Feed RSS

Serie B, ultima giornata della stagione 2016-2017: la situazione dei playoff e dei playout.


Ultima giornata di Lega Serie B ConTe.it quella che si disputerà stasera con tutte le partite in contemporanea a partire dalle 20.30 e con molto ancora da decidere sia per i playoff che per i playout.


Ricordando che la SPAL, a sorpresa, ha meritatamente già guadagnato il pass per la prossima Serie A, sono interessantissimi gli scenari riguardanti i playoff ed i playout in quanto le squadre coinvolte sono davvero tante.
Partiamo, innanzitutto, dal regolamento; dalla stagione 2015-2016 l’individuazione delle società promosse alla Serie A segue le seguenti regole:

- acquisiscono direttamente il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM le squadre classificate al 1° e 2° posto del Campionato di Serie B. La squadra classificata al 3° posto acquisisce direttamente il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM se il distacco dalla squadra classificata al 4° posto supera i 9 punti.

- qualora il distacco in classifica non superi i 9 punti, la terza squadra che acquisisce il titolo sportivo per richiedere l’ammissione al Campionato di Serie A TIM è individuata con la disputa di play-off.

Allo stato attuale, quindi, ciò cosa comporterebbe?


Detto della SPAL, che rientrerebbe comunque nelle prime due posizioni anche in caso di sconfitta contro il Bari, si giocano il secondo posto, e quindi l’accesso diretto alla Serie A, il Verona ed il Frosinone.
Gli scaligeri sono a 73 punti e saranno impegnati a Cesena, passata a Trapani nel turno scorso ed in un buono stato di forma, mentre il Frosinone, che di punti ne ha 71, ospiterà la Pro Vercelli, la squadra che assieme all’Ascoli ha pareggiato più volte in questo campionato (ben 19) e non a caso è reduce da quattro pareggi nelle ultime 5 partite.

Ma il Frosinone, per quanto citato sopra, può salire direttamente in Serie A?


La risposta è: sì! Infatti, i ciociari hanno allo stato attuale hanno 8 punti di distacco sulla quarta, il Cittadella, ma se avessero vinto a Benevento ne avrebbero avuti ben 11! In ogni caso, quindi, il Frosinone dovrà cercare di battere la Pro Vercelli e sperare poi che le inseguitrici, ossia Cittadella, Perugia e Benevento, impegnate rispettivamente contro Entella (già in vacanza, reduci da 5 sconfitte consecutive), Salernitana e Pisa, non facciano più di un punto. In quel caso, infatti, la classifica reciterebbe: Frosinone 74, Cittadella 63 (o 64), Perugia 62 (o 63) e Benevento 62 (o 63).
Solo in questo caso, il Frosinone sarebbe direttamente promosso in Serie A come terza avendo un distacco dalla quarta di oltre 9 punti.

I playoff, quindi, non si disputerebbero?


Per rispondere a questa domanda dobbiamo tener presente anche il risultato di Cesena – Verona. Infatti, se il Verona dovesse perdere a Cesena ed il Frosinone dovesse vincere in casa, il Frosinone salirebbe come seconda, scavalcando di un punto il Verona, ed i gialloblù scenderebbero al terzo posto. A quel punto tutto dipenderà dai risultati delle inseguitrici, le quali dovrebbero perdere tutte e tre affinché il Verona possa rimanere terzo ad oltre 9 punti dalla quarta. In sostanza, se il Cittadella prende almeno un punto, i playoff si disputano a prescindere dai risultati di Verona e Frosinone.

Continuiamo a leggere il regolamento cercando di capire perché ai playoff potrebbero accedere da 2 a 6 squadre.

I play-off verranno disputati dalle squadre, fino ad un massimo di 6, che a conclusione del Campionato si sono classificate all’interno di un c.d. “perimetro play-off” determinato da 14 punti di distacco dalla 3ª classificata

Cosa significa ciò?


Che per individuare le squadre che avranno diritto a disputare i playoff bisogna tenere presente quanti punti riesce ad ottenere la terza classificata e poi vedere quante squadre, fino ad un massimo di 5, hanno un distacco da essa di massimo 14 punti
La situazione attuale è la seguente:

- Frosinone 71
- Cittadella 63
- Perugia 62
- Benevento 62
- Carpi 59
- Spezia 57

Allo stato attuale, se le cose dovessero rimanere così, lo Spezia, che si trova giusto a 14 punti dal Frosinone, terzo, sarebbe l’ultima squadra a poter accedere ai playoff che riguarderebbero, quindi, 6 squadre.

In questo caso, lo schema di svolgimento dei playoff è il seguente:

1) Turno preliminare: quinta contro ottava in partita secca in casa della quinta; in caso di parità si procede ai supplementari, in caso di ulteriore parità passa il turno chi ha una migliore posizione in classifica.
2) Turno preliminare: sesta contro settima in partita secca in casa della sesta; in caso di parità si procede ai supplementari, in caso di ulteriore parità passa il turno chi ha una migliore posizione in classifica.
3) Semifinale: la terza affronta la vincente della gara tra sesta e settima in due partite di andata e ritorno. La gara di ritorno viene disputata sul campo della squadra 3ª classificata; a conclusione delle due gare, risulta vincente la squadra che ha ottenuto il maggior numero di punti; in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità, viene considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine del Campionato (non si disputano tempi supplementari);
4) Semifinale: la quarta affronta la vincente della gara tra quinta ed ottava in due partite di andata e ritorno. Anche qui la gara di ritorno viene disputata sul campo della squadra 4ª classificata; a conclusione delle due gare, risulta vincente la squadra che ha ottenuto il maggior numero di punti; in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità, viene considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine del Campionato (non si disputano tempi supplementari);
5) Finale: le squadre vincenti ai punti 3 e 4, disputano la finale con una gara di andata e una di ritorno; la gara di ritorno viene disputata sul campo della squadra in migliore posizione in classifica al termine del Campionato; a conclusione delle due gare, risulta vincente la squadra che ha ottenuto il maggior numero di punti; in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità, viene considerata vincente la squadra miglior classificata al termine del Campionato; solo nel caso in cui le due squadre avessero terminato il Campionato con lo stesso punteggio in classifica (parità di punti), la gara di ritorno prevederà anche i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore.

Al momento, quindi, vedere dei playoff con 6 squadre coinvolte è l’ipotesi tra le più probabili, visto e considerato che, oltre lo Spezia, potrebbe rientrare in tale corsa il Novara, a 56 punti, ed anche la Salernitana, attualmente a 54 punti ma che, se dovesse vincere con contemporanea sconfitta dello Spezia e pareggio o sconfitta del Novara, agguanterebbe proprio lo Spezia in classifica ed a quel punto vanterebbe l’ottavo posto in virtù di un miglior punteggio negli scontri diretti (Spezia – Salernitana 1-1 e Salernitana – Spezia 1-0).

Cosa succede, invece, se il distacco di massimo 14 punti tra la terza e le inseguitrici riguarda meno di 5 squadre?


Se tale distacco si ferma alla settima classificata, si procede in questo modo, stante le regole generali riguardanti turni preliminari, semifinali e finale già espresse nel caso precedente:

- Turno preliminare: sesta contro settima.
- Semifinali: terza contro vincente del turno preliminare e quarta contro quinta.
- Finale: vincenti delle semifinali.

Potrebbe anche accadere che le squadre coinvolte siano anche meno di 4 inseguitrici.


A quel punto si disputerebbero solo le semifinali tra terza contro sesta e quarta contro quinta per stabilire chi si giocherà poi la finale per il passaggio in Serie A.

La penultima ipotesi riguarda solo 3 squadre, terza più le due inseguitrici ed in questo caso si disputerebbe solo una semifinale tra la quarta e la quinta. La vincente affronterebbe, evidentemente, la terza, di diritto già finalista.

L’ultimo caso è quello che riguarda solo la terza e la quarta che disputerebbero direttamente la finale. Tra loro, come detto in precedenza, i punti di distacco non devono essere superiori a 9 poiché, in caso contrario, salirebbe direttamente in Serie A la terza classificata.

Capitolo playout.


Riguardo la retrocessione in Lega Pro, ecco come si esprime il regolamento:

- sono retrocesse direttamente al Campionato di Lega Pro - Divisione Unica le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terz’ultimo posto del Campionato di Serie B. La squadra quart’ultima classificata è retrocessa direttamente se il distacco dalla quint’ultima classificata supera i 4 punti;

- qualora il distacco in classifica non superi i 4 punti, la quarta squadra retrocessa è individuata con la disputa di play-out tra la quart’ultima classificata e la quint’ultima classificata. Il play-out si disputa in gare di andata e ritorno, con gara di andata sul campo della squadra quart’ultima classificata al termine del Campionato. Ottiene la permanenza nel Campionato di Serie B la squadra che, a conclusione delle due gare, ha ottenuto il maggior numero di punti; in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti. In caso di ulteriore parità, ottiene la permanenza nel Campionato di Serie B la squadra quint’ultima classificata al termine del Campionato; solo nel caso in cui le due squadre avessero terminato il Campionato con lo stesso punteggio in classifica (parità di punti), la gara di ritorno prevederà anche i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore.

Allo stato attuale, Pisa e Latina sono già state retrocesse rispettivamente come penultima a 35 punti e come ultima a 32 punti. Resta da stabilire, ma solo per la matematica, il nome della terzultima che sarà uno tra Vicenza (al 99%), attuale terzultima a 41 punti, ed il Trapani, 44 punti. Ma sono invischiate, quanto meno per il playout, anche l’Avellino che precede proprio il Trapani di due punti, così come la Ternana ed il Brescia, quest’ultimo a 47.

Il denominatore comune di queste squadre è stato il cambio di allenatore durante il campionato. Il Trapani sostituì Cosmi con Calori e quest’ultimo ha fatto un girone di ritorno pazzesco alla guida dei siciliani mentre, ad Avellino, Novellino subentrò a Toscano, dapprima ottenendo buoni risultati, poi calando vistosamente in questo finale di stagione fino a giocarsi, appunto, la permanenza nella serie cadetta. Altro cambio che ha sortito ottimi risultati è stato quello di Liverani che ha sostituito Gautieri alla guida della Ternana, che era data ormai per spacciata, ed, infine Cagni che è subentrato a Cristian Brocchi sulla panchina del Brescia, anch’egli esonerato nel mese di Marzo come il succitato Gautieri e che ha saputo dare maggiore equilibrio alle “rondinelle”.

Quali i possibili scenari?


Il Vicenza, reduce da tre sconfitte e praticamente condannato, ospiterà lo Spezia che, come detto, dovrà rimanere in scia di quelle che lo precedono al fine di non perdere il possibile treno per i playoff. Il Trapani, che dopo un clamoroso girone di ritorno è caduto nel turno scorso in casa contro il Cesena ed al quale basterà un punto per giocarsi il playout, sarà ospitato proprio dal Brescia, al quale non è detto che basti un punto per la matematica permanenza in Serie B. Potrebbe essere scavalcato, infatti, da Ternana ed Avellino e sarebbe costretto a giocarsi il playout proprio contro il Trapani. Ci sarà, poi, Avellino – Latina e non è detto affatto che sia una partita semplice per gli irpini, costretti a vincere, visto e considerato che il Latina ha sempre onorato la maglia ed inoltre va praticamente sempre in gol in trasferta. La Ternana, infine, a cui servirebbe una vittoria per avere la certezza matematica della salvezza, sarà impegnata ad Ascoli in una gara tra compagini davvero in forma.

Un’ultima giornata di Serie B, quindi, assolutamente da seguire poiché, l’avete letto, i possibili scenari sono davvero tanti!

Per maggiore dettagli suggeriamo di documentarsi con il Regolamento Ufficiale della Lega Serie B.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 17/05/2017

Tags:  serie b  playout  playoff  trapani  frosinone  spal  perugia  pisa 










Contatti
Contatti