Feed RSS

BUNDESLIGA: presentazione ed antepost stagione 2017 - 2018


Oggi, Venerdì 18 Agosto, riparte anche uno dei campionati più “overish” di tutto il vecchio continente, ossia la Bundesliga. Aprirà le danze la sfida tra i campioni del Bayern Monaco che ospiteranno il Bayer Leverkusen.


La domanda immediata è: riusciranno gli avversari ad impedire il successo del sesto titolo di fila al Bayern Monaco? 
Proviamo a dare una risposta analizzando movimenti di mercato ed ambizioni delle squadre.

AUGSBURG


L’Augsburg, presente stabilmente nella massima divisione tedesca dal 2011, ha vissuto una stagione altalenante nella passata edizione della Bundesliga ed ha terminato il campionato al tredicesimo posto, il peggiore dalla stagione 2012 – 2013 quando chiuse al quindicesimo posto. La sessione estiva di calciomercato ha visto la partenza dello storico capitano Paul Verhaegh, passato al Wolfsbug ma il coach Manuel Baum ha comunque ottenuto rinforzi dalla dirigenza.

Si prevede un altro campionato di “sopravvivenza” per l’Augsburg, sicuramente in grado di salvarsi ma che dovrà stare sull’attenti per tutta la durata della competizione. Dovrebbe chiudere la stagione più o meno con lo stesso piazzamento dell’anno scorso.

HERTHA BERLINO


L’allenatore Pal Dardai ha dato finalmente all’Hertha una dimensione europea. Il sesto posto raggiunto lo scorso anno, grazie soprattutto ad un rendimento interno pressoché perfetto, ha regalato alla squadra della Capitale la qualificazione in Europa League, competizione che i loro tifosi potranno quindi seguire almeno fino a Dicembre. L’arrivo dell’attaccante centrale del Lipsia David Selke e l’addio John Anthony Brooks, centrale difensivo, al Wolfsburg, sono le due operazioni principali che sintetizzano il mercato dell’Hertha.

V’è da chiedersi quanto il doppio impegno possa influire sul rendimento in campionato, tuttavia restiamo fiduciosi del fatto che la squadra possa confermare i livelli dell’annata precedente. Molto dipenderà dal cammino in Europa League e dal saper sopperire alla partenza di Brooks in difesa.

WERDER BREMA


Una seconda parte di stagione ad alti livelli, ben 11 risultati utili consecutivi tra Febbraio ed Aprile (9 vittorie e due pareggi) non è bastata al Werder per centrare l’Europa League. A ciò è seguita quest’estate una campagna acquisti che ha visto la squadra decisamente indebolirsi: a fronte delle 9 partenze, tra cui quella del gioiellino Gnabry, messosi in mostra anche durante lo scorso Europeo Under 21 poi vinto dai tedeschi, trasferitosi al Bayern e successivamente ceduto in prestito all’Hoffenheim, sono arrivati solo 4 giocatori di cui 2 da campionati meno importanti.

Sarà anche per il Werder un campionato all’insegna della battaglia turno dopo turno e l’obiettivo più verosimile non può essere che quello della salvezza.

BORUSSIA DORTMUND


Dopo l’esonero di Thomas Tuchel, è approdato sulla panchina dei gialloneri l’ex allenatore dell’Ajax, Peter Bosz. Poco da dire sulla forza del Borussia che, al solito, è indicata come la principale antagonista del Bayern Monaco.

Riguardo la sua posizione finale, molto dipenderà naturalmente dal futuro di Dembelé ed Aubameyang: il primo aveva fatto perdere le sue tracce non più tardi di una settimana fa e per questo motivo è stato messo multato dalla società nonché costretto ad allenarsi fuori dal gruppo. Resta nei radar del Barcellona che lo vorrebbe (assieme a Coutinho) per il dopo Neymar; il secondo ha addirittura espresso la volontà, tramite una diretta su Instagram, di voler tornare al Milan, robe che in Italia avrebbero fatto scendere i tifosi in piazza per protesta. Staremo a vedere da qui al 31 Agosto.

EINTRACHT FRANCOFORTE


Pareva poter essere la rivelazione della passata stagione l’Eintracht, salvo poi ottenere solo una vittoria nelle ultime 15 giornate di campionato: un boomerang di prestazioni che è valso alla squadra l’undicesimo posto finale.

Niko Kovac ha ottenuto discreti rinforzi dal mercato e potrebbe migliorare il piazzamento dell’anno scorso considerata la qualità della squadra.

FRIBURGO


Il settimo posto dell’anno scorso è stato un piazzamento al di là di ogni aspettativa per i tifosi del Friburgo. Il coach Christian Streich, pur avendo limitate risorse a disposizione, ha prodotto risultati insperati e contro i pronostici.

Le partenze di Grifo e Philipp tuttavia non sono state degnamente rimpiazzate e, quindi, è prevedibile che la squadra non ripeta l’exploit dell’anno scorso.

AMBURGO


Salvatosi solo all’ultima giornata lo scorso anno grazie alla vittoria al fotofinish per 2-1 contro il Wolfsburg, l’Amburgo è nuovamente una delle principale indiziate a dover lottare per non retrocedere anche quest’anno. Per di più, l’Amburgo, assieme all’Augsburg, è già stato eliminato dalla coppa di Germania qualche giorno fa.

Il maggior rinforzo è rappresentato dall’arrivo del centrale Papadopulous dal Bayer Leverkusen.

HANNOVER 96


L’Hannover fa il suo ritorno in Bundesliga dopo una sola stagione nella serie cadetta e lo fa mantenendo praticamente inalterata la squadra e con l’aggiunta di Korb dal Borussia M’gladbach e di Esser, portiere del Darmstadt.

Come tutte le squadre neopromosse, lotterà per cercare di rimanere nella massima serie, sebbene sia tra le principali candidate a far ritorno in 2.Bundesliga. 

HOFFENHEIM


La sorpresa dello scorso campionato si è classificata quarta alla fine del torneo, risultando, tra l’altro, la squadra meno battuta dopo il Bayern Monaco: appena 4 le sconfitte. Artefice di tale traguardo è Julian Nagelsmann, allenatore nemmeno trentenne che ha portato l’Hoffenheim a raggiungere i preliminari di Europa League contro il Liverpool (già disputata l’andata con i Reds che si sono imposti in trasferta per 1-2).

Sarà difficile per il giovane manager ripetersi quest’anno visto anche l’impegno europeo, tuttavia l’obiettivo della società è rientrare almeno nei primi 6 posti al fine di disputare nuovamente una competizione europea nel 2018/2019.

BAYER LEVERKUSEN


Il piazzamento dell’anno scorso, il dodicesimo posto, potrebbe rappresentare solo un sogno quest’anno se la dirigenza non rimpiazzerà le partenze eccellenti di Calhanoglu, di Chicharito Hernandez e di Toprak.

È evidente che il solo innesto a centrocampo di Sven Bender, che raggiunge così il fratello gemello Lars, anch’egli in forza al Bayer, non può essere sufficiente per far sperare in un campionato tranquillo.

BORUSSIA M’GLADBACH


Classificatosi ottavi l’anno scorso a causa di un un inizio di stagione davvero deludente, il M’gladbach quest’anno si presenta rinforzato grazie agli arrivi di Ginter dal Borussia Dortmund, di Zakaria, centrocampista difensivo dello Young Boys e di Vincenzo Grifo, ala sinistra ex Friburgo.

Senza le coppe di mezzo, potrebbero essere in grado di migliorare il piazzamento dell’anno scorso.

LIPSIA


Ai tifosi del Lipsia sembrava vivere un sogno l’anno scorso, quando la loro squadra è stata prima in classifica fino ai primi di Dicembre per poi avere un inevitabile calo tra Febbraio e Marzo. Nonostante ciò, la neopromossa è riuscita nella storica impresa di arrivare seconda alle spalle del Bayern Monaco e, quindi, quest’anno disputerà anche la Champions.

Degli innesti mirati come l’attaccante Augustin, il terzino Bruma ed il centrale Laimer, potranno garantire al cinquantenne Hasenhüttl di provare a ripetersi centrando nuovamente il piazzamento europeo.

SCHALKE 04


Sulla carta pare rinforzato anche lo Schalke che è chiaramente chiamato a migliorare il disastroso decimo posto dell’anno scorso.

I 50 milioni di euro spesi dalla dirigenza hanno evidentemente l’obiettivo di mettere a disposizione del trentunenne allenatore italiano di Rossano Calabro, Domenico Tedesco, una squadra capace di risollevarsi e cercare di competere per un posto valido per la prossima Europa League.

STOCCARDA


Valga per lo Stoccarda quanto detto in precedenza per l’Hannover: squadra neopromossa che dovrà lottare col coltello fra i denti ogni Sabato/Domenica per cercare di guadagnarsi la permanenza nella massima serie.

Qualcosa è stato fatto in ottica di calciomercato tuttavia la posizione prevista a fine anno resta tra il quindicesimo ed il diciottesimo posto.

WOLFSBURG


Il Wolfsburg è stata fin qui una delle società più attive sul calciomercato: due le partenze eccellenti, Ricardo Rodriguez al Milan e Luiz Gustavo al Marsiglia ma Brooks e Camacho in difesa e Dimata, proveniente dall’Oostende, in avanti, dovrebbero garantire alla squadra di Andres Jonkes, allenatore subentrato lo scorso Febbraio al francese Ismael, una tranquilla permanenza in Bundesliga ed un avanzamento di posizione finale rispetto all’anno scorso.

BAYERN MONACO


Come ampiamente previsto alla vigilia, Carlo Ancelotti ha vinto il titolo anche in Germania, con ben 15 punti di distacco sulla seconda, il Lipsia. Disastroso il precampionato del buon Carletto che, però, ha subito zittito le critiche andando a vincere la supercoppa di Germania contro il Dortmund, seppur solo ai calci di rigore dopo il 2-2 del novantesimo. Squadra pressoché invariata per il tecnico di Reggiolo che, a fronte della partenza di Douglas Costa, ha ottenuto dalla dirigenza bavarese gli innesti di Tolisso, James Rodriguez e Niklas Sule dall’Hoffenheim.

Fin troppo semplice prevedere il sesto titolo consecutivo per la squadra di Monaco di Baviera anche se il grande obiettivo per gli uomini di Ancelotti sarà conquistare la Champions League dopo che l’anno scorso è sfumata sotto i colpi di Cristiano Ronaldo in semifinale.

COLONIA


La cessione in Cina della punta Modeste ha permesso al Colonia di spendere un discreto tesoretto per rinforzare la squadra in diversi reparti: dal Mainz è arrivato Cordoba proprio per sostituire Modeste, a cui si aggiungono Jorge Mere, centrale dello Sporting Gijon e Jannes Horn terzino sinistro del Wolfsburg.

Il quinto posto dell’anno scorso può essere sicuramente ripetuto anche in questa stagione.

MAINZ


La suddetta partenza di Cordoba non è al momento stata rimpiazzata e, di conseguenza, la squadra appare indebolita. Ne conseguiranno maggiori difficoltà per mantenere una posizione decente di classifica e l’obiettivo stagionale sarà quello di ipotecare la salvezza il prima possibile, obiettivo sicuramente alla portata della squadra del nuovo allenatore Sandro Schwarz.

Come di consueto diamo anche uno sguardo, qualora ce ne fosse davvero bisogno, alle quote antepost per la vittoria finale che, come accennato, pare a completo appannaggio del Bayen Monaco.


Bayern 1,15
Borussia Dortmund 8,00
Lipsia 23,00
Bayer Leverkusen 71,00


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 18/08/2017

Tags:  bundesliga  borussia dortmund  bayern monaco  antepost 










Contatti
Contatti