Feed RSS

CHAMPIONS 14-15: IL MEGLIO DELL’EUROPA


Questa sera torna in scena la competizione più amata dagli appassionati di calcio con tutte le maggiori stelle del calcio Europeo.

Dopo la vittoria (come da pronostico) del Real Madrid nell’edizione passata, con la quale ha raggiunto la tanto attesa “Decima”, ci apprestiamo ad assistere ad un torneo più equilibrato dell’anno scorso.
Infatti i Galacticos potrebbero vedersi sottrarre il trofeo da un altro top club.
Vediamo cosa aspettarci da ogni girone e in particolare dalle nostre due squadre italiane.




Girone A: Atletico Madrid - Juventus - Malmo - Olympiacos

Ancora un’altra volta un sorteggio favorevole per la “Vecchia Signora” che dovrà scacciare gli spettri dell’eliminazione nella passata edizione proprio in un girone che era alla sua portata.
Una squadra che domina in Italia non dovrebbe faticare in Europa ma diamo alla Juve 2013-2014 l’attenuante di un tecnico inesperto in campo internazionale e di giocatori poco abituati a tali palcoscenici; Allegri l’esperienza europea l’ha fatta, senza sfigurare troppo con un Milan che era nettamente al di sotto delle big.
Juventus che dovrebbe quindi passare facilmente il girone alle spalle della squadra più in forma del momento.
Atletico Madrid che vanta appunto una condizione formidabile è che in questa stagione ha già vinto 2 volte il difficile derby.
Simeone, nonostante la giovane età, vanta già una serie di successi fantastici e i Colchoneros ripongono in lui tanta fiducia.
Un ambiente quindi che dovrebbe regalare la prima posizione nel girone nonostante la partenza dei maggiori esponenti della magica stagione 2013-2014.
I greci e gli svedesi potrebbero assistere a questa Champions praticamente da spettatori con l’unico obiettivo di strappare almeno qualche punto all’interno delle proprie mura.

Girone B: Basilea - Liverpool - Ludogorets - Real Madrid

Anche questo girone dovrebbe riservare poche sorprese con Liverpool e Real Madrid che sono tra le maggiori favorite alla vittoria finale dei rispettivi campionati.
Per i bulgari del Ludogorets possibilità pari a 0 con il brutto presentimento di terminare il girone senza alcun punto.
Basilea che potrebbe solo provare a contrastare gli inglesi e gli spagnoli, soprattutto in casa, e classificarsi 3° racimolando una manciata di punti.
I Blancos stanno attraversando un momento particolare visti i “mal di pancia” di CR7 e le cessioni di lusso di Di Maria e Xabi Alonso ma l’organico stellare e completo fa dei ragazzi di Ancellotti i maggiori favoriti alla vittoria finale anche questa volta.
Il Liverpool è forse tra le più sfavorite delle big, infatti la rosa seppur ottima non può competere (sulla carta) con le maggiori potenze calcistiche europee.
Chissà però che Mario Balotelli non faccia parlare di se in positivo, segnando magari qualche gol importante, e magari che la velocità degli attaccanti inglesi non metta in difficoltà anche i Galacticos.




Girone C: Monaco - Bayer Leverkusen - Zenit - Benfica

Questo è indubbiamente il girone più equilibrato ed impronosticabile di questa edizione e stabilire una classifica anche soltanto virtuale è molto complicato!
Più sfavorito rispetto alle altre è il ricco Monaco che per via delle cessioni galattiche, Rodriguez al Real e Falcao al Manchester United, non pare avere una rosa di dovuto spessore e difficile, ma non impossibile, che passi agli ottavi.
L’esperto Benfica dovrebbe passare di sicuro il turno anche se, forse, senza un netto divario di punti con il Bayer e lo Zenit che si giocheranno fino all’ultimo un posto fra le migliori sedici d’Europa.

Girone D: Arsenal - Borussia Dortmund - Galatasaray - Anderlecht

Olandesi decisamente sfavoriti che vedranno questa Champions League dal basso del proprio girone con la possibilità, però, di racimolare qualche punticino.
Arsenal che punta a migliorare le proprie statistiche europee e che con l’organico di ottima qualità a disposizione non dovrebbe faticare troppo a concludere questo girone ed approdare alla fase successiva affrontando però una dura lotta con i tedeschi per il primo posto.
Il Borussia infatti gioca per vincere questo girone e, perché no, anche per raggiungere le fasi più calde di questa competizione dove, qualora i sorteggi dovessero aiutarla, potrebbe torgliersi diverse soddisfazioni.
I turchi di Cesare Prandelli, guidati dall’eterno Sneijder, possono timidante provare a mettere il bastone fra le ruote alle 2 big del girone raggiungendo ed inaspettata qualificazione agli ottavi.



Girone E: Roma - Bayern Monaco - Manchester City - CSKA Mosca

La nostra seconda squadra qualificata per i gironi avrà la vita decisamente difficile rispetto ai torinesi che potrebbe però far sognare l’intera Capitale in caso riuscisse a compiere questo “mezzo miracolo”. Di mezzo miracolo si parla perché nonostante Bayern e City siano tra le maggiori favorite alla vittoria finale la Roma ha dimostrato, anche se solo in campo nazionale, di essere una squadra in continua crescita.
Molti giocatori saranno alla loro prima uscita in questa competizione ma ciò non toglie che giocatori come Destro, Florenzi e Iturbe potrebbero rivelarsi delle piacevoli sorprese. Inoltre Totti vorrebbe ben figurare dopo anni di assenza da palcoscenici così importanti e regalarsi soddisfazioni internazionali prima di ritirarsi.

Bayern e City affronteranno questo girone con la consapevolezza di essere dopo il Real Madrid ed insieme al Barcellona delle possibili finaliste e le rose, dove la qualità non manca, faranno un semplice boccone della russa CSKA Mosca.
Mentre il Bayern ha vinto una coppa dalle orecchie grandi anche nel recente 2013 gli inglesi hanno quella voglia, alimentata anche dallo sceicco Mansur, di regalare ai tifosi un bellissimo sogno.

Girone F: Ajax - Apoel - Barcellona - PSG

Anche in questo caso ci troviamo davanti a due mostri del calcio internazionale che, anche se per motivi leggermente differenti, hanno voglia di accaparrarsi la coppa.
Gli spagnoli di Luis Enrique devono risollevarsi da una stagione conclusa con 0 titoli e hanno dalla loro uno dei tridenti offensivi più forti della storia: Neymar-Messi-Suarez. Questi tre attaccanti potrebbero segnare veramente tanto e riportare il trofeo ad una città che ha passato una crisi calcistica dovuta alla morte del proprio ideale di calcio (il tiki taka).
Lotta aperta quindi con i francesi del fuoriclasse svedese Ibrahimovic che potrebbero dire la loro anche nella corsa alla vittoria finale.
Il centravanti svedese, infatti, sogna la Champions dato che è l’unico trofeo che gli manca per coronare una carriera stratosferica.
Anche i parigini possono contare su un potenziale offensivo tra i migliori d’Europa ed annoverano fra i titolari due nostri connazionali: Sirigu e Verratti.
Ajax che come al solito garantisce una vetrina importante per i giovani talenti che gli hanno fatto conquistare la fama come uno dei migliori vivai del mondo. Quasi impossibile che gli olandesi ostacolino le big ma potrebbero arrivare 6 punti facili con la piccola Apoel di Nicosia.



Girone G: Chelsea - Shalke 04 - Maribor - Sporting Lisbona

I favoritissimi ragazzi di Mourinho vantano uno dei migliori organici del Continente e lanciatissimi verso la vittoria della Premier non è escluso che lo Special One regali un impresa ai propri tifosi.
Hazard e Oscar volano verso la consacrazione internazionale e un girone facile come quello capitato ai blues potrebbe galvanizzare le tante stelle a disposizione del tecnico portoghese che non dovrà preoccuparsi di eventuali assenze o di turnover.
Shalke 04 favorito per il passaggio del turno alle spalle degli inglesi con poche possibilità di continuare la competizione una volta approdato agli ottavi.
Mentre il Maribor parte praticamente già sconfitto i portoghesi dello Sporting possono giocare le carte a disposizione per giocare un girone “tutto cuore” e infastidire i tedeschi.

Girone H: Athletic Bilbao - BATE Borisov - Porto - Shakhtar Donetsk

Con un BATE Borisov decisamente fuori dai giochi questo girone sarà una corsa a 3 per 2 posti.
Athletic, Porto e Shakhtar daranno vita ad una lotta molto equilibrata con i portoghesi e gli spagnoli leggermente favoriti sugli ucraini.
Girone che indipendentemente dalla classifica finale sarà il sogno di molte big nei sorteggi per gli ottavi, dove queste 3 squadre dovranno lottare duramente per non sfigurare.
Viene da “mordersi le mani” se si pensa che questo sarebbe potuto essere il girone del Napoli che se non avesse perso contro i baschi del Bilbao e avesse migliorato qualche aspetto tattico avrebbe visto tranquillamente gli ottavi di Champions League.

Un ultima considerazione riguardo questa stagione di calcio europeo va fatta riguardo all’equilibrio tra le big europee che potrebbe regalare un grande spettacolo.
Spettacolo al quale, sempre e comunque, questa competizione ci ha abituati.

Buona Champions !!!


Pubblicato il 16/09/2014

Tags:  championsleague juventus roma 










Contatti
Contatti