Feed RSS

LIGUE 1: presentazione ed antepost stagione 2017 - 2018


Parte oggi, Venerdì 4 Agosto, il campionato 2017 – 2018 della Ligue 1 con i campioni in carica del Monaco che ospiteranno il Tolosa.


Quella dell’anno scorso in Ligue 1 è stata una stagione molto divertente, con il Nizza che ha imposto il suo ritmo nella prima parte del campionato per poi subire la risalita del PSG e soprattutto del Monaco, vincitore finale del titolo.

Probabilmente la nuova stagione sarà affare solo per PSG e Monaco, visto l’andamento del calciomercato che ha visto sbarcare sotto la Tour Eiffel il brasiliano Neymar per la cifra record di 222 milioni di euro!

Ricordando che le neopromosse Strasburgo, Amiens e Troyes hanno rimpiazzato le retrocesse Bastia, Nancy e Lorient, andiamo con ordine e vediamo squadra per squadra i maggiori movimenti di mercato e le relative ambizioni di classifica, partendo da quelle che puntano a raggiungere il traguardo europeo.

LIONE


Chi ha seguito la passata stagione di Ligue 1, ricorderà che la fase difensiva del Lione non spiccava certo per brillantezza ed efficacia e lo dimostra il fatto che, pur avendo concluso al quarto posto in campionato, Lacazzette e compagni hanno incassato la bellezza di 48 reti, al decimo posto in questa speciale classifica dei gol subiti. La squadra è stata parecchio cambiata in seguito a cessioni eccellenti ed acquisti tutti da scoprire: il punto fermo Gonalons, centrocampista difensivo, s’è trasferito alla Roma e sarà difficile rimpiazzarlo. Non solo, hanno lasciato anche Tolisso, destinazione Bayern Monaco, Valbuena e soprattutto il bomber Lacazette, trasferitosi in Premier League alla corte di Arsene Wenger. In entrata ecco arrivati il centrocampista offensivo Marcal (Guingamp), la punta Traoré (Chelsea) ed l’attaccante dominicano Mariano Diaz (Real Madrid).

Difficile prevedere per il Lione un miglioramento rispetto al quarto posto dello scorso anno, soprattutto se da qui al 31 Agosto non si troveranno valide alternative alle partenze del centrocampo.

OLYMPIQUE MARSIGLIA


Il Marsiglia ha vissuto una stagione strana l’anno scorso. Rudi Garcia ha preso in mano la squadra verso la fine di Ottobre ed è riuscito ad ottenere un dignitoso quinto posto che, però, non rispecchia certo le storiche ambizioni della squadra della Francia meridionale. Thauvin, Payet e Gomis sono stati i punti fermi della passata stagione sebbene abbiano la tendenza ad essere delle “primedonne”, attitudine che spesso ha pagato in casa ma che di certo non ha aiutato la squadra in trasferta.
Non è un caso se alla casella vittorie in trasferta la cifra riportata sia solo 4. Gomis, 20 gol per lui l’anno scorso, è ora passato al Galatasaray e pare azzeccata la scelta di rimpiazzarlo con Germain, ex Monaco, giocatore che spesso si fa trovare al punto giusto e che dovrebbe essere maggiormente valorizzato dagli esterni Payet e Thauvin. Innesti importanti anche in difesa con gli arrivi di Rami dal Siviglia e Luiz Gustavo dal Wolfsburg.

È lecito attendersi dal Marsiglia quanto meno la volontà di lottare per un piazzamento per i prossimi preliminari di Champions League, visto che difesa e centrocampo sono migliorati.

NIZZA


Come scritto nel sottotitolo dell’articolo, il Nizza ha vivacizzato buona parte dello scorso campionato tenendo botta alle più attrezzate PSG e Monaco fino in Primavera, per poi finire con un meritato terzo posto. V’è da dire che la squadra ha pagato soprattutto il fatto di non avere riserve all’altezza dei titolari che, evidentemente, non hanno rimpiazzato al meglio i tanti infortuni che hanno caratterizzato la stagione.

Al momento è difficile pensare che il Nizza possa ripetere l’exploit della scorsa stagione, innanzitutto perché quest’anno avrà appunto le coppe ed, inoltre le cessioni dei giocatori chiave Pereira e Belhanda non sono state ancora rimpiazzate.

BORDEAUX


Tutto sommato, la stagione 2016/2017 per il Bordeaux può considerarsi decente con il suo sesto posto finale ottenuto grazie alla buona parte di stagione disputata dall’inverno in poi. Ha lasciato il portiere Carrasso ma è stato immediatamente rimpiazzato da Costil del Rennes, di cui si dice un gran bene in Francia. È arrivato Mendy dal Guingamp, giocatore versatile dalla gran visione di gioco, che ha rimpiazzato in avanti le partenze di Menéz e Ounas, quest’ultimo passato al Napoli. Centrocampo rimasto praticamente invariato, con Toulalan pronto come sempre a dare assistenza ai difensori e Sankhare a supportare l’attacco.

Se il Bordeaux riuscirà a fare innesti di valore in avanti si può auspicare per la squadra di Gourvennec un salto in avanti rispetto al piazzamento della scorsa stagione.

ST. ETIENNE


Per la settima classificata dello scorso anno, la notizia più rilevante è il cambio di allenatore: è arrivato Oscar Garcia dal Salisburgo, coach d’esperienza e che dovrebbe dare un valore aggiunto alla squadra. Nonostante ciò, è evidente che la squadra abbia ancora bisogno di nuovi giocatori di talento in ogni parte del campo. Al momento l’acquisto più importante è Diony, proveniente dal Dijon, pagato circa 10 milioni di euro.

Solo con adeguati innesti il St. Etienne può pensare a lottare per un posto che garantisca l’Europa, altrimenti è lecito attendersi una Ligue 1 mediocre come quella della passata stagione.

LILLE


Il Lille, l’anno scorso, è riuscito ad uscire dalle zone paludose della classifica soltanto in Inverno, dopo un inizio shock. Ad oggi, il suo calciomercato ha visto in uscita due importanti giocatori come il terzino Corchia e l’attaccante Lopes. Quest’ultimo è stato rimpiazzato da Pepe, provenienza Angers, il quale ha passato buona parte della scorsa stagione in panchina. Malcuit, ex difensore del St. Etienne, arriva per una cifra di circa 9 milioni di euro.

Un’altra stagione deludente non può essere esclusa se non ci saranno ulteriori colpi di mercato.

Diamo ora un breve sguardo alle situazioni di quelle squadre che dovrebbero figurare nella parte destra della classifica e/o che lotteranno per non retrocedere.


AMIENS


La neopromossa non ha investito tanto e gli acquisti più notevoli sono i due centrali, Prince-Désir Gouano ed il veterano Mathieu Bodmer, i quali danno relative garanzie per una migliore difesa. Tuttavia, la mancanza di investimenti in attacco potrebbe condannarli ad una rapida discesa in Ligue 2.

ANGERS


Acquistato a titolo definitivo dal Bordeaux l’Under 21 Enzo Crivelli, 10 gol in Ligue 1 lo scorso anno col Bastia (in prestito). Di fatto va a sostituire Famara Diédhiou che è partito per il Bristol City. L’Angers può ritenersi soddisfatto fin qui del suo calciomercato che dovrebbe garantirgli più o meno lo stesso piazzamento dell’anno passato di metà classifica.

CAEN


Dopo aver terminato la scorsa stagione appena un punto sopra la zona retrocessione in Ligue 1, ci si sarebbe aspettati una campagna di rafforzamento, soprattutto in attacco visti i soli 36 gol dell’anno scorso, per cercare di ottenere la salvezza con meno patemi d’animo. Invece, non è arrivato nessun attaccante ed, anzi, sono anche stati ceduti Ben Youssef e Yahia, mentre gli acquisti sono tutti da valutare poiché provenienti da serie minori. Allo stato attuale il Caen pare una seria candidata alla retrocessione.

DIJON


Il Dijon, altra neopromossa, è stata significativamente indebolita dalle partenze di Loïs Diony e Pierre Lees-Melou. L’unico acquisto degno di nota è quello di Benjamin Jeannot dal Lorient.

GUINGAMP


Dopo il decimo posto dell’anno scorso, l’obiettivo del Guingamp è riconfermarsi a tali livelli e cercherà di farlo con i nuovi acquisti Rebocho, terzino del Benfica, Phiri, centrocampista del Brondby e Camara, proveniente dal Derby County. Hanno lasciato Marcal passato al Benfica, De Pauw allo Zulte e Mendy trasferitosi al Bordeaux.

METZ


Diverse le cessioni per il Metz, una su tutte il top scorer Diabaté, autore di 8 gol la passata stagione che cercherà di essere rimpiazzato da Roux, anch’egli autore di 8 gol l’anno scorso. Al momento pare indebolita, tuttavia dovrebbe cavarsela per rimanere nella massima serie.

MONTPELLIER


Il Montpellier spera di migliorare i loro 39 punti totali dalla scorsa stagione, nonostante abbia perso il bomber Marc Mounié, 14 gol l’anno scorso, passato all’Huddersfield. Al suo posto Giovanni Sio del Rennes, 9 gol per lui la passata stagione. Preso anche il portiere Lecomte e potranno contare sul pieno recupero dell’ala Ninga, ormai ripresosi dopo l’infortunio dell’anno scorso. Potrebbe ambire ad un miglior piazzamento rispetto alla stagione 2016/2017.

NANTES


Il maggior acquisto del Nantes è probabilmente l’arrivo dell’esperto Claudio Ranieri il quale ha cercato di mantenere l’ossatura della squadra dell’anno scorso. Arrivano anche Tatarusanu, ex Fiorentina,ed il difensore Pallois dal Bordeaux

RENNES


Abbastanza anonimo il calciomercato fin qui operato dal Rennes che ha fatto cessioni importanti come la punta Sio e l’ala Said, rispettivamente 9 e 4 gol l’anno scorso, ed ha operato acquisti da squadre sulla carta di pari o minor livello. Di certo se vuol stare al sicuro dovrà intervenire ancora per puntellare l’attacco, considerato anche che con i 36 gol della passata stagione, quello del Rennes è uno dei peggiori attacchi della Ligue 1.

STRASBURGO


La domanda è se il nuovo centrocampista Jonas Martin, già 107 presenze il Ligue 1 col Montpellier, basterà per permettere allo Strasburgo la permanenza in Ligue 1. Al momento servirebbe un miracolo.

TOLOSA


Appena 37 le marcature per il Tolosa lo scorso anno e l’attacco è al momento indebolito a causa della cessione di Martin Braithwaite, passato al Middlesbrough. Per sostituirlo, il Tolosa s’è assicurato le prestazioni di Yaya Sanogo, che spera di rilanciare la sua carriera dopo la parentesi deludente all'Arsenal. Da osservare anche Sanago, talento grezzo e miglior marcatore, nonché vincitore della Coppa del Mondo Under 20 nel 2013.

TROYES


Torna in Ligue 1 il Troyes, che cercherà di non ripetere la pessima annata 2015/2016 quando terminò all’ultimo posto con appena 18 punti conquistati. Il nuovo difensore-centrocampista François Bellugou potrà essere utile alla causa, sebbene la permanenza in Ligue 1 sia davvero difficile.

Chiudiamo con le due sicure squadre che si contenderanno il titolo vale a dire PSG e Monaco.


PSG


La squadra della capitale non ha praticamente ancora venduto nessuno ed è stata protagonista nelle ultime ore del più costoso trasferimento della storia del calcio, avendo acquistato Neymar dal Barcellona per la cifra record di 222 milioni di euro! L’ex balugrana ritrova anche il compagno di squadra Dani Alves, approdato a Parigi dopo la rottura con la Juventus, peraltro già decisivo nella Supercoppa di Francia vinta proprio dal PSG per 1-2 ai danni del Monaco.

MONACO


Cessioni eccellenti fin qui operate: hanno salutato il principato il terzino Benjamin Mendy, passato al Manchester City per la cifra record di 57 milioni di euro, l'ala destra Bernardo Silva, sempre destinazione City, e Tiémoué Bakayoko, anch'egli trasferitosi in Premier League ma alla corte di Antonio Conte. Senza contare le continue voci sul gioiellino Mbappé, sempre in orbita Real, ma che, se rimanesse, probabilmente farebbe rimanere il Monaco competitivo.

Aggiorniamo, inoltre, le quote antepost rispetto al post dedicato alle stesse su Facebook proprio una settimana esatta fa.

Psg 1.20
Monaco 6.50
Marsiglia 16.00
Lione 21.00

Evidentemente, l’acquisto ufficiale di Neymar ha contribuito a far abbassare ulteriormente la quota del PSG per la vittoria finale.


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 04/08/2017

Tags:  psg  monaco  ligue 1 










Contatti
Contatti