Feed RSS

Confederations Cup 2017: presentazione, regolamento, quote, squadre favorite, date, città ed albo d’oro.


La decima edizione della Confederations Cup, classico appuntamento che precede di un anno i Mondiali, si svolgerà in Russia a partire da Sabato 17 Giugno per terminare Domenica 2 Luglio.


La prima edizione risale al 1992; poi, dal 1995 al 2005, la competizione s’è svolta ogni due anni. Dal 2005, invece, al pari del Mondiale, anche la Confederations Cup si disputa ogni quattro anni nel Paese che poi, l’anno successivo, ospiterà la rassegna iridata.
Ben tre delle otto partecipanti sono esordienti, vale a dire Portogallo, Russia e Cile, mentre l’unica presente che ha già vinto un’edizione è il Messico che alzò il trofeo nel 1999.

Il regolamento


Dal 1997, il regolamento prevede la presenza di due gironi da quattro squadre ognuno.
Si incroceranno alle semifinali le prime due squadre di ogni girone (prima del Girone A contro seconda del Girone B e seconda del Girone A contro prima del Girone B) e, naturalmente, le vincenti si contenderanno la finale alla Zenit Arena di San Pietroburgo.

I gruppi


I due gruppi vedono protagoniste, oltre al Paese organizzatore del torneo, la Russia, le vincitrici dei rispettivi trofei continentali, vale a dire:

- la Germania (UEFA - Union of European Football Associations), vincitrice dei Mondiali del 2014;
- l’Australia (AFC – Asian Football Confederation), vincitrice della Coppa delle nazioni Asiatiche del 2015;
- il Cile (CONMEBOL - Confederación sudamericana de Fútbol), vincitrice della Copa América del 2015;
- il Messico (CONCACAF - COnfederation of North, and Central America and Caribbean Association Football), vincitrice della CONCACAF Gold Cup del 2015;
- la Nuova Zelanda (OFC – Oceania Football Confederation), vincitrice della Coppa delle Nazioni Oceaniane;
- il Portogallo (UEFA - Union of European Football Associations), vincitrice degli Europei di calcio del 2016;
- il Camerun (CAF - Confédération Africaine de Football), vincitrice della Coppa delle Nazioni Africane nel 2017.

Tali squadre sono così raggruppate:

Girone A: Russia, Nuova Zelanda, Portogallo, Messico
Girone B: Germania, Cile, Australia, Camerun

Date e città del torneo


Oltre alla già citata San Pietroburgo, le altre città ospitanti il torneo saranno Mosca (Otkrytie Arena), Kazan (Kazan Arena) e Sochi (Stadio Olimpico Fišt).

Il calendario della competizione, comprensivo di orari e città, è il seguente: 

Girone A

Russia - Nuova Zelanda (San Pietroburgo, 17 giugno ore 18)
Portogallo - Messico (Kazan, 18 giugno ore 18)
Russia - Portogallo (Mosca, 21 giugno ore 18)
Messico - Nuova Zelanda (Sochi, 21 giugno ore 21)
Messico - Russia (Kazan, 24 giugno ore 18)
Nuova Zelanda - Portogallo (San Pietroburgo, 24 giugno ore 18)

Girone B

Camerun - Cile (Mosca, 18 giugno ore 21)
Australia - Germania (Sochi, 19 giugno ore 18)
Camerun - Australia (San Pietroburgo, 22 giugno ore 18)
Germania - Cile (Kazan, 22 giugno ore 21)
Germania - Camerun (Sochii, 25 giugno ore 18)
Cile - Australia (Mosca, 25 giugno ore 18)

Semifinali

Prima Girone A - Seconda Girone B (Kazan, 28 giugno ore 21)
Prima Girone B - Seconda Girone A (Sochi, 29 giugno ore 21)

Finali

Finale Terzo Posto (Mosca, 2 luglio ore 15)
Finale Primo Posto (San Pietroburgo, 2 luglio ore 21)

Le quote e le squadre favorite


Sebbene la Germania parteciperà con molti “big” assenti, è la favorita per la vittoria finale. La quota offerta dai bookies a tal proposito è di circa 2,25. Segue subito dopo il Portogallo a 3,60 circa. Il tecnico Fernando Santos potrà disporre, tra gli altri, anche di Cristiano Ronaldo (per ora è convocato) nonché del neo rossonero André Silva. Joao Mario non farà parte della spedizione per un problema al polpaccio. Presenti gli altri nomi noti quali Quaresma, Moutinho, Pepe, Carvalho.

Subito dopo le due europee c’è il Cile di Juan Antonio Pizzi che potrà contare sull’esperienza di Medel, Vidal e Sanchez. La quota per la vittoria finale dei sudamericani è pagata 4 volte la posta.
A seguire troviamo Russia e Messico, rispettivamente a 10 circa, con il Messico non proprio al massimo del suo potenziale.

Più quotate e, quindi, considerate fuori da giochi sono il Camerun, quotato a 20, mentre Australia e Nuova Zelanda dovrebbero fare da comparse viste le quote rispettivamente di 50 e 500.

Resta da capire se effettivamente le assenze nei tedeschi potranno penalizzare il rendimento complessivo oppure l’idea di puntare su una squadra sperimentale non si riveli una scelta azzeccata. Nel primo caso, è presumibile pensare che una tra Cile e Portogallo potrebbe vincere la manifestazione sempre che Sanchez e Cristiano Ronaldo non arrivino troppo “spremuti” all’appuntamento. La Russia potrebbe raggiungere la semifinale mentre il piazzamento del Camerun dipenderà appunto dall’effettiva forza della Germania.

L’albo d’oro


Terminiamo ricordando le vincitrici delle passate edizioni della Confederations Cup:

- 1992: Argentina
- 1995: Danimarca
- 1997: Brasile
- 1999: Messico
- 2001: Francia
- 2003: Francia
- 2005: Brasile
- 2009: Brasile
- 2013: Brasile
- 2017:   ???


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 13/06/2017

Tags:  portogallo  germania  russia  cile  confederations cup  cristiano ronaldo 










Contatti
Contatti