Feed RSS

RITORNA LA CHAMPIONS!


Questa sera avranno inizio gli ottavi di finale della massima competizione europea. Le squadre qualificatesi come seconde classificate giocheranno la prima gara in casa.

PSG-CHELSEA

Questo è l'ottavo in programma di maggior prestigio, insieme a quello di Manchester.
Il PSG ha pareggiato la 1^ gara del girone contro l'Ajax; nella 2^ ha battuto il Barcellona nella spettacolare sfida finita 3-2 ma i blaugrana hanno alla fine ottenuto la prima posizione grazie alla vittoria per 3-1 nel match di ritorno al Camp Nou, ultima gara della fase a gironi.
La squadra di Parigi viene da un clamoroso pareggio contro il Caen per 2-2.
Nel corso della gara si sono infortunati Marquinhos, Aurier, Cabaye, Lucas Moura e Matuidi, quest'ultimo unico dei cinque ad aver possibilità di recupero. Il Caen ha segnato 2 reti tra l'89' e il 92' con la squadra di Blanc ridotta a giocare in 9 uomini.

Il Chelsea ha dominato il girone totalizzando 14 punti contro Schalke, Sporting e Maribor.
I blues si sono ulteriormente rinforzati nella sessione di mercato con l'acquisto di Cuadrado e hanno giocato l'ultima gara mercoledì scorso nel turno infrasettimanale di Premier, vinto 1-0 contro l'Everton, avendo così più tempo per preparare la partita.
Il Chelsea è primo in campionato a +7 dal Manchester City.

Le squadre si sono affrontate nei quarti di finale della scorsa edizione dove hanno avuto la meglio gli inglesi al ritorno vincendo 2-0 dopo la sconfitta per 3-1 del Parco dei Principi.
Nella seconda parte del 2° tempo, con il Chelsea tutto sblianciato in attacco alla ricerca del 2° gol valevole la qualififcazione, Blanc commise l'incomprensibile errore, come sottolineato da Mourinho nel dopo gara, di togliere i contropiedisti Lavezzi e Lucas limitando, se non precludendosi, le possibilità chiudere la gara.
Tenendo conto della maggiore esperienza in partite di questa importanza del Chelsea e degli infortuni che hanno colpito il PSG nel weekend, Mourinho probabilmente uscirà  anche quest'anno trionfatore nel doppio confronto.

SHAKHTAR DONETSK-BAYERN MONACO

Il Bayern ha conquistato il primato del girone vincendo le prime 4 partite e in campionato ed è 1^ a + 8 dal Wolfsburg.
Prima della sconfitta contro la squadra della Volkswagen per 4-1, che risale a 3 settimane fa, il distacco era di 11 punti e mai nessuna squadra in Bundesliga era riuscita a terminare il girone d'andata con un margine tale sulla 2^, con appena 4 gol subiti. Inoltre, la squadra di Guardiola ha vinto 17 partite in stagione senza subire reti ed ha la percentuale di possesso palla medio più alta di questa Champions (66.7%).
Il Bayern ha vinto solo 2 delle 4 gare disputate nel 2015 ma viene da un clamoroso 8-0 rifilato all'Amburgo; uno scarto così ampio mancava dalla sfida contro l'Offenbach del 13/3/84.

Lo Shakhtar ha pescato una delle 2 squadre più difficili da affrontare.
La squadra di Lucescu è molto competitiva a livello tecnico e tattico ma lo è meno a livello fisico e sarà dura competere con i tedeschi.
Gli ucraini non disputano una partita ufficiale dal 5 dicembre, a causa della sosta invernale. Lo Shakhtar è arrivato a 5 punti dal 1° posto (occupato dal Porto) a causa del solo punto conquistato nelle 2 gare contro l'Atheltic Bilbao e in campionato sono secondi a - 5 dalla Dynamo Kiev (imbattuta).
Questa è la terza apparizione, nel giro di 5 stagioni, nelle migliori 16 d'Europa.
La punta Luiz Adriano, miglior marcatore della squadra nelle ultime 5 stagioni, ha eguagliato il record di Cristiano Ronaldo con 9 reti nella fase a gironi.
Lucescu, alla guida dello Shakhtar, ha affrontato 5 volte il Barcellona di Guardiola vincendo 3-2 al Camp Nou, nella fase a gironi del 2008/09, e perdendo nelle restanti 4 occasioni (tra cui la finale di Supercoppa europea nel 2009).
Guardiola, col 1° posto in campionato ben protetto e dopo la brutta figura rimediata nella passata edizione in semifinale contro il Real Madrid, punta tutto sulla coppa e proverà a chiudere i conti già all'andata.

BASILEA-PORTO

Il Basilea si è qualificato ai danni del Liverpool grazie al pareggio per 1-1 ottenuto ad Anfield nell'ultimo match dei gironi.
La squadra svizzera si è qualificata per la terza volta tra le migliori 16 d'Europa e per la 2^ volta alla fase a eliminazione diretta (nel 02/03 le 16 squadre si affrontavano all'interno di 4 gironi e il tabellone iniziava con i quarti di finale).
In campionato è 1^ a + 8 dallo Young Boys.
Il Porto è rimasto imbattuto nella fase a gironi totalizzando 14 punti e in campionato è 2° a - 4 dal Benfica.
Per questa sfida il Basilea non potrà disporre di Ivanov e Traoré (indisponibili) più Schar per squalifica.
La compagine portoghese ha più esperienza e più qualità degli svizzeri e dovrebbe accedere ai quarti di finale.

SCHALKE 04-REAL MADRID

Le squadre si sono affrontate negli ottavi della scorsa stagione dove il Real si assicurò la qualificazione già nella gara d'andata vincendo 6-1 (3-1 al ritorno).
Il cambiamento più evidente in casa Schalke rispetto alla scorsa stagione riguarda l'allenatore. Roberto Di Matteo ha rimpiazzato Jens Keller a ottobre e dopo una partenza difficile ha riportato la squadra tra le prime quattro in Bundesliga, guadagnandosi numerosi elogi per la sua abilità nel registrare la difesa.
Inoltre l'acquisto estivo di Choupo-Moting ha donato all'attacco del club una preziosa variabile tattica, mentre l'arrivo dal Manchester City del difensore Nastasi? a gennaio ha permesso allo Schalke di migliorare la qualità della sua rosa, afflitta da numerosi infortuni. Kolašinac, Goretzka, Farfán e Julian Draxler sono tutti vicini al rientro e potrebbero tornare protagonisti nell'arco del doppio confronto.

Il Real Madrid sarà invece privo di giocatori del calibro di Pepe, Sergio Ramos, Sami Khedira e James Rodríguez.
La solidità difensiva dello Schalke rende improbabile una sconfitta simile al 6-1 dello scorso anno, anche se il club tedesco resta l'outsider della sfida.
Di Matteo affronterà la squadra regina d'Europa cercando di mantenere la porta inviolata il più a lungo possibile, con l'obiettivo di colpire in contropiede.
Non sarà facile tenere a bada l'attacco devastante delle merengues, ovviamente favorite nel doppio confronto.


Pubblicato il 17/02/2015

Tags:  championsleague 










Contatti
Contatti