Feed RSS

CHAMPIONS, TOCCA ALLA JUVE


Torna in scena la Champions League, é il turno della Juventus, unica italiana rimasta.

JUVENTUS - BORUSSIA DORTMUND

Corsi e ricorsi storici, rivalita'  vecchia tra Juve e Borussia.
Il Dortmund ha battuto 3-1 la Juventus nella finale 1997 di UEFA Champions League a Monaco; i bianconeri avevano invece vinto con un complessivo 6-1 nella finale di Coppa UEFA 1993: la Juve ha vinto le sue precedenti tre trasferte a Dortmund, segnando otto gol e subendone solo tre.

La Juventus arriva a questa gara non nel suo miglior periodo. Nell'ultimo match di campionato contro l'Atalanta i bianconeri sono parsi poco brillanti e hanno subito i ritmi dei bergamaschi a inizio gara e nel finale. Nelle precedenti 2 trasferte contro Cesena e Udinese hanno raccolto appena 2 punti.
Essendosi qualificata come 2^, la Juve può ritenersi soddisfatta per l'esito del sorteggio ma i tedeschi hanno ripreso a viaggiare ad alta velocità propio in questo ultimo mese.
Il Borussia Dortmund ha sorprendentemente faticato parecchio in campionato dove é attualmente 11°, alla pari di Mainz e Colonia, a + 3 dalla terzultima (con 2 squadre di mezzo). In Champions ha invece mantenuto altissimo il rendimento conquistando la qualificazione nei primi 4 turni con 13 gol segnati.
Nelle ultime 3 gare sono arrivate altrettante vittorie con 10 gol fatti che hanno allontanato la squadra dai bassi fondi della classifica.
Il nazionale Marco Reus, ristabilitosi dall'infortunio e avendo firmato il rinnovo di contratto, sembra rinato ed è sempre andato in rete nelle ultime 3 occasioni.
Inoltre hanno pienamente recuperato i difensori centrali Hummels e Subotic che vanno a riequilibrare una difesa che nel corso di questi mesi, per l'impostazione offensiva della squadra (baricentro altissimo) e per errori individuali (ancor più dei sostituti), ha concesso troppo agli avversari.

Nonostante la maggiore qualità dei singoli giocatori bianconeri, la squadra di Kloop non parte più di tanto sfavorita.
Il miglior stato di forma attuale e le recenti esperienze in Champions (ricordiamo che 2 stagioni fa ha perso la finale contro il Bayern a pochi minuti dal fischio finale e l'anno scorso è stata eliminata dai campioni in carica del Real Madrid) fanno pensare ad un'impresa difficile, ma possibile, per la Juventus.

MANCHESTER CITY - BARCELLONA

Le due squadre si sono affrontate agli ottavi nell'edizione della passata stagione dove il Barcellona vinse in Inghilterra 2-0 e in Spagna 2-1.
Il City ha vinto tre delle sue 11 sfide contro avversari spagnoli, perdendo in cinque occasioni.
Il Barcellona ha vinto solo sette delle sue 29 trasferte contro squadre inglesi, registrando 14 sconfitte in questa serie. In casa però è stato battuto da squadre inglesi solo due volte su 28 incontri, registrando 15 vittorie.

La proprietà del Manchester City, l'Abu Dhabi United Group del principe emirato Mansur bin Zayd Al Nahyan, dopo le ingenti somme spese negli ultimi anni in sede di calciomercato, si augura di raggiungere un traguardo più prestigioso degli ottavi dei finale ma sarà tutt'altro che facile contro il Barcellona che accede ai quarti di finale da 7 anni (eliminata nel 2006/07 dal Liverpool per i gol in trasferta, 2-2 complessivo).
Come detto dal tecnico Pellegrini in conferenza, prima di sabato il Barcellona aveva vinto 11 partite di fila e la sconfitta contro il Malaga, avvenuta prima di una partita di questa importanza, vale poco come indicazione dello stato attuale dei blaugrana.

Il Kun Aguero è il cannoniere di coppa degli inglesi con 5 reti, nonché capocannoniere di Premier League, insieme a Diego Costa, con 17 reti.
Nella gara di andata dovrebbe pesare l'assenza del giocatore più importante per il gioco dei Citizens, ovvero il campione ivoriano Yaya Toure.
Nel Barcellona non è a disposizione il difensore Vermalen.
Esame di maturità per la squadra di Pellegrini che, nonostante l'assoluta qualità della rosa di queste stagioni, non ha mai raggiunto traguardi ambiziosi in Europa.

BAYER LEVERKUSEN - ATLETICO MADRID

Le squadre hanno pareggiato due volte per 1-1 nella fase a gironi di UEFA Europa League 2010/11. Furono però i tedeschi a qualificarsi, vincendo il Gruppo B, mentre l'Atlético, detentore del trofeo, si piazzò al terzo posto e venne eliminato proprio il virtù del pareggio a Leverkusen alla giornata 6.

Il Bayer è 6° in campionato ma nelle ultime 3 gare ha ottenuto un solo punto, subendo addirittura 9 gol. Sabato ha pareggiato 2-2 ad Augusta e nell'ultimo match in casa è stato sconfitto nettamente dal Wolfsburg per 5-2, perdendo l'imbattibilità interna. Nelle 10 gare ufficiali sono arrivate appena 2 vittorie.

L'Atletico è 3° in campionato (a - 7 dalla vetta) e viene dalla vittoria per 3-0 contro l'Almeria. Nel turno precedente ha perso contro il Celta Vigo per 2-0 ma nei gironi di Champions ha rasentato la perfezione con 14 gol fatti e 3 subiti.
La squadra del Cholo vorrà inseguire a tutti i costi il sogno di alzare questa coppa, svanito l'anno scorso negli ultimi minuti della finale contro il Real Madrid (battuto di recenten, in Liga, per 4-0).
Gli spagnoli, vicecampioni in carica, partono nettamente favoriti nel doppio confronto.

ARSENAL - MONACO

Arsène Wenger è stato il tecnico dei monegaschi tra il 1987 e il 1994, vincendo la Ligue 1 (1988) e la Coppa di Francia (1991), senza dimenticare la finale di Coppa delle Coppe del 1992 persa 2-0 dai francesi contro l'SV Werder Bremen.
Il Monaco in Europa ha perso appena una volta su sei incontri casalinghi contro formazioni inglesi, vincendo quattro volte compreso l' 8-0 sullo Swansea, ancora oggi vittoria europea più larga dei monegaschi, con proprio Wenger in panchina.
L'Arsenal non ha mai perso fuori casa contro squadre francesi: il bottino è di sette vittorie e tre pareggi.

Dieci anni dopo l’eliminazione patita dal PSV nella Champions League 2004/2005, il Monaco torna a giocare un’ottavo di finale nella massima competizione europea.
In ripresa in Ligue 1 (quarto, a sette punti dal podio, con una gara da recuperare), i biancorossi sperano di confermare in campo internazionale quando di buono fatto nella fase a gironi.
La società del Principato ha cercato di calmierare gli esorbitanti prezzi imposti dal club inglese (81 euro) pagando la metà del tagliando ai suoi abbonati. Una mossa intelligente che ha dato i suoi frutti al punto che la tifoseria monegasca, spesso criticata, sarà presente in un numero maggiore rispetto a quanto fatto dal Marsiglia, nello stesso stadio, nella scorsa stagione.
Jardim ha confermato che Carvalho, Raggi e Bakayoko non saranno disponibili. Indisponibile, in questo caso per squalifica, anche Toulalan, mentre Ferreira-Carrasco e Kurzawa, toccati duro a Nizza, dovrebbero recuperare.

L'Arsenal, con i passi falsi di questo weekend dello Utd e del Southamoton, è 3^ in classifica in solitaria e ha vinto 5 degli ultimi 6 incontri (sconfitta nel derby contro il Tottenham).
Tra i pali dovrebbe rivedersi Szczesny visto che Ospina ha un problema alla schiena, il polacco cerca riscatto dopo le critiche ricevute per alcuni comportamenti non proprio ortodossi. In difesa invece sulla destra Bellerin è favorito su Chambers; a centrocampo sono out Ramsey e Arteta.
Nel reparto avanzato è ancora in dubbio Oxlade Chamberlain.

Questo é l'unico ottavo di finale in cui la squadra che gioca l'andata in casa, ovvero la qualificatasi come 2°, parte come netta favorita.


Pubblicato il 24/02/2015

Tags:  championsleague juventus 










Contatti
Contatti