Feed RSS

Norvegia, Eliteserien 2017 | Le squadre favorite: preview ed attuale piazzamento.


Terminati i maggiori campionati europei, spostiamo l’attenzione sui campionati del Nord Europa ed in particolare sulla Eliteserien norvegese, conosciuta anche come Tippeligaen.


Nel presente articolo andiamo ad analizzare le squadre favorite per la vittoria finale ed i piazzamenti europei. Parleremo successivamente delle outsider ed, infine, delle squadre che presumibilmente dovranno giocarsela per non retrocedere.

L’anno scorso il campionato terminò con la vittoria finale del Rosenborg che riuscì a distanziare il sorprendente Brann di ben 15 punti. Retrocessero in OBOS-Ligaen, la serie cadetta norvegese, il Bodo-Glimt e lo Start, mentre si salvò lo Stabaek, terzultimo, dopo lo spareggio contro lo Jerv, vincitore dei playoff della OBOS-Ligaen.

Iniziamo, quindi, la carrellata delle 16 squadre impegnate nella stagione 2017 della Eliteserien, partendo dalle pretendenti per il titolo e da quelle che ambiscono ad un piazzamento europeo, cercando di effettuare, se possibile, un confronto tra quanto ci si aspettava ad inizio Aprile, quando è iniziato il torneo, e quanto finora fatto.

ROSENBORG


I campioni in carica del Rosenborg, vincitori, tra l’altro, anche della Coppa Nazionale oltre al titolo negli ultimi due anni, si presentano come i favoriti per la vittoria finale per il terzo anno di fila. Nonostante le partenze di Londak e Rashani, destinazione Brondby in Danimarca, nonché di Riski, passato ai rivali dell’Odd, la squadra di Trondheim mantiene una rosa capace di dominare ancora una volta la massima serie norvegese.

Dopo dieci giornate, gli uomini di Ingebrigtsen Kare sono al momento primi: dopo un’ottima partenza di stagione, caratterizzata dalla vittoria in Supercoppa contro il Brann per 2-0 e da sei vittorie ed un pareggio in campionato, il Rosenborg ha raccolto solo due punti nelle ultime 3 uscite. In particolare, preoccupano le prestazioni contro il Tromso, sconfitta in casa per 1-2, sebbene ci sia stata molto sfortuna, ed il pareggio, sempre in casa, contro il Lillestrom, entrambe due squadre con cui era più che lecito aspettarsi delle vittorie. Sarà interessante verificare se si tratta di episodi oppure se il Rosenborg possa lasciare il passo ad altre squadre.

ODD


Una delle maggiori indiziate ad insidiare l’egemonia del Rosenborg è l’Odd, squadra classificatasi terza nella passata stagione. S’è già detto dell’acquisto proveniente proprio dal Rosenborg e sarà interessante vedere se l’Odd avrà soprattutto la forza mentale giusta per reggere il confronto con i campioni in carica per tutto il campionato, visto che l’anno scorso sono vistosamente calati nella seconda parte del campionato. Ci si aspetta, in ogni caso, che l’Odd rientri nelle primissime squadre a fine campionato.

Al momento sta deludendo le aspettative poiché la squadra è quinta dopo sei vittorie e quattro sconfitte e, se poteva starci quella alla prima giornata di campionato proprio contro il Rosenborg per 3-0, sicuramente sono discutibili quelle ottenute in trasferta contro Stabaek e Viking e l’ultima in casa contro un Molde che appariva in netta difficoltà.

MOLDE


Proprio il Molde, quinto nella passata stagione, è un’altra squadra che, almeno sulla carta, potrebbe infastidire il Rosenborg. La dirigenza ha apportato modifiche alla squadra, inserendo nuovi nomi quali Remmer del Copenhagen, Bendiksen dell’Elfsborg e Sigurdason dal Wolves al fine di ottenere quantomeno un ritorno ad un piazzamento europeo, quindi nei primi tre posti.

Tuttavia, anche la partenza del Molde è stata col freno a mano tirato poiché al momento è addirittura settima con quattro vittorie, altrettante sconfitte e due pareggi. In questa prima parte del campionato ciò che è mancato alla squadra dell’ex Manchester United, Solskjaer, è stata in particolare la mancanza di concentrazione in alcune partite nonché una difesa troppo spesso ballerina. Nell’ultimo turno c’è stato, però, il ritorno alla vittoria sul campo difficile del già citato Odd per 1-2. Vedremo se avrà dato la giusta scossa ai giocatori per renderli maggiormente consapevoli delle proprie potenzialità.

BRANN


Il Brann è stata la squadra rivelazione l’anno scorso: ha terminato sorprendentemente al secondo posto dopo che l’anno prima era stata promossa dalla OBOS-Ligaen. Clamoroso il suo cammino domestico fatto di 11 vittorie in 15 gare, 3 pareggi ed una sconfitta, con una difesa, la migliore, che ha incassato appena 6 gol tra le mura amiche. Quest’anno l’obiettivo sarà ripetersi ed arrivare almeno tra le prime quattro sebbene sia difficile visto che ci sarà l’Europa League di mezzo.

Il Brann ha iniziato così come aveva terminato, ossia al secondo posto. Finora vanta il miglior attacco e la seconda miglior difesa e si trova ad un solo punto dalla capolista Rosenborg. Ciò che impressiona di questa squadra è la capacità di non arrendersi mai, mista ad una buona tecnica e velocità dei giocatori, nonché alla facilità ad arrivare e concludere in zona gol: 12 sono le reti realizzate nelle ultime tre partite, tutte vinte.

STROMSGODSET


Altra squadra che in Norvegia danno come possibile nelle prime cinque posizioni è lo Stromsgodset. La squadra già l’anno scorso ha deluso le aspettative, finendo settima e, quindi, fuori dai piazzamenti europei ma è una squadra che si è ben comportata nelle ultime annate, andando a vincere il titolo nel 2013 per poi piazzarsi rispettivamente quarta e seconda nei successivi due anni. L’obiettivo dichiarato è voler almeno migliorare il piazzamento dell’anno scorso, davvero deludente.

Se i propositi sono dei migliori, la realtà è ben altra in quanto lo Stromsgodset sta addirittura navigando in zona retrocessione: alla decima giornata, infatti, è terzultima e ciò che preoccupa di più è la pochezza del reparto offensivo, fin qui capace di andare a segno soltanto 8 volte nonostante il buon lavoro di squadra.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 23/05/2017

Tags:  norvegia  brann  eliteserien  tippeligaen  rosenborg  molde  stromsgodset  odd 










Contatti
Contatti