Feed RSS

MERCATO DI GENNAIO: CHI SCENDE E CHI SALE


Prima giornata di Campionato dopo il mercato di riparazione. Vediamo come si sono mosse le squadre di serie A e come può questo potrebbe influenzare la classifica.

Atalanta 
Arrivi: Pinilla (a, Genoa), Emanuelson (c, Roma) 
Partenze: Molina (c, Carpi) , Pugliese (c, Carpi) 

Mercato: L'attacante cileno, dal momento dell'arrivo, è sempre stato schierato titolare al fianco di German Denis anche se, per caratteristiche, non sembrano completarsi alla perfezione (2 finalizzatori forti fisicamente e in area di rigore non particolarmente rapidi e veloci). 
Nel match contro il Cagliari ha trovato il suo primo gol, una rovesciata al 94', che ha portato 3 punti preziosi alla squadra contro una diretta concorrente per la permanenza nella massima serie. 
Alejandro Gomez, acquistato nell'estate e con un'ottimo passato in Serie A a Catania, non è riuscito a dare quanto sperava e l'esterno sinistro ex Juventus Estigarribia, indisponibile da inizio stagione, rientrerà tra circa 10 giornate (7 dal termine). 
Per questo motivo è stato acquistato l'esterno olandese che, seppur non incisivo al Milan e alla Roma (dove è stato utilizzato in due sole occasioni), sarà utile nel 4-4-2 di Colantuono potendo giocare nel ruolo probabilmente più appropriato per lui (l'esterno di un centrocampo a 4). 

Situazione attuale: Il margine sul terzultimo posto (valevole la retrocessione) è di 5 punti con 2 squadre di mezzo. 
L'inizio campionato è stato semitragico con 5 sconfitte nei primi 8 turni. Nelle prime 13 giornate ha conquistato appena 11 punti vincendo 2 sole gare; nelle successive 8, con i 5 risultati utili delle ultime 6 gare, ha conquistato 12 punti vincendo di recente contro Milan e Cagliari. 
La squadra ha un importante margine di vantaggio sulla terzultima e la salvezza è a portata di mano (5 punti si possono recuperare in 2 turni ma è difficile che avvenga ciò trattandosi di squadre che hanno vinto 3-4 partite in 21 disputate). 

Cagliari 
Arrivi: Ale. Gonzalez (d, Verona), Brkic (p, Udinese), Husbauer (Sparta Praga), Cop (a, Dinamo Zagabria), Mpoku (a, Standard Liegi) 
Partenze: Benedetti (d, Bari), Eriksson (d, Goteborg), Ibarbo (a, Roma) 

Mercato: Con la cessione del giocatore di maggior valore, ovvero Ibarbo, la squadra difficilmente può dirsi rinforzata. L'attaccante esterno colombiano, però, non stava disputando un'ottima stagione (soprattutto a causa dei problemi fisici) e gli acquisti di questa sessione di mercato non sono da trascurare. 
Il portiere Brikic ha preso il posto da titolare (prima occupato da Cragno); A. Gonzalez si giocherà la posizione da terzino destro con Pisano; il centrocampista ceco Husbauer viene dallo Sparta Praga dove nella passata stagione ha segnato 18 reti in 29 presenze e potrà essere utilizzato, grazie alle suo doti di inserimento senza palla, come interno di centrocampo o nei 2 trequartisti a ridosso dell'unica punta; l'esterno belga classe 92 Mpoku è il giocatore che per caratteristiche va a sostituire Ibarbo (anche se farà fatica a trovare spazio a causa della concorrenza agguerrita in quel ruolo); Duje Cop, attaccante classe 90, nella passata stagione è stato il capocannoniere del campionato croato con 22 gol e, nel campionato in corso, è andato in rete 12 volte in 15 gare disputate. Nella penultima sfida è subentrato a Longo e, dopo appena 7 minuti, ha trovato il suo primo gol con la nuova maglia grazie ad un bel tocco al volo che ha portato i 3 punti alla squadra. 

Situazione attuale: Quartultimo posto con un punto in più sul Chievo terzultimo. 
Con l'arrivo di Zola in panchina (dopo la sconfitta contro la Juventus della 16^ giornata) la squadra ha abbassato il proprio baricentro risultando meno sbilanciata offensivamente. 
Nelle 5 gare col nuovo tecnico la compagine rossoblu ha conquistato 7 punti; la media è nettamente superiore a quella del precedente allenatore ma il periodo preso in considerazione è troppo ristretto per tirare le somme. 

La squadra lotterà probabilmente fino a fine campionato col Chievo (e, con minor possibilità, con l'Empoli) per la salvezza. 

Cesena 
Arrivi: - 
Partenze: Garritano (a, Modena), Coppola (c, Catania), Hugo Almeida (a, ris. cons.), Mazzotta (d, Catania) 

Mercato: Nulla da segnalare a parte la rescissione consensuale con l'esperto attaccante Hugo Almeida (10 presenze e 0 gol). 

Situazione attuale: Nonostante i 6 punti conquistati nelle ultime 2 partite il Cesena pare destinato a retrocedere e l'assenza di nuovi innesti rafforza questa ipotesi. 

Chievo 
Arrivi: Mattiello (c, Juventus), Vajushi (d, Litex Lovech), Pozzi (a, Parma), Fetfatzidis (c, Genoa), Christiansen (c, Nordsjælland) 
Partenze: Mangani (c, Angers), Edimar (d, Cordoba), Kupisz (d, Cittadella), Maxi Lopez (a, Torino), Lazarevic (c, Sassuolo) 

Mercato: l'acquisto probabilmente più importante è il greco Fetfatzidis che giocherà esterno (all'occorrenza seconda punta) nel 4-4-2 di Maran. 

Situazione attuale: L'allenatore Maran, subentrato a Corini all'8^ giornata, è riuscito a portare maggior solidità difensiva alla squadra e i risultati sono migliorati. 
La squadra si contenderà probabilmente fino alla fine la salvezza con il Cagliari (Empoli, Verona e Atalanta a seguire) 

Empoli 
Arrivi: Saponara (c, Milan), Brillante (c, Fiorentina), Bachini (c, Lucchese, FP), Somma (d, Roma) 
Partenze: Shekiladze (a, Latina), Moro (c, Salernitana), Aguirre (a, Udinese, FP), Perticone (d, Trapani), Bianchetti (d, Spezia), Laxalt (c, Genoa) 

Mercato: La squadra si è rinforzata aggiungendo qualità alla rosa con l'acquisto del centrocampista classe 93 australiano Brillante (2 presenze con la maglia viola) e con il ritorno di Saponara (che si giocherà il posto da trequartista con Verdi). 

Situazione attuale: L'ottimo lavoro di Sarri è sotto gli occhi di tutti e stupisce vedere che l'Empoli abbia solo 20 punti (2 in più del Chievo). 
Gli scarsi risultati (scarsi almeno in proporzione all'ottima organizzazione di gioco mostrata) sono dovuti all'assenza di un attaccante da doppia cifra. Il reparto d'attacco è uno dei meno competitivi della Serie A e la squadra fatica a realizzare le occasione da gol prodotte. Per questo motivo ha vinto appena 3 gare (come Parma e Cesena) perdendone solamente 7 (stesse sconfitte, ad oggi, della Lazio). 

Fiorentina 
Arrivi: Diamanti (c, Guangzhou), Rosati (p, Napoli), Gilardino (a, Guangzhou), Salah (a, Chelsea), Rosi (d, Genoa), Hegazi (d, Perugia) 
Partenze: Marin (c, Anderlecht), Brillante (c, Empoli) , Cuadrado (a, Chelsea) 

Mercato: la squadra si è ridimensionata con la cessione del suo miglior giocatore, ovvero Cuadrado, che sarà difficilmente sostituibile. Il colombiano portava imprevedibilità al gioco dei viola con la sua facilità nel saltare l'uomo e con accelerazioni improvvise. 
Diamanti, per quel che riguarda il rendimento, è una sicurezza e sarà inizialmente schierato a ridosso dell'unica punta (Gomez o Gilardino o Babacar). 
Il nazionale egiziano Salah, classe 92, è per caratteristiche il sostituto di Cuadrado e il potenziale pare essere simile a quello del colombiano ma, attualmente, è più una promessa per il domani che una certezza per il presente. 

Situazione attuale: La squadra è sesta a -2 da Lazio e Sampdoria e, a maggior ragione con la partenza di Cuadrado, è quasi impossibile che raggiunga l'ambito terzo posto. 
L'obbiettivo minimo sarà quello di qualificarsi per l'Europa League della prossima stagione (raggiungibile, oltrechè tramite la posizione finale in campionato, anche vincendo la Coppa Nazionale) e di passare il turno contro il Tottenham, in programma il 29/2, della medesima competizione. 

Genoa 
Arrivi: Niang (a, Milan), Tino Costa (c, Spartak Mosca) , Pavoletti (a, Sassuolo), Ariaudo (d, Sassuolo), Laxalt (c, Empoli), Borriello (a, Roma), També (d, Kortrijk), Bergdich (d, Valladolid) 
Partenze: Greco (c, Verona), Pinilla (a, Atalanta), Sturaro (c, Juventus), Antonelli (d, Milan), Fetfatzidis (c, Chievo), Rosi (d, Fiorentina) 

Mercato: come spesso accade con Preziosi la squadra, pur avendo ottenuto fin qui risultati al di sopra di qualsiasi aspettativa, ha cambiato tanto e solo il tempo potrà dire se è stato un bene o un male. In ogni caso le cessioni riguardano giocatori che in questo parziale di stagione avevano dato tanto alla causa rossoblu: il centrocampista Sturaro, l'esterno sinistro Antonelli e l'attacante Matri su tutti. 
L'acquisto più importante riguarda il centrocampista argentino Tino Costa, infortunatosi alla sua seconda presenza con la nuova casacca (rientro in programma tra 4 giornate), mentre in attacco i rimpiazzi di Matri lasciano un pò a desiderare: Pavoletti non è probabilmente all'altezza, Boriello non gioca con continuità da qualche anno e Niang non è di certo un ottimo finalizzatore (infatti è stato schierato come attaccante esterno con l'accentramento di Perotti) 

Situazione attuale: Dopo un avvio entusiasmante la squadra ha avuto un calo e nelle ultime 7 partite non ha mai vinto (anche se gli avversari non erano dei più semplici da battere). 
Il Genoa è ottavo a 29 punti e punterà all'improbabile qualificazione in Europa League. 

Inter 
Arrivi: Brozovic (c, Dinamo Zagabria), Shaqiri (a, Bayern Monaco), Podolski (a, Arsenal), Santon (d, Newcastle) 
Partenze: Mbaye (c, Bologna), Bonazzoli (a, Sampdoria *giugno), Krhin (c, Cordoba) 

Mercato: i rinforzi richiesti da Mancini, funzionali al nuovo modulo che prevede degli esterni di attacco, sono arrivati. 
Shaqiri è un giocatore talentuoso che non è mai riuscito a esprimere con continuità le proprie qualità; Podolsky, nei 2 anni e mezzo trascorsi all'Arsenal, ha collezionato solo 19 presenze e sembra aver portato più blasone alla squadra che un reale valore tecnico aggiunto. 
La squadra non ha ancora una precisa identità di gioco, è in costruzione e i nuovi innesti faticano ad inserirsi in queste condizioni. 

Situazione attuale: la media punti del nuovo tecnico (1 punto a partita nelle 10 disputate) è inferiore a quella di Mazzarri e, dopo l'iniziale entusiasmo dovuto al cambio allenatore, è tornato a prendere il sopravvento, nell'ambiente nerazzurro, lo sconforto. 
Difficilmente la squadra si qualificherà alle competizioni europee. 

Juventus 
Arrivi: Brignoli (p, Ternana), Matri (a, Genoa), De Ceglie (d, Parma), Sturaro (c, Genoa), Tello (c, Envigado) Partenze: Giovinco (a, Toronto Fc) 

Mercato: Giovinco aveva trovato pochissimo spazio in questi mesi e Matri ne troverà altrettanto essendo, di fatto, la terza scelta per il ruolo di prima punta (la gerarchia attuale vede Llorente con Morata di riserva). Sturaro potrà far rifiatare uno degli interni di centrocampo e lo stesso compito avrà De Ceglie nei confronti di Evra (aspettando il ritorno di Asamoah che rientrerà tra circa 2 mesi). 

Situazione attuale: Con il recente calo della Roma la Juventus ha guadagnato ulteriori punti nei confronti della seconda consolidando la prima posizione in classifica (+7). 
Oltre al campionato è in programma l'ottavo di finale di Champions contro il Borussia Dortmund e la semifinale di Coppa Italia contro la Fiorentina. I nuovi innesti, pur non essendo sicuramente titolari, saranno preziosi per far rifiatare qualche campione.

Lazio 
Arrivi: Morrison (c, West Ham), Mauricio (d, Sporting Lisbona), Hoedt (d, AZ Alkmaar *luglio), Perea (a, Perugia, FP) 
Partenze: A. Gonzalez (c, Torino) 
Mercato: nulla da segnalare a parte l'arrivo del difensore centrale Mauricio che è partito titolare nell'ultimo turno. 

Situazione attuale: La squadra allenata da Pioli ha una rosa altamente competitiva ed è 4^ in classifica a 34 punti alla pari della Sampdoria (-5 dal terzo posto). 
La squadra gioca bene e trova con continuità la via della rete ma ha sbagliato qualche partita di troppo. 
7 sconfitte su 21 gare (una ogni tre), per una squadra che ricopre quelle posizioni, sono davvero tante e questo indica che vi è ancora un salto, in quanto a mentalità vincente, da compiere. 
Nel turno che viene rientra Felipe Anderson, decisivo nelle gare che hanno preceduto l'infortunio. 
Sarà impegnata anch'essa nelle semifinali della coppa nazionale contro il Napoli. 

Milan 
Arrivi: Paletta (d, Parma), Antonelli (d, Genoa), Bocchetti (d, Spartak Mosca), Cerci (a, Atl. Madrid), Suso (c, Liverpool), Destro (a, Roma) 
Partenze: Niang (a, Genoa), Torres (a, Atl. Madrid), Saponara (c, Empoli) 

Mercato: La squadra si è senza dubbio rinforzata cedendo chi aveva giocato pochi minuti e acquistando (non nel senso letterale del termine) giocatori che dovrebbero essere protagonisti in questa seconda metà di stagione. L'attaccante esterno Cerci, il centrale Destro, il terzino sinistro Antonelli e il difensore centrale Paletta giocheranno perlopiù da titolari a causa degli indisponibili del momento ed essendo maggiormente competitivi di coloro che hanno lasciato posto (l'attuale El Sharawy, Torres, Armero e Mexes per citare gli stessi ruoli) 

Situazione attuale: Nelle ultime 8 gare sono arrivate appena 2 vittorie e la posizione di Inzaghi, in seguito alla sconfitta in coppa contro la Lazio, sembrava a serio rischio. 
La squadra, pur adottando quasi sempre lo stesso modulo (4-3-3) variando al massimo in un 4-4-1-1 (come nell'ultima sfida contro il Parma), pare avere le idee poco chiare in fase di possesso e risulta quasi "illogica", quando si dispone con 3 centrocampisti, non avendo nessun interno di centrocampo predisposto all'inserimento senza palla (Poli è il migliore in questo senso). 
La squadra proverà ad ottenere la qualificazione per l'Europa League ma non sarà facile perchè attualmente Lazio e Fiorentina paiono nettamente superiori (anche se dovrebbe bastare classificarsi come sesta dato che la trionfatrice della coppa nazionale sarà, con ogni probabilità, già ammessa alle competizioni europee). 

Napoli 
Arrivi: Strinic (d, Dnipro), Gabbiadini (a, Sampdoria) 
Partenze: Rosati (p, Fiorentina), Novothny (a, Sud Tirol), Radosevic (c, Rijeka) 

Mercato: Gli innesti si sono subito rivelati importanti. 
Gabbiadini è probabilmente l'acquisto più decisivo, per quel che riguarda la Serie A, di questa sessione mercato e il terzino sinistro Strinic ha già giocato, e bene, titolare. 

Situazione attuale: Il Napoli, dalla 4^ giornata in poi, ha perso appena 2 partite e, attualmente, è più vicina al 2° posto (-4) che al 4° (+5). 
In settimana ha battuto l'Inter accedendo alle semifinale di Coppa Italia. 

Palermo 
Arrivi: Jajalo (c, Rijeka), Ortiz (d, Cerro Porteño), Rispoli (d, Parma) 
Partenze: Bamba (d, Leeds), N'Goyi (c, Leeds), E. Pisano (d, Verona), Munoz (d, Sampdoria), Feddal (d, Parma) 

Mercato: Operazioni minori per il Palermo, da segnalare principalmente la partenza del difensore Munoz (14 presene in questa stagione con la maglia rosanero) 

Situazione attuale: Il Palermo di Iachini è una delle più belle sorprese di questo campionato. 
La squadra ha perso una sola delle ultime 13 gare e, grazie allo straordinario rendimento dell'attaccante argentino Dybala, può sognare (per quanto improbabile) di andare in Europa. 

Parma 
Arrivi: C. Rodriguez (c, A. Madrid), Varela (c, Wba via Porto), Bajza (p, Crotone), Lila (c, Pas Giannina), Nocerino (c, Torino), Feddal (d, Palermo FP) 
Partenze: Cordaz (p, Crotone), Cassano (a, ris. cons.), De Ceglie (d, Juventus), Paletta (d, Milan), Ristovski (d, Latina), Rispoli (d, Palermo), Pozzi (a, Chievo), Felipe (d, risoluzione) 

Mercato: Il valore dei nuovi innesti è tutto da verificare ma la squadra, perdendo Cassano, si è certamente indebolita. 
Manca una attaccante da doppia cifra che non è stato acquistato. 

Situazione attuale: La partenza di Cassano è dovuta a dei mancati chiarimenti della nuova proprietà riguardo agli stipendi arretrati non pagati e al progetto tecnico futuro. 
La squadra, ancor più con la recente sconfitta contro il Cesena, non ha praticamente quasi alcuna possibilità di salvarsi (il "quasi" è dovuto alla matematica). 

Roma 
Arrivi: Spolli (d, Catania), Jose Machin (c, Malaga), Ezequiel Ponce (a, Newell's Old Boys), Mendez (c, Peñarol), Ibarbo (a, Cagliari), Doumbia (a, CSKA Mosca) 
Partenze: Destro (a, Milan), Somma (d, Empoli) 

Mercato: Pur non giocando titolare e non essendo l'attaccante ideale per il gioco di Garcia, Mattia Destro rappresentava un arma in più per i giallorossi, non avendo in rosa un altro giocatore di quelle caratteristiche. 
Al suo posto è stato acquistato l'attaccante ivoriano Doumbia, 10 reti in 20 presenze nel corso di questa stagione con il Cska. 
A causa dell'infortunio dell'esterno d'attacco Iturbe è stato acquistato il velocista Ibarbo. 

Situazione attuale: Nelle ultime uscite la Roma si è come "normalizzata", risultando meno imprevedibile del solito a causa, soprattutto, dell'assenza di Gervinho che, anche contro squadre che aspettano chiuse in difesa, riesce sempre a creare scompiglio con la sua rapidità. 
I punti di distacco dalla la Juve sono 7 e, anche se non impossibile, è difficile ipotizzare una rimonta. 

Sampdoria 
Arrivi: Eto'o (a, Everton), Muriel (a, Udinese), Coda (d, Udinese), Frison (p, Catania), Correa (c, Estudiantes), Bonazzoli (a, Inter *giugno), Olinga (a, Malaga), Munoz (d, Palermo, Acquah (c, Hoffenheim) 
Partenze: Gastaldello (d, Bologna), Gabbiadini (a, Napoli), G. Sansone (a, Bologna), Fedato (a, Modena), Da Costa (p, Bologna), Fornasier (d, Pescara) , Krsticic (c, Bologna) 

Mercato: La cessione di Gabbiadini rischia di pesare sul presente-futuro della Samp. 
Se Eto'o fosse anche solo simile a quello che ci ricordiamo con la maglia nerazzurra si rivelerà un buon innesto. Muriel è un giocatore estremamente talentuoso che però non è riuscito ad esprimersi al meglio, in particolare nella passata stagione, anche a causa di qualche problema di sovrappeso che ne ha limitato il rendimento atletico. 

Situazione attuale: la squadra ha avuto un calo nel secondo parziale di questa prima metà di campionato. L'obbiettivo è di mantenere l'attuale posizione in classifica che gli permetterebbe di raggiungere un traguardo difficilmente pronosticabile a inizio stagione. 

Sassuolo 
Arrivi: Lazarevic (c, Chievo) 
Partenze: Manfredini (d, Vicenza), Pavoletti (a, Genoa), Ariaudo (d, Genoa) 

Mercato: il fattore positivo è di non aver fatto partire alcuna pedina importante (c'era il rischio che potesse partire Zaza). 

Situazione attuale: la squadra allenata da Di Francesco, dopo i soli 4 punti conquistati nelle prime 7 giornate, ha totalizzato 24 punti nelle restanti 14 giornate perdendone solo 2. 
L'obbiettivo è di continuare a migliorarsi e non ci sarebbe da stupirsi se la compagine neroverde terminasse il campionato sopra a entrambe le squadre di Milano. 

Torino 
Arrivi: Ichazo (p, Danubio), Maxi Lopez (a, Chievo) , A. Gonzalez (c, Lazio), Serafino (a, Boca Juniors) Partenze: Gillet (p, Catania), Ruben Perez (c, Atletico Madrid), Nocerino (c, Parma), Larrondo (a, Tigre), Caronte (d, Udinese) 

Mercato: nulla di significativo da segnalare 

Situazione attuale: Nonostante le cessioni estive di Cerci e di Immobile l'allenatore Ventura è riuscito, ancora una volta, ad ottenere il meglio dalla propria rosa. 
Non vi è alcun rischio di retrocedere e la squadra viene da 8 risultati utili consecutivi. Il 19/2 sarà impegnata nei sedicesimi di Europa League contro l'Athletic Bilbao. 

Udinese 
Arrivi: Aguirre (a, Empoli, FP), Caronte (d, Torino), Pechacek (c, Teplice), Perica (a, Nac Breda via Chelsea) Partenze: Riera (c, risoluzione), Alhassan (c, Latina), Brkic (p, Cagliari), Belmonte (d, Catania), Muriel (a, Sampdoria), Coda (d, Sampdoria), Faraoni (d, Perugia) 

Mercato: nulla da segnalare 

Situazione attuale: L'udinese ha conquistato 5 vittorie nelle prime 8 giornate mentre ne ha vinte appena 2 nelle restanti 13. 
La squadra del patron Pozzo, come ogni anno, è tranquilla in ottica salvezza. 

Verona 
Arrivi: Greco (c, Genoa), Fernandinho (a, Gremio), E. Pisano (d, Palermo) 
Partenze: Nené (a, Spezia), Ale. Gonzalez (d, Cagliari) 

Mercato: Nulla da segnalare 

Situazione attuale: Vedendo il Verona di Mandorlini nella passata stagione ci si sarebbe potuti aspettare qualcosa in più. 
Con l'usuale 4-3-3 la squadra concede spesso troppo in difesa agli avversari e l'allenatore sta utilizzando sempre più il 3-5-2 (o 5-3-2). 
Il Verona ha 6 punti di margine di vantaggio sul terzultimo posto e, salvo clamorose sorprese, non dovrebbe rischiare seriamente la retrocessione.


Pubblicato da Tommy il 07/02/2015

Tags:  seriea calciomercato 










Contatti
Contatti