Feed RSS

Il punto sulla Serie A: penultima giornata.


Juventus, 6 nella storia! Milan, bentornato in Europa! Empoli e Crotone al fotofinish!


Finalmente è tricolore!

Grazie alla vittoria sul Crotone per 3-0, reti decisive di Mandzukic, Dybala ed Alex Sandro, la Juventus conquista il suo trentatreesimo scudetto (o trentacinquesimo, a seconda dei punti di vista) con una giornata d’anticipo ed a pochi giorni dalla conquista della Coppa Italia ai danni della Lazio, avendo mantenuto la distanza di 4 punti sulla Roma.

In particolare, questo vinto quest’anno è il sesto scudetto di fila per i bianconeri che così entrano a pieno diritto nella storia del calcio non solo per aver fatto meglio del “Quinquennio d’oro” o della “Juventus del Quinquennio” vale a dire di quella squadra che nel primo lustro degli anni ’30 riuscì a vincere ben cinque scudetti di fila sotto la guida di Carlo Carcano, precursore del cosiddetto “Metodo”, ma anche per essere la prima squadra nella storia della Serie A a vincere per sei volte di fila il titolo nazionale.

Autori di questo splendido record dei tempi attuali sono stati Antonio Conte, con cui la Juventus ha vinto i primi tre titoli, e Massimiliano Allegri, attuale allenatore con il quale i bianconeri sono riusciti a vincere altri e tre scudetti oltre che, naturalmente, i vari campioni e la dirigenza, quest’ultima sempre attenta a svolgere un lavoro di pianificazione sempre vincente.
Che la Juventus sia stata sin da inizio campionato la grande favorita nessuno l’aveva mai messo in dubbio, a maggior ragione visto che non si è ripetuta la falsa partenza della passata stagione, quando i media avevano dato i bianconeri spacciati a fine Novembre. Poi sappiamo tutti come andò a finire.

Fondamentali per questa vittoria tricolore sono stati i nuovi innesti arrivati dal mercato, uno su tutti Gonzalo Higuain, Mister 94 Milioni ed autore, fin qui, di 24 reti in campionato. Determinante è stata, come sempre accade nella Serie A, la difesa che, guidata dal sempreverde capitano Gianluigi Buffon, ha fin qui incassato appena 26 reti in 37 gare. Un plauso va fatto anche al fautore di questo splendido collettivo, ossia a Massimiliano Allegri che ha saputo gestire un gruppo di per sé già forte e vincente ed ha saputo dare nuova pelle al gioco bianconero col passaggio a Gennaio al modulo 4-2-3-1 che si è rivelato vincente e determinante anche per il prosieguo della Champions.

Ed a proposito di Champions, l’appuntamento finale della stagione bianconera sarà il 3 Giugno quando a Cardiff si contenderà la finale di Champions League contro il Real Madrid, anch’esso fresco vincitore del suo titolo nazionale grazie alla vittoria sul Malaga per 0-2.

Altro verdetto stabilito dal turno odierno è la qualificazione ai preliminari di Europa League da parte del Milan che, vincendo in casa per 3-0 contro il Bologna, si garantisce l’accesso ai preliminari di Europa League, avendo distanziato le inseguitrici Fiorentina ed Inter di 4 punti.
Montella così ha mantenuto la sua promessa riportando i rossoneri in Europa nella speranza di accedere ai “Group Stage” attraverso una rosa rafforzata dal mercato.

Chi pure andrà in Europa League ma direttamente alla fase finale, è la Lazio, che già aveva ottenuto il “pass” nelle settimane scorse ma che chiude davanti ai propri tifosi in malo modo perdendo per 1-3 contro l’Inter nel posticipo serale della Domenica, e l’Atalanta che, grazie alla vittoria di oggi ad Empoli per 0-1, autore del gol il Papu Gomez, conquista matematicamente lo stesso obiettivo dei biancocelesti.

Da decidere è, invece, chi farà compagnia alla Juventus alla fase finale della prossima Champions League e chi giocherà i preliminari. Napoli e Roma, infatti, negli anticipi del Sabato hanno entrambe liquidato rispettivamente la Fiorentina in casa, 4-1, ed il Chievo in trasferta, 3-5, facendo rimanere così inalterata la distanza di un punto che separa giallorossi e partenopei.
Il prossimo turno vedrà impegnata la Roma in casa contro un Genoa che ha festeggiato la matematica salvezza oggi vincendo in casa contro il Torino per 2-1, mentre il Napoli farà visita alla Sampdoria, oggi uscita con un pareggio, 1-1, dallo Stadio “Friuli” contro l’Udinese.

Ultimo verdetto che dovrà stabilire il prossimo turno di Serie A, è quello riguardante la terza squadra che dovrà retrocedere nella serie cadetta assieme alle già condannate Pescara e Palermo (Pescara – Palermo che, tra l’altro, sarà il posticipo del Lunedì in programma stasera). Detto del Genoa che, come accennato, ha festeggiato la salvezza avendo battuto in casa i granata, resta da stabilire chi la spunterà tra Empoli e Crotone. L’Empoli, infatti, è caduto in casa per 0-1 contro una cinica Atalanta che non ha avuto pietà dei toscani, sebbene gli bastasse un punto per la matematica qualificazione ai suddetti “Group Stage” di Europa League, mentre il Crotone aveva l’impresa proibitiva nell’affrontare la Juventus a Torino e s’è già ampiamente detto com’è andata. Entrambe le squadre non potranno fare molti calcoli, essendo separate da appena un punto: la classifica, infatti, recita Empoli 32 e Crotone 31. La squadra di Martusciello, per essere sicura della salvezza, dovrà necessariamente andare a vincere a Palermo mentre il Crotone ospiterà la Lazio. Le squadre potrebbero terminare a pari punti in caso di sconfitta dell’Empoli e di pareggio del Crotone ed a quel punto sarebbe il Crotone a salvarsi, forte della classifica avulsa che lo vuole in vantaggio negli scontri diretti contro l’Empoli (4-1 in casa e sconfitta 2-1 in Toscana).

Altri e novanta minuti e sapremo tutto!


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 21/05/2017

Tags:  napoli  roma  serie a  juventus  inter  milan  atalanta  crotone 










Contatti
Contatti