Feed RSS

ULTIMA GIORNATA PER IL CAMPIONATO DI SERIE A


Si gioca l'ultima giornata del campionato di Serie A per la stagione 2018 - 2019: ecco cosa può succedere.


Il campionato di Serie A è l'ultimo a concludersi tra i maggiori Paesi europei. Numerosi sono ancora i verdetti da decidere, sia per quanto riguarda la Champions League che la terza squadra che andrà in Serie B. Ma andiamo con ordine.

Un plauso va fatto, innanzitutto, alla Juventus: ottavo Scudetto di fila, quinto consecutivo di Massimiliano Allegri che, però, lascerà la panchina bianconera. Previsioni della vigilia rispettare e numeri che fanno entrare questo ciclo bianconero nella storia.
Il Napoli ha fatto quello che ha potuto: s'è confermato come unico antagonista della Juventus ma solo fino a Gennaio praticamente, dopodiché il divario dalla Vecchia Signora è diventato incolmabile.

Ed eccoci al gruppone dal quale usciranno le due squadre che andranno a fare compagnia proprio a Juventus e Napoli nella prossima Champions League. Favorita numero uno è la giovane e sorprendente Atalanta di Gasperini che è attualmente terza in classifica con 66 punti, avendo migliorato così il settimo posto della passata stagione.
Chi pure si trova con gli stessi punti è l'Inter di Spalletti, in svantaggio nei confronti della "Dea" a causa degli scontri diretti.
A seguire, c'è il Milan di Gattuso che ha riacceso le speranze dei tifosi proprio nelle ultime gare, grazie a tre vittorie di fila che l'hanno portato ad un solo punto dalla coppia nerazzurra. Più distanziata è la Roma che, a 63 punti, non è esclusa matematicamente dalla lotta ma servirebbe una serie di combinazioni favorevoli oltre a colmare una differenza reti troppo ampia. Più che altro, la gara interna contro il Parma sarà l'occasione per salutare in modo più che degno Daniele De Rossi che lascerà la Capitale.

Di queste quattro squadre, solo il Milan giocherà in trasferta, a Ferrara, contro la SPAL già salva ma comunque viva sebbene venga da due sconfitte consecutive, dopo un filotto di otto partite in cui ne aveva vinte ben sei. Secondo i bookies, è scontata la vittoria dei rossoneri, quotata più o meno dappertutto ad 1,50 ma i ragazzi di Gattuso hanno avuto serie difficoltà ad imporsi quest'anno fuori casa (le vittorie sono appena il 33% delle gare giocate in trasferta), pertanto non la vediamo come una gara dall'esito così prevedibile.
L'Atalanta riceverà il Sassuolo, squadra anch'essa già salva da tempo ma che, nonostante ciò, non ha fatto sconti a nessuno nelle ultime partite, merito anche dell'allenatore De Zerbi, per molti addetti ai lavori la vera rivelazione in panchina quest'anno della Serie A e, probabilmente, in procinto di passare a club più quotati (si parla di Lazio e dello stesso Milan): appena una sconfitta per gli emiliani nelle ultime otto partite. Quota quasi da "banker" in favore dell'Atalanta, la più bassa per quest'ultima giornata di Serie A.
La "Dea" ha sfiorato di chiudere il discorso Champions domenica scorsa allo "Stadium", pareggiando 1-1 nella sfida contro la Juventus, ma vediamo davvero difficile che non prenda i tre punti oggi.
Ostacolo Empoli, invece, per l'Inter: i toscani, praticamente spacciati fino a qualche settimana fa, hanno inanellato tre vittorie consecutive ed hanno scavalcato il Genoa in classifica, portandosi al quart'ultimo posto a +1 dal "Grifone". Anche qui, i bookies pare non abbiano dubbi - e, del resto, il divario tecnico tra le squadre è troppo ampio - e la vittoria dell'Inter è pagata ad 1,40 circa.

Ma, per valutare meglio questa quota, dobbiamo necessariamente agganciarci alla lotta per non retrocedere, pure quella decisamente accesa.
Grazie al pareggio nel posticipo di lunedì contro la Lazio per 3-3, il Bologna ha conquistato la matematica salvezza grazie al lavoro di Mihajlovic. Pertanto, sono ora tre le squadre in lotta: Fiorentina, Empoli e Genoa, con l'Udinese già salvo per via degli scontri diretti, sebbene anche i Friulani si trovino a 40 punti.
La Fiorentina, dopo le dimissioni di Pioli e l'ingaggio di Montella, è sprofondata in classifica: già prima del ritorno dell'ex allenatore di Milan e Siviglia (Montella aveva allenato la "Viola" quattro anni fa), la squadra aveva vinto l'ultima volta il 17 febbraio ma dal 7 aprile in poi, giorno di insediamento di Montella, è arrivato solo un punto e nel turno scorso i tifosi hanno assistito alla sesta sconfitta consecutiva. La situazione è davvero tragica poiché la Fiorentina rischia di tornare in Serie B diciassette anni dopo il fallimento - sportivo e finanziario - del 2002.
Se la vedrà col Genoa che, invece, è ora terz'ultima e, quindi, al momento, retrocederebbe in B.

Vogliamo soffermarci per un attimo proprio sulle quote della sfida tra Fiorentina e Genoa: troviamo l'1 a 2,56, il 2 oltre il valore di 4,00 e la X a 2,40!
A memoria, noi dello staff di Bettinglife non ricordiamo una X con una quota così bassa: pare proprio che il pareggio sia scritto nella pietra!
Probabilmente il ragionamento dei bookies è che l'Empoli non riesca a vincere a San Siro e, di conseguenza, Genoa e Fiorentina non si "facciano male", mirando ad un pareggio che salverebbe entrambe: il Genoa, infatti, aggancerebbe l'Empoli contro cui ha vinto entrambe le gare di campionato. Tale ipotesi potrebbe essere valida se l'Inter sbloccasse sin da subito la gara del Meazza; ma se ciò non dovesse succedere, converrebbe davvero a Genoa e Fiorentina giocare per il pareggio fino al novantesimo? Tutte queste supposizioni ci fanno stare alla larga dalle gare di oggi, poiché sembra tutto scritto ma la storia insegna come molto possa essere ribaltato in soli novanta minuti, specie se sono gli ultimi del campionato.

Riepilogando le situazioni analizzate: 
- l'Atalanta va sicuramente in Champions se: vince contro il Sassuolo, se pareggia ma il Milan non vince contro la SPAL, se perde ma il Milan perde contro la SPAL;
- l'Inter va sicuramente in Champions se: vince contro l'Empoli, se pareggia ma il Milan non vince contro la SPAL, se perde ma il Milan perde contro la SPAL; 
- il Milan va sicuramente in Champions se: vince contro la SPAL ma almeno una tra Inter ed Atalanta non vince, se pareggia contro la SPAL ma l'Atalanta perde contro il Sassuolo.
- la Fiorentina resta in Serie A se: vince o pareggia contro il Genoa, se perde contro il Genoa ma l'Empoli non vince a San Siro;
- l'Empoli resta in Serie A se: vince a San Siro, pareggia ma il Genoa non vince contro la Fiorentina, perde ma perde anche il Genoa contro la Fiorentina;
- il Genoa resta in Serie A se: vince contro la Fiorentina, se pareggia contro la Fiorentina mal'Empoli perde a San Siro.

Pertanto, così come fatto per l'ultima giornata di Ligue 1, vi lasciamo proprio con queste riflessioni e con il consiglio di non andare a sporcare quanto di buono fatto quest'anno con i nostri pronostici, di cui daremo conto dopo la finale di Champions di sabato 1 Giugno.


Pubblicato da Petroliano il 23/05/2019

Tags:  serie a  pronostici  quota 










Contatti
Contatti