Feed RSS

IL CAMPIONATO IN PROSPETTIVA


La Juve e' la piu' forte, e lo dimostra nonostante le inutili polemiche di Galliani.

Nel primo anticipo il Torino conferma lo straordinario stato di forma battendo agevolmente il Verona.
Questa è la terza vittoria di fila e il nono risultato utile consecutivo per gli uomini di Ventura che sono ora 7° in classifica a 31 punti.
Quagliarella, dopo un digiuno durato 11 giornate (dall'8^ alla 19^), ha realizzato 5 gol nelle ultime 4 gare (tra cui la tripletta contro la Samp).

Nell'altro anticipo, il Milan gioca una partita coraggiosa contro la Juventus, fin troppo come dimostra il primo gol subito al 14' min. dal solito Carlitos Tevez, pescato in profondità con la difesa rossonera molto alta e mal disposta.
Gol regolare, come mostrano le immagini (che ovviamente non sono manipolate...), nonostante quello che dice Galliani.
La squadra di Inzaghi trova il pareggio al 28' su palla inattiva, situazione di gioco in cui si è resa pericolosa più volte nel corso della gara, con una gran girata di testa di Antonelli che trova la sua prima rete in maglia rossonera.
La Juventus però impiega neanche 2 minuti a ribadire la propria superiorità che viene poi confermata dal 3-1 di Morata che ringrazia Marchisio per il palo colpito.
Le notizie positive in casa Milan vengono dai nuovi acquisti che hanno portato, seppur  lontani dal poter far fare il salto di qualità o la differenza, qualcosa in più: Antonelli è sicuramente più affidabile di Armero (e più competitivo del De Sciglio visto in questa stagione) e vale lo stesso discorso per Paletta rispetto ad altri compagni di reparto (Mexes e Zapata su tutti in quanto a cali di concentrazione).
A fine partite polemica inutile e sterile da parte del Milan, e che nulla ha ache fare con il campo, probabilmetne innescata solo per distogliere l'attenzione dalla quarta sconfitta in sei gare nel 2015 (oppure per i noti problemi politici in Lega tra Galliani e Agnelli, cosi come tra Sky e Mediaset)

L'anticipo di domenica delle 12:30 tra Fiorentina e Atalanta regala emozioni con continui capovolgimenti di fronte.
I bergamaschi partono bene e trovano il vantaggio al 9' con un cross del Papu Gomez che trova l'incornata dell'esterno destro Zappacosta con Tatarusanu e il resto della difesa della viola imperfetti. Il pareggio arriva 9 minuti dopo su un calcio di punizione guadagnato da Joaquin e battuto da Mati Fernandez; Basanta firma l'1-1 con un colpo di testa e sfiora la doppietta sul finale di un primo tempo che vede gli ospiti giocarsela alla pari.
Nel secondo la squadra di Montella conquista gradualmente sempre più campo e l'Atalanta fatica a trovare i suoi attaccanti nelle ripartenze. Al 76' Diamanti trova la sua prima rete in maglia viola dopo aver saltato 2 avversari in area con una finta di tiro. All'80' Colantuono inserisce Boakye ed è propio il ghanese classe 93 a metterla dentro su una palla velenosa di Zappacosta.
Non è finita e all'87' il capitano Pasqual, su assist di Mati Fernandez, appoggia dentro la palla del definitivo 3-2.

Alle 15 non mancano l'appuntamento con la vittoria Napoli, Roma ed Empoli mentre la Sampdoria non va oltre il pari.

Il Napoli trova il doppio vantaggio dopo appena 21 minuti con gli esterni d'attacco Mertens e Gabbiadini (inseritosi al meglio nelle strategie di Benitez).
Al 27' Therau riaccende le speranze dell'Udinese segnando il momentaneo 2-1 ed è ancora lui, al 59' e sfortunatamente, a commettere l'autogol che le spegne sancendo il 3-1 finale.

La squadra di Garcia si presenta ad una partita che, nonostante la distanza tra le due squadre in classifica, non si preannuncia (e non è stata) facile per i tanti assenti (tra indisponibili e impegnati con le nazionali) e squalificati.
A giovarne è il classe 96 Daniele Verdi che, con l'opportunità di esordire da titolare, si rende protagonista della vittoria giallorossa con 2 assist, oltre a una grandissima prova. A segno Ljaijc (37'), Paredes (85')e Mpoku (90+5), quest'ultimi entrambi al loro primo gol in Serie A.

L'Empoli torna alla vittoria dopo un digiuno durato 2 mesi e mezzo (9 giornate). La squadra di Sarri domina il Cesena che non conferma quanto di buono fatto nei 2 turni precedenti.
Sblocca la gara Maccarone alla mezz'ora con un sinistro potente e preciso da posizione defilata; chiude i conti Signorelli al 57' imbeccato da M. Rui.

La Sampdoria pareggia la sua 11^ partita su 22 e ci si aspettava qualcosa di più contro un Sassuolo fortemente penalizzato dalle squalifiche dei 3 attaccanti titolari (oltre all'assenza di Missiroli).
Succede tutto nei primi minuti: vantaggio degli ospiti con un'incornata di Acerbi e pareggio al 9' di Eder su cross di Soriano.

Alle 20:45 l'Inter batte 3-0 il Palermo.
Sblocca Ranocchia con un colpo di testa e nel secondo tempo, dopo un clamoroso gol sbagliato da Dybala (sfortunato nel rimbalzo del pallone), firma una doppietta Icardi, poco presente nel gioco ma sempre decisivo nel finalizzare l'azione.
Mancini sembra aver trovato la miglior disposizione per i propri giocatori: 4-3-1-2 con Medel davanti alla difesa con 2 alternative vicine per scaricare il pallone (Guarin e il classe 92' Brozovic che ha dimostrato qualità e personalità), Shaqiri a svariare da una parte all'altra dietro un'attaccante di movimento (Palacio) e una prima punta (Icardi).

Il posticipo di Lunedì si decide su un episodio alla mezz'ora: Marchetti esce a valanga su Niang, cartellino rosso e rigore trasformato da Perotti. Decisione giusta, ma andrebbe rivisto il regolamento.
Il Genoa, con il vantaggio raggiunto e la superiorità numerica, riesce a gestire la gara riuscendo e rendere vane la manovre della Lazio (la più pericolosa è un palo colpito da Mauri nella ripresa).

I risultati

XXII GIORNATA

fin

p.t.

poss.palla

tiri porta

tiri fuori

Verona

Torino

1-3

0-1

58

42

6

5

5

7

Juventus

Milan

3-1

2-1

53

47

9

4

7

4

Fiorentina

Atalanta

3-2

1-1

63

37

10

4

5

6

Sampdoria

Sassuolo

1-1

1-1

51

49

6

6

3

9

Cagliari

Roma

1-2

0-1

44

56

5

6

9

5

Empoli

Cesena

2-0

1-0

60

40

5

2

8

8

Napoli

Udinese

3-1

2-1

50

50

5

6

5

6

Inter

Palermo

3-0

1-0

50

50

5

1

8

6

Lazio

Genoa

0-1

0-1

50

50

2

5

3

3


La classifica

Squadra

Pt

G

V

N

P

M.I.


GR

GS

Juventus

53

22

16

5

1

1

+9

47

10

Roma

46

22

13

7

2

2

+2

36

17

Napoli

42

22

12

6

4

2

-2

41

27

Fiorentina

35

22

9

8

5

3

-9

32

22

Sampdoria

35

22

8

11

3

3

-9

28

24

Lazio

34

22

10

4

8

4

-10

37

26

Genoa

32

22

8

8

6

3

-12

30

26

Torino

31

22

8

7

7

5

-13

25

23

Palermo

30

22

7

9

6

5

-14

34

36

Inter

29

22

7

8

7

4

-15

33

29

Milan

29

22

7

8

7

3

-15

32

29

Sassuolo

29

22

6

11

5

4

-13

28

30

Udinese

28

22

7

7

8

5

-16

26

30

Verona

24

22

6

6

10

5

-20

24

37

Empoli

23

22

4

11

7

3

-23

21

26

Atalanta

23

22

5

8

9

6

-19

19

29

Cagliari

19

22

4

7

11

5

-25

29

42

Chievo

18

21

4

6

11

5

-25

15

26

Cesena

15

22

3

6

13

8

-29

21

43

Parma (-1)

9

21

3

1

17

9

-33

20

46


PARMA – CHIEVO rinviata a mercoledi ore 18.00 causa neve...e poca voglia di spalare!

Statistiche della XXII giornata:

1X2
1: 5, X: 1, 2: 3

UNDER-OVER

UNDER 1.5: 1, OVER 1.5: 8
UNDER 2.5: 3, OVER 2.5: 6
UNDER 3.5: 4, OVER 3.5: 5

Segnati 29 gol (9 partite).


Pubblicato il 11/02/2015

Tags:  seriea 










Contatti
Contatti