Feed RSS

IN BUNDESLIGA NON C’E’ STORIA!


La massima serie calcistica tedesca da anni vanta ormai un record importantissimo, è infatti in cima alla particolare classifica che registra le presenze allo stadio di tutta Europa.

Infatti gli spalti gremiti e colorati caratterizzano tutte le partite di campionato e anche quelle di Coppa di Germania.

Altra peculiarità della Bundesliga è l’egemonia del Bayern Monaco, timidamente contrastato dall’eccezionale Borussia Dortmund che comunque non ha potuto far altro che vedere i bavaresi vincere il titolo con diverse giornate d’anticipo.

I super favoriti “rossi di Guardiola” dovrebbero recitare il solito copione da vincitori con pochi (quasi nulli) passi falsi e faticare con il Borussia Dortmund solamente negli scontri diretti.
Il Bayern, infatti, è uscito decisamente a testa alta dal mercato estivo guadagnando anche e soprattutto con le cessioni Mandzukic e Kross (50 mln circa in totale) e assicurando all’allenatore l’ex Roma Benatia, la punta di diamante Lewandoski a parametro zero e il regista ex Galacticos Xabi Alonso.

Dopo le recenti dichiarazioni del tecnico ex calciatore del Brescia, nelle quali avrebbe dichiarato di odiare il tiki-taka, ci aspettiamo un calcio totale da parte dei campioni in carica fatto di tanti gol e di ripartenze e azioni dinamiche e potenti lasciando perdere il possesso di palla sterile.
Chissà se i bavaresi vinceranno l’ennesimo campionato a mani basse…



Sotto al Bayern ma decisamente al di sopra delle altre c’è il Borussia Dortmund che può contare sulla voglia di scacciare lo spettro di “secondi di lusso” e sull’ennesimo talento italiano approdato all’estero, ovvero il bomber della Serie A 2013-2014 Ciro Immobile.
Inoltre alla corte di Klopp è tornato dal Manchester United il centrocampista Kagawa che darà man forte a Sahin, riscattato definitivamente dal Real.
Il talentino tedesco Ginter arriva per esplodere e far valere le sue qualità di difensore centrale; di lui si parla veramente bene in campo internazionale.

Il campo stabilirà se i giallo-neri si accontenteranno di quello che sembra un secondo posto ipotecato o se concretizzeranno le possibilità di neutralizzare i più attrezzati rivali.



Per i restanti posti europei sembrerebbe regnare l’equilibrio fra Shalke 04, Bayern Leverkusen e Wolfsburg che hanno decisamente una marcia in più nei confronti di tutte le altre.
Lo Shalke potrà contare ancora sui gioellini Draxler e Goretzka che contano di affermarsi prepotentemente in campo europeo e sugli importanti innesti di Chupo-Moting e Sidney Sam dal Leverkusen.
Bayer che quest’anno disputerà la Champions e seppur abbia salutato il già citato Sam e Emre Can ha saputo disputare una sessione di calciomercato che ha rinforzato un organico non eccezionale ma di tutto rispetto.
La squadra della Volkswagen, invece, non ha dovuto rinunciare a nessun membro importante della propria rosa, rinforzandosi ulteriormente con gli acquisti di Bendtner, Jung e con il riscatto del belga De Bruyne.

Le sorprese potrebbero essere molte, Hoffenheim, Borussia Monchengladbach, Augsburg e Hannover su tutte.

Hoffenheim che ha messo a segno diversi colpi importanti e che se dovesse trovare l’equilibrio giusto per far valere i tanti gol fatti e per riscattare gli altrettanti gol subiti dovrebbe disputare un campionato tranquillo con il brivido dell’imprevedibilità; non è da escludere la possibilità di qualificarsi per la prossima Europa League.

Il Gladbach ha visto partire ter-Stegen in direzione Barcellona ma, reduce da un inaspettato 6° posto, ha le carte in regola per ambire ad un ottimo piazzamento e può contare sul prestito di Thorgan Hazard, fratello minore del più famoso Eden.

L’Augsburg vorrebbe migliorare l’inaspettata ottima stagione passata, conclusa con un bellissimo ottavo piazzamento arrivato con l’obiettivo della salvezza.

L’Hannover ha ceduto solo Diouf ma ha rinforzato l’organico con l’esperto e ben noto agli italiani Stankevicius e il promettente Joselu; dovrebbe riuscire a migliorare il recente piazzamento di metà classifica.

Mentre le restanti squadre giocano tutte i ruoli di incognite, 4 sembrano meno attrezzate delle altre e destinate a lottare tra loro per la salvezza.
Per il Friburgo e il Werder Brema sembrano ormai lontani i tempi in cui si giocavano l’Europa e le recenti cessioni non adeguatamente rimpiazzate non aiutano i tifosi a sperare.
Tra le sfavorite mettiamo il Colonia prevalentemente in quanto neopromossa ma la discreta sessione di mercato e la rosa esperta e combattiva potrebbero fare di questa squadra una tra le più vive nella zona bassa della classifica.
La più debole squadra della Bundesliga è senza dubbio il Paderborn che non ha saputo rinforzare degnamente un organico proveniente dalla serie b tedesca.

Negli ultimi anni il campionato tedesco ha riservato pochissime sorprese nelle zone alte della classifica regalando, invece, spettacolari novità per quanto riguarda le squadre di fascia medio-bassa.

Mettiamoci comodi per assistere a quello che comunque dovrebbe nuovamente essere un campionato dominato da Robben e compagni!


Pubblicato il 11/09/2014

Tags:  bundesliga bayernmonaco borussiadortmund 










Contatti
Contatti