogante e presuntuosa” quella vista in oggi in Calabria, così definita dallo stesso dg Ausilio. Effettivamente, i nerazzurri giocano un primo tempo inguardabile e sono giustamente puniti da Falcinelli, prima su rigore e successivamente con un contropiede che lascia in bambola la difesa nerazzurra, praticamente ferma a centrocampo. Nella ripresa, il gol di D’Ambrosio ed il palo di Eder non saranno sufficienti per evitare la figuraccia e, soprattutto, il sorpasso da parte dei cugini rossoneri. Ora la classifica recita Milan 57 ed Inter 55. E Sabato prossimo ci sarà proprio il derby della Madonnina.
Il Crotone, invece, crede davvero nel miracolo di una permanenza in Serie A che avrebbe del clamoroso dopo la partenza shock di campionato. Ora Falcinelli e compagni sono appena a 3 punti dall’Empoli, incapace di vincere in casa contro il Pescara nell’anticipo delle 15 di Sabato (1-1).

Anche la Lazio perde terreno in chiave Europa League. A dire il vero, gli uomini di Inzaghi in cuor loro cullavano il sogno terzo posto e la sfida contro il Napoli in casa era proprio l’occasione giusta per avvicinare tale sogno alla realtà. Ma la realtà, invece, è stata spietata proprio come i “folletti” partenopei che sbancano l’Olimpico per 0-3: Callejon ed Insigne (doppietta per lui) regalano un +7 proprio nei confronti della Lazio che, a questo punto, pare davvero blindare quanto meno i preliminari di Champions per la prossima stagione. Lazio, quindi, ferma a 60 e classifica per l’Europa League che ora si fa davvero corta ed interessante con 4 squadre in 5 punti.

Una nota la dedichiamo anche ad Udinese – Genoa, peraltro egregiamente pronosticata dal nostro tipster Alex: 3-0 il risultato finale che, a sette giornate dal termine, allarma la piazza rossoblù che oggi con un eloquente striscione ha contestato il presidente Preziosi. Genoa fermo a 29 punti e reduce dalla quarta sconfitta consecutiva.

Il prossimo turno si giocherà tutto al Sabato per la festività della Santa Pasqua e s'aprirà alle 12.30 col suddetto derby di Milano.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 09/04/2017

Tags:  napoli  roma  serie a  juventus  inter  milan  atalanta  belotti  bacca 










Contatti
Contatti