Feed RSS

LA PREMIER DA' UNO SCHIAFFO AL FAIR PLAY FINANZIARIO


E' iniziato il 16 agosto il campionato che più di tutti mette in ridicolo le spese della Serie A. Con il suo miliardo abbondante speso nella sessione estiva di calciomercato fa sembrare piccola la spesa totalizzata della massima serie italiana (330 mln).

Il Manchester United su tutte dovrà riscattarsi dalla pessima stagione passata che con lo scarso 7° posto lo vede addirittura al di fuori delle Coppe Europee. 
I Red Devils hanno speso circa 264 milioni di euro per acquistare giocatori che, a parte Radamel Falcao e Angel Di Maria, sono incognite e risultano strapagati e poco funzionali tatticamente ( basti pensare l'esubero di terzini sinistri in rosa). 
Nella Manchester rosso diavolo sono arrivati infatti, oltre ai top player già citati, il giovane terzino Shaw (37,5 mln) e altri due terzini sinistri Blind e Rojo più il centrocampista, pagato anche lui intorno ai 35 mln, Ander Herrera. 
Inoltre il nuovo arrivato in panchina Louis Van Gaal è senza dubbio un importante mossa da parte della società che sembra essere arrivata al fatidico anno della restaurazione; la mancanza di impegni europei e l'organico milionario fanno dello United una delle più agguerrite pretendenti al titolo. 

La sponda celeste della stessa città, il Manchester City, si è mossa sul mercato senza destare particolare scalpore e portando alla corte di Pellegrini giocatori come Sagna e Frank Lampard, pronti a far valere tutta la loro esperienza per far ripetere quella che è stata una vera e propria impresa e che ha riportato la tanto attesa vittoria del campionato. 
L'organico risulta uno dei più forti, la qualità non manca e le bombe semi-esplose finora, Aguero e Nasri, cercano di agganciare i nomi più importanti del calcio mondiale attuale. 
Impresa dura ma non certo impossibile quella di riconfermarsi padroni del calcio inglese. 


Spese importanti anche per i londinesi dell'Arsenal che si sono assicurati le prestazioni di pedine pesanti come il giovane Welbeck, il portiere David Ospina, la stella ex Barça e il gioiellino Costaricano Joel Campbell. 
Reduci da un buon 4° posto i Gunners confermano una rosa molto competitiva che presenta però una difesa non di primissima fascia e che quindi potrebbe costituire motivo di ritardo qualitativo nei confronti delle altre Big inglesi ed europee. 
Arsenal forse meno favotito per la vittoria finale ma decisamente in corsa per i “posti Champions”. 

Lo Special One José Mourinho è forse il tecnico più agguerrito della Premier dato che, come ben sappiamo, non è abituato ad inseguire e perfino il 3° posto della passata annata può risultare deludente agli occhi dell'ex interista. 
Per questo motivo il Chelsea è dato per favorito e l'organico a disposizione del tecnico tra i migliori in circolazione è stato perfezionato con il mercato che ha visto Abramovic accontentare il più possibile il proprio allenatore. 
A Londra è arrivato il bomber dell'Atletico Diego Costa che è stato seguito dal portierone Courtois e dal difensore Filipe Luis che insieme a Fabregas vanno ad aggiungersi alle stelle Oscar, Hazard e Schurrle.


Come non parlare, poi, della nuova squadra di Mario Balotelli che per circa 20 milioni di euro è passato a titolo definitivo al Liverpool. 
I Reds hanno inoltre acquistato: Lazar Markovic, Rickie Lambert, Emre Can e Adam Lallana; acquisti che seppure non siano dei top player vanno intelligentemente a rafforzare una squadra solida e veloce che incarna alla perfezione l'ideale di coesione fra giovani talenti e vecchie certezze. 
Con un 2° posto nella scorsa stagione si trovano quest'anno a disputare la Champions, competizione che potrebbe affaticare una squadra che però ha voglia di continuare a fare bene. 
Insieme al City è la pretendente maggiore al ruolo di anti-Chelsea, con United ed Arsenal che dovrebbero faticare di più per agguantare le primissime posizioni. 

A disturbare le Big potrebbero essere Tottenham e Everton che hanno organici superiori alle restanti squadre del campionato. 
Everton che tanto ha sorpreso con il suo ultimo piazzamento ( quinta posizione) e che con Lukaku e Barry va ad impreziosire un organico solido ed esperto. 
Tottenham decisamente più deludente negli ultimi anni; ogni anno sembra sempre possa essere quello buono per guadagnarsi a pieno il titolo di Top Club ma poi sfuma sempre come un sogno troppo irrealizzabile. Spurs che comunque contano sulla voglia di riscatto del fuoriclasse argentino Erik Lamela. 

Progetto molto ambizioso è quello dello Swansea che presenta una società ben organizzata che ha assicurato alla rosa due importantissimi calciatori come Jefferson Montero ed il bomber francese Gomis. Indubbiamente a questa squadra si affida il ruolo di sorpresa più che a qualsiasi altro club. 

Burnely e Leicester le neopromosse che dovrebbero riscontrare più difficoltà visto l'organico poco competitivo, mentre il QPR può contare su una rosa decisamente all'altezza di una dignitosa salvezza con il ritorno in patria del talento Taarabt. 

Southampton e West Bromwich che hanno venduto tutti i giocatori più talentuosi sono decisamente in una posizione scomoda e dovranno sudare nelle zone basse della classifica. 

La Premier League è sempre stato il campionato più combattuto e da diversi anni è anche il più spettacolare e imprevedibile d'Europa, che inizi il divertimento !


Pubblicato il 08/09/2014

Tags:  premierleague 










Contatti
Contatti