Feed RSS

Mondiali Russia 2018: le squadre, il calendario, la copertura TV, le quote e le favorite del Girone F


Russia 2018, la presentazione del Girone F: le squadre, i convocati, il calendario, le quote e le favorite.


Terz'ultimo appuntamento alla scoperta delle 32 squadre che parteciperanno al prossimo Mondiale di Russia 2018.


Scopriamo il Girone della Germania campione in carica, ossia il girone F: i tedeschi se la vedranno con Messico, Svezia e Corea del Sud.


GERMANIA


Dopo il Brasile, la Germania è la principale favorita per la vittoria finale: la quota di 5,85 è decisamente interessante, mentre vanno bene solo per le bollette le quote relative alla vittoria del Girone - pagata ad 1,35 - nonché il successo nelle tre partite contro Messico, Svezia e Corea del Sud, tutte con quote da 1,50 in giù.

E non potrebbe che essere così visto che, come detto, la squadra allenata dal tecnico Joachim Low - ancora lui in panchina - ha trionfato nello scorso Mondiale disputatosi in Brasile, peraltro, infliggendo un'epica sconfitta ai danni dei padroni di casa in semifinale, quando si impose addirittura per 7-1, vincendo in finale ai tempi supplementari contro l'Argentina.
Germania che, grazie a quel successo, ha vinto la quarta Coppa del Mondo della sua storia, eguagliando così gli Azzurri.

Tedeschi che arrivano in Russia in gran forma, avendo completato il girone di qualificazione in maniera perfetta: 10 vittorie in 10 partite, 43 gol fatti ed appena 4 incassati.
Un piccolo ma significativo campanello d'allarme è suonato in occasione delle ultime quattro amichevoli disputate dai "panzer" tedeschi, tutte contro Nazionali di spessore, quali l'Inghilterra, la Francia, la Spagna ed il Brasile: tre pareggi e la sconfitta per 0-1 contro i verdeoro.
Ad ogni modo, storicamente la Germania è una Nazionale che quasi sempre riesce ad arrivare in fondo alla competizione ed anche in questo Mondiale è attrezzata affinché ciò accada.

Questi i convocati della Germania da Low per la spedizione in Russia. Presente anche Neuer nonostante abbia praticamente saltato tutta la stagione.
Portieri: Leno (Bayer Leverkusen), Neuer (Bayern Monaco), Ter Stegen (Barcellona), Trapp (PSG)
Difensori: J. Boateng (Bayern Monaco), Ginter (Borussia Mönchengladbach), Hector (Colonia), Hummels (Bayern Monaco), Kimmich (Bayern Monaco), Plattenhardt (Hertha BSC), Rüdiger (Chelsea), Süle (Bayern Monaco), Tah (Bayer Leverkusen)
Centrocampisti: Brandt (Bayer Leverkusen), Draxler (PSG), Goretzka (Schalke 04), Gündogan (Manchester City), S. Khedira (Juventus), Kroos (Real Madrid), Özil (Arsenal), Rudy (Bayern Monaco), L. Sané (Manchester City)
Attaccanti: Mario Gomez (Stoccarda), T. Müller (Bayern Munich), Petersen (Friburgo), Reus (Borussia Dortmund), Werner (RB Lispia)


MESSICO


La principale candidata a superare il turno assieme alla Germania è il Messico del ct Osorio. Innanzitutto, è la squadra pescata dalla seconda fascia, trovandosi al sedicesimo posto del Ranking FIFA ed, inoltre, ha superato con successo il girone di qualificazione CONCACAF - quello riservato ai Paesi del Nord e Centro America - evitando, così, gli spareggi, cosa che non gli era successa allo scorso Mondiale, quando dovette superare la Nuova Zelanda nel doppio confronto valevole per l'accesso alla fase finale.

Sempre nello scorso Mondiale, ricordiamo l'ottima figura fatta dal Messico - e del suo portiere Ochoa, ancora presente tra i pali - che passò il girone in cui era presente il Brasile, classificandosi secondo dietro i verdeoro solo a causa di una peggiore differenza reti. Fu poi eliminato agli ottavi dall'Olanda per 2-1 ma solo nei minuti finali. Immaginiamo che siano Messico e Svezia le squadre che si giocheranno l'accesso agli ottavi assieme alla Germania e non è un caso che i bookmakers vedano l'incontro tra queste due squadre come il più equilibrato del girone, stando alle quote al momento abbastanza allineate.
Interessante, invece, e ce la segniamo fin d'ora, la quota assegnata alla vittoria del Messico contro la Corea del Sud: un raddoppio che, sulla carta, potrebbe rappresentare un bel colpo.

Intanto, ecco anche la lista dei convocati per il Messico:
Portieri: Ochoa (Standard Liegi), Corona (Cruz Azul), Talavera (Toluca)
Difensori: Hector Moreno (Real Sociedad), Layún (Siviglia), D. Reyes (Porto), Ayala (UANL), N. Araujo (Santos Laguna), Alanis (Getafe), Gallardo (UNAM), C. Salcedo (Eintracht Francoforte), Alvarez (Club América)
Centrocampisti: Guardado (Betis), Fabian (Eintracht Francoforte), Hector Herrera (Porto), Rafael Marquez (Atlas), Molina (Monterrey), Jonathan dos Santos (LA Galaxy), Giovani dos Santos (LA Galaxy), E. Gutiérrez (Pachuca)
Attaccanti: Aquino (UANL), Javier Hernandez (West Ham United), Carlos Vela (Los Angeles FC), Peralta (Club América), Raul Jiménez (Benfica), J. Corona (Porto), Lozano (PSV), Damm (UANL)


SVEZIA


E' ancora triste per noi italiani il ricordo del doppio confronto perso contro la Nazionale svedese che, di fatto, ci ha estromessi dal Mondiale. E' pur vero che la nazionale nordeuropea non ha rubato nulla nel doppio confronto, sebbene siano stati più i demeriti degli Azzurri che non i meriti degli svedesi.

Del resto, la Svezia s'era comportata bene anche nel girone di qualificazione, classificandosi seconda a soli 4 punti dalla Francia e riuscendo a piazzarsi a pari punti con l'Olanda ma finendo seconda grazie ad una migliore differenza reti.
La Svezia parte dalla terza fascia: è venticinquesima nel Ranking FIFA.
Le caratteristiche principali sono decisamente la fisicità e la compattezza del gruppo, grazie alle quali gli svedesi compensano i limiti tecnici. Gruppo che il ct Andersson ha reso maggiormente coeso e consapevole dei propri mezzi proprio in occasione del doppio confronto con l'Italia nonché con l'esclusione dai convocati di Zlatan Ibrahimovic.

Ed ecco, appunto, la lista dei convocati per la Svezia:
Portieri: Olsen (FC Copenhagen), K. Johnsson (Guingamp), Nordfeldt (Swansea City)
Difensori: Lustig (Celtic), Nilsson-Lindelöf (Manchester United), Granqvist (Krasnodar), Augustinsson (Werder Brema), Krafth (Bologna), Helander (Bologna), Jansson (Leeds United), Martin Olsson (Swansea City)
Centrocampisti: Forsberg (RB Lipsia), Claesson (Krasnodar), Ekdal (Amburgo), Larsson (Hull City), Durmaz (Tolosa), Rohdén (Crotone), Hiljemark (Genoa), G.Svensson (Seattle Sounders) Attaccanti: Toivonen (Tolosa), Berg (Al Ain), Guidetti (Alaves), Kiese Thelin (Waasland-Beveren)


COREA DEL SUD


Non solo la Svezia è legata a spiacevoli ricordi calcistici per noi italiani ma anche e soprattutto la Corea del Sud: i giovanissimi forse non ricorderanno il Corea del Sud - Italia 2-1, ottavo di finale dei Mondiali del 2002, uno dei più clamorosi scandali sportivi purtroppo mai condannato dalla giustizia e firmato Byron Moreno, l'arbitro che si rese protagonista con decisioni - ed usiamo un eufemismo - "fantasiose".

A sedici anni da quel Mondiale ed a dodici dall'ultima partecipazione, la Corea del Sud si ripresenta per quello che è, ossia una squadra dal basso tasso tecnico in cui spicca solo il talento di Son, attaccante del Tottenham.
La Corea del Sud approda in Russia in virtù del secondo posto del girone di qualificazione chiuso dietro l'Iran ed è la penultima tra le 32 partecipanti nel Ranking FIFA, precedendo solo l'Arabia Saudita, questa al sessantaduesimo posto.
Superfluo sottolineare che anche i bookmakers hanno zero fiducia nei coreani, pagando il passaggio del turno assieme alla Germania a 5,05 e facendola partire da sfavorita in tutte e tre le partite del gruppo di appartenenza.

Questi i convocati dal ct Shin Tae-yong:
Portieri: Seung-gyu (Vissel Kobe), Jin-hyeon (Cerezo Osaka), Hyun-woo (Daegu)
Difensori: Young-gwon (Guangzhou Evergrande), Hyun-soo (FC Tokyo), Joo-ho (Ulsan Hyundai), Jin-su (Jeonbuk Hyundai Motors), Yong (Jeonbuk Hyundai Motors), Yo-han (FC Seoul), Min-woo (Sangju Sangmu), Chul (Sangju Sangmu), Young-sun (Seongnam), Kyung-won (Tianjin Quanjian), Seung-hyun (Sagan Tosu), Ban-suk (Jeju United)
Centrocampisti: Sung-yueng (Swansea City), Chung-yong (Crystal Palace), Ja-cheol (Augsburg), Jae-sung (Jeonbuk Hyundai Motors), Woo-young (Vissel Kobe), Chang-hoon (Dijon), Se-jong (Asan Mugunghwa), Seung-Woo (Hellas Verona), Seon-min (Incheon United)
Attaccanti: Lee Keun-ho (Gangwon), Heung-min (Tottenham Hotspur), Shin-wook (Hyundai Motors), Hee-chan (Red Bull Salisburgo)

IL CALENDARIO DEL GIRONE F: PARTITE, DATE, ORARI E COPERTURA TV.


17 giugno, 17.00: Germania-Messico, Italia 1
18 giugno, 14,00: Svezia-Corea del Sud, Italia 1
23 giugno, 17.00: Corea del Sud-Messico, Italia 1
23 giugno, 20,00: Germania-Svezia, Canale 5
27 giugno, 16.00: Messico-Svezia, Canale 20
27 giugno, 16.00: Corea del Sud-Germania, Italia 1


Pubblicato da Angelo D'Arrigo il 23/05/2018

Tags:  germania  svezia  messico  mondiale  russia 2018  calendario  corea del sud 










Contatti
Contatti